Avvisi



Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il progetto ha come capofila la Promo.Ter Group

Innovare l'orticoltura, l'iniziativa del Doses

"Innovare in agricoltura", questo il tema dell'incontro che si è svolto - nei giorni scorsi - a Vittoria (RG), in Sicilia, presso la sede del Consorzio di Servizi Promo.Ter Group - con gli interventi di illustri relatori che si sono confrontati sulla questione. Tra questi, Antonio Cassarino, presidente del Doses, Distretto Orticolo SudEst Sicilia (in fase di riconoscimento da parte della Regione Siciliana), il quale ha introdotto la serata, comunicando ai presenti la costituzione di uno specifico Gruppo Operativo, avente come finalità la presentazione di un progetto a valere sulla misura 16.1.

Il tavolo dei relatori, da sx: Valenti, Cassarino, Emmolo e Davino

L'iniziativa riguarda, appunto, l'innovazione nella filiera ortofrutticola e vede il coinvolgimento di un gruppo di aziende aderenti al Doses, che vanno dal vivaio all'azienda di trasformazione, passando per le aziende di produzione, lungo tutte le fasi di filiera. L'azienda capofila del progetto è Promo.Ter Group, che da tempo interloquisce con i soggetti partner privati ma anche con i soggetti pubblici.

Presente all'evento, infatti, Salvatore Emmolo, funzionario dell'Ispettorato Agrario di Ragusa che nel corso del proprio intervento ha presentato i contenuti e la ratio del PSR Sicilia 2014/2020 e, più specificatamente, della misura 16.

"La 16.1 si propone di trasferire delle innovazioni sul territorio in maniera da incentivare uno sviluppo sostenibile attraverso la cooperazione - ha detto Emmolo - In quanto vuole individuare in questo modello una certa efficacia nel trasferimento tecnologico. La novità è che l'innovazione viene proposta dalla base produttiva che, insieme ad altri portatori di interesse, discerne e individua i bisogni del settore".

A spiegare i contenuti del progetto c'era Eleonora Valenti, la professionista che l'ha redatto assieme a Gianni Polizzi, direttore del Doses. "Il progetto tocca tutte le fasi di filiera - ha spiegato Valenti - e investe due momenti: uno riguarda il monitoraggio fitopatologico in serra, la diagnosi precoce e gli interventi utili a eliminare l'insorgere delle malattie, mentre un secondo momento riguarda la tracciabilità del prodotto. Il tutto attraverso l'ausilio di applicazioni informatiche di ultima generazione".

A scendere ancora più nel dettaglio è stato Walter Davino, docente di agraria presso l'Università di Palermo: "Questo progetto prende il nome di Agrotrack 2.0 e consiste nel trasferimento tecnologico di alcune innovazioni che sono state messe a punto dal nostro ateneo. Si tratta di dare uno svecchiamento alle aziende e soprattutto di farle lavorare con i nuovi mezzi tecnologici, dalle App Mobile, allo sharing delle informazioni e altro ancora. Termini come blockchain e QR code, saranno di uso comune tra i produttori e serviranno, assieme a tutta una serie di accorgimenti, a minimizzare l'uso degli agrofarmaci, per un'agricoltura sostenibile che guardi all'ambiente. Quindi: poco impatto ambientale, falde acquifere pulite e, ovviamente, risparmio per l'imprenditore agricolo che va utilizzare meno prodotti fitosanitari".

Promo.Ter Group sarà presente alla Fruit Logistica di Berlino 2019, presso il Padiglione della Regione Siciliana, nella hall 4.2 - stand D12.

Contatti:
Promo.Ter Group
P.le Clodio, 18 
00185 Roma 
Tel. +39 06 90236384
Via del Carrubo, sn
97019 Vittoria (RG)
Tel.: +39 0932 8626 13
Email:info@promotergroup.eu
Web: www.promotergroup.eu


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto