Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

"La "via crucis" dell'uva da tavola"

"Sebastiano Cosentino: "Forte concorrenza spagnola sulle arance bionde e sui limoni"

Per il suo Speciale in tema di agrumi, FreshPlaza ha chiesto a Sebastiano Cosentino, titolare dell'omonima azienda di Lentini, in provincia di Siracusa, un primo bilancio della campagna commerciale degli agrumi sul mercato nazionale.



L'imprenditore siciliano ha individuato alcuni elementi negativi che pesano sull'inizio della campagna: "Per quanto attiene le arance bionde, grava la forte competizione nei mercati esteri da parte della Spagna che deve smaltire volumi abbondanti e risulta competitiva sul prezzo. Pertanto, visti i costi logistici e di prezzo del prodotto Navelina siciliano maggiori rispetto alle arance spagnole, al momento la Sicilia non sta lavorando sui mercati esteri".

"Sul mercato interno, le temperature relativamente elevate per il periodo non stimolano i consumi, che infatti appaiono in flessione del 10-15% circa rispetto all'anno scorso; l'arancia inoltre trova la competizione da parte di altri frutti invernali come le mele e le pere. La produzione di arance bionde in Sicilia è in linea rispetto ai volumi dello scorso anno", ha spiegato Sebastiano Cosentino.



"E' presto invece per sbilanciarsi sulla produzione delle arance rosse, anche se i volumi dovrebbero risultare leggermente superiori rispetto all'anno scorso. Le incognite sono rappresentate dalla percentuale di frutti di piccolo calibro, non adatti al mercato del fresco ma che, però, andrebbero a rifornire un'industria del trasformato che nella passata stagione ha sofferto la scarsa disponibilità di prodotto".

"Altro elemento che renderà difficili le stime di produzione riguarda l'espianto volontario degli agrumeti colpiti da Tristeza e reinnestati che, per ritornare in piena produzione, necessiteranno di 5-6 anni; dunque lo scenario complessivo va affrontato con prudenza".



"La produzione siciliana di limone - ha aggiunto Cosentino - risulta di un 15% superiore rispetto all'anno scorso; anche qui si soffre la concorrenza da parte del prodotto spagnolo".

L'ultimo commento ha riguardato la sofferta campagna dell'uva da tavola, definita "una vera via crucis".



"Non essendo il nostro core business, lavoriamo al mantenimento dei clienti già acquisiti e, pertanto, risentiamo solo limitatamente di questa grave situazione. Per il prodotto siciliano, le vendite sono risultate inferiori di almeno il 20% rispetto all'anno scorso. Tra le principali cause vanno ricordate le piogge di fine agosto che hanno compromesso la qualità del prodotto; d'altra parte, i costi dell'uva siciliana sono sempre meno competitivi rispetto al prodotto pugliese, che è stato quindi preferito dalla Grande distribuzione organizzata. Anche la Puglia, però, ha sofferto la mancanza di domanda da parte dei paesi dell'ex oltrecortina - e forse anche della Gran Bretagna - Su tutto pesa la crisi dei consumi in Italia: dove sta questa tanto annunciata ripresa? Speriamo che la luce che alcuni vedono alla fine del tunnel non sia invece il faro della locomotiva che ci sta venendo addosso".

Contatti:
Cosentino Sebastiano e Figlio snc

Via Riccardo Da Lentini, 129
96016 Lentini (SR)
Tel.: (+39) 095 901686
Fax: (+39) 095 902888
Email: azienda.cosentino@tin.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto