Secondo Mario Salazar Vergaray, presidente di APEM, l’Associazione peruviana esportazione mango, nella settimana del 22 novembre 2010, un cartone da 20 kg di mango era comprato per 10,60 dollari, ma all'11 dicembre, lo stesso cartone si acquistava a soli 7,43 dollari.

Il presidente APEM ha specificato che il prezzo è diminuito a causa della pessima qualità del mango. A partire dalla settimana 48, infatti, sono state spedite 6.000 ton, un aumento del 27% rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione; ma la frutta è arrivata verde e ancora acerba negli Stati Uniti e in Europa.

I prezzi internazionali per la frutta sono accettabili, ha continuato Salazar, ma non per il mango acerbo inviato da alcuni esportatori irresponsabili.

Negli ultimi dieci anni, in Perù, le esportazioni di mango sono aumentate costantemente, raggiungendo un totale di 107.000 ton nella scorsa stagione. La regione di Piura esporta principalmente la varietà Kent.