Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

+520% nel periodo 2000-2009

Spagna: cresce la produzione di materie prime agroalimentari ecologiche

Secondo un recente studio effettuato dal Ministero di Agricoltura spagnolo, la produzione di materie prime agroalimentari ecologiche nel Paese è cresciuta del 520%, tra l’anno 2000 e 2009, passando da un valore stimato in origine nel 2000 di 100 milioni di Euro a 650 milioni di euro nel 2009, di cui un 75% di provenienza vegetale e un 25% di provenienza animale.

La superficie utile agricola ecologica rappresenta il 5,26% della superficie complessiva nazionale e l’insieme dei produttori ecologici il 2,42% del totale delle imprese agricole spagnole. L’industria ecologica spagnola è composta, secondo i dati 2009, da 3.038 società che hanno fatturato intorno ai 685 milioni di Euro, occupando circa 18.000 dipendenti. I settori ortofrutta, oli, vini, prodotti carnici, prodotti della panetteria e pasticceria e conserve vegetali rappresentano il 61,4% della struttura industriale e il 74,5% del fatturato.

Inoltre, l’industria ecologica spagnola costituisce il 7,5% della struttura industriale comunitaria, ha una notevole propensione all’export (si esporta il 50% del fatturato industriale) e un elevato grado di internazionalizzazione (essendo il 32% società esportatrici). Il valore del mercato locale di alimenti ecologici si stima in circa 905 milioni di euro, cifra che equivale allo 0,97% della spesa totale alimentare e ad un una spesa pro capite di 19,4 euro per persona/anno, con una maggior presenza della produzione vegetale.

L’export del comparto ha raggiunto i 454 milioni di euro, di cui 356 milioni corrispondono a prodotti semilavorati o trasformati e 98 milioni a materie prime. L’import, invece, si è attestato sui 190 milioni di euro, corrispondenti maggiormente a prodotti trasformati o semilavorati. Per settori, la frutta e gli ortaggi, l’olio e il vino rappresentano il 74% delle esportazione spagnole che per un 85% vengono indirizzate verso Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Svizzera, Olanda e Belgio.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto