Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Filippine: la Malattia di Panama falcidia 1.000 ettari di banane in Mindanao

Almeno 1.000 ettari coltivati a banane nel Mindanao meridionale sono stati completamente distrutti dal fungo Fusarium, responsabile della terribile fitopatia del banano nota come "Malattia di Panama", per la quale non sono al momento disponibili cure. Le informazioni sono state diffuse dall'associazione dei produttori ed esportatori filippini di banane (PBGEA).

Oltre a colpire le piante, la fitopatia fungina mette a repentaglio la sopravvivenza di almeno 300.000 famiglie che traggono la loro principale fonte di sostentamento proprio dal settore bananicolo.

La "Malattia di Panama" è tragicamente nota per il suo ceppo 1, la fitopatia che portò all'estinzione la cultivar di banana "Gros Michel", un tempo principale banana commerciale, prima che fosse sostituita dall'attuale varietà Cavendish. Quest'ultima, seppure resistente al ceppo 1, soccombe al ceppo tropicale quattro, o TR4, particolarmente virulento.

Il Fusarium sopravvive nel terreno delle piantagioni colpite per almeno cinque anni, cosa che rende impossibile il reimpianto a breve dei bananeti danneggiati. La sua diffusione è altamente favorita dalla pratica della monocoltura e dello sfruttamento intensivo del suolo.

Le ventilate ipotesi di aiuto economico ai produttori da parte del governo filippino, vengono giudicate del tutto futili dai ricercatori fitopatologi. La banana Cavendish, infatti, non possiede variabilità genetica (è praticamente sempre un clone di se stessa) ed è dunque del tutto sprovvista di alcuna naturale resistenza al Fusarium; pertanto qualsiasi fondo stanziato semplicemente per coprire le perdite è inutile ai fini della soluzione del problema.

Secondo gli esperti, le uniche sovvenzioni ragionevoli sarebbero quelle volte a favorire maggiore biodiversità agricola e pratiche colturali più ecologiche e sostenibili.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto