Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Raquel Tello, direttore alle vendite di Fresmiel: "È molto probabile che quest'anno le vendite di fragole saranno più mirate"

"Se si ripeterà la stessa situazione, molti coltivatori smetteranno di piantare i lamponi per l'autunno"

Nella provincia di Huelva, in Spagna, è in corso la campagna dei piccoli frutti: situazione difficile per i lamponi e volumi ancora limitati di fragole, il frutto più rappresentativo del Paese in termini di produzione.

"L'anno scorso è stato difficile per i lamponi spagnoli, con la pressione dell'offerta marocchina e portoghese durante i mesi autunnali", ha affermato Raquel Tello, responsabile alle vendite della Algaida Productores, detentrice del marchio Fresmiel. "Quest'anno abbiamo dovuto affrontare una concorrenza ancora più forte da parte di questi Paesi, che ha portato i prezzi a scendere al di sotto dei livelli di redditività. Tali prezzi possono essere sostenibili per una settimana o due. Temo che se questa situazione si ripeterà per un altro anno, molti coltivatori di Huelva smetteranno di piantare lamponi per l'autunno e si concentreranno maggiormente sul gap che sembra ci sia ancora in inverno. Ora i prezzi sembrano essere tornati a salire, ma la domanda non è molto vivace".

Fresmiel inizierà a commercializzare le fragole nella settimana 51, con un raccolto che dovrebbe raggiungere circa 6.500 ton. Per quanto riguarda gli altri piccoli frutti, la stima è di ottenere circa 500 ton di lamponi, 300 ton di mirtilli e circa 30 ton di more. Questa sarà anche la terza stagione di produzione biologica.

"Anche se negli ultimi anni siamo cresciuti, siamo partiti come una piccola azienda. Nel 2019, abbiamo prodotto 3.500 tonnellate di frutta. Non possiamo competere sui mercati con grandi volumi. Per distinguerci, da anni puntiamo su varietà esclusive: anche se più costose e con rese inferiori, hanno più sapore, un aspetto migliore e una shelf life più lunga, che si traduce in prezzi di vendita migliori. Ora lavoriamo principalmente con le varietà Calinda e Fandango del programma di ibridazione Fresh Forward, anche se abbiamo iniziato a testare nuove varietà da altri programmi", ha affermato Raquel Tello.

"Puntiamo a raggiungere altre tipologie di clienti che possano apprezzare questo sapore e questa qualità extra. Normalmente scegliamo confezioni piatte, solitamente da 400 grammi, monostrato per evitare che i frutti subiscano danni alla buccia. Curiamo il prodotto in ogni fase, dalla semina alla raccolta, movimentazione, confezionamento e trasporto. Non effettuiamo spedizioni verso destinazioni che richiedono un transit time superiore a 4 giorni. In questo modo ci assicuriamo che i frutti arrivino nelle migliori condizioni. La nostra vendita è focalizzata sulle categorie premium disponibili presso le catene di supermercati, in particolare nei Paesi dell'Ue, oltre che nel Regno Unito".

Le ondate di caldo di inizio autunno hanno danneggiato una parte delle piante di fragole di Huelva, anche se Raquel afferma che, nel caso di Fresmiel, "l'impatto non è stato così forte come lo scorso anno e c'è stato meno bisogno di reimpianto. Tuttavia, speriamo che la raccolta venga nuovamente anticipata, come è avvenuto la scorsa stagione, e che anche la produzione sia simile".

Per quanto riguarda l'aumento dei costi di produzione, movimentazione, imballaggio e trasporto, il coltivatore ed esportatore non sa se potrà trasferirlo sul prezzo di vendita. "È chiaro che il consumatore non pagherà 10 euro per una cassetta di fragole, ma chiederei alle catene di supermercati di tener conto dei nostri costi di produzione ed evitare che siano i coltivatori ad assumersi i costi extra ed evitare che la catena del valore si interrompa".

Per quanto riguarda i consumi, che stanno suscitando una forte preoccupazione a causa dell'impatto dell'inflazione a livello globale, Raquel ritiene che "tutti i prodotti abbiano i loro clienti. È molto probabile che le vendite si focalizzino maggiormente in tal senso e che la fascia di prodotto intermedia tenda a scomparire, sia in termini di qualità che di prezzo, poiché la classe media, che è quella che solitamente assorbe di più tali volumi, sarà quella che cambierà maggiormente le sue abitudini di acquisto. Sarà un anno in cui dovremo lottare duramente per mantenere i prezzi a livelli accettabili", ha detto Raquel Tello.

Per maggiori informazioni:
Raquel Tello
Fresmiel
P.I. Matalagrana, Nave 56
21730 Almonte, Huelva. Spagna
+34 695498087
raquel.tello@fresmiel.es
www.fresmiel.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto