Dopo una pausa di quattro anni, la priorità sarà riconquistare quote di mercato

Gli arilli di melagrana indiana possono essere di nuovo esportati negli Stati Uniti

L'India può finalmente esportare nuovamente negli Stati Uniti i suoi arilli di melagrana. A riferirlo è Kaushal Khakhar, amministratore delegato dell'azienda d’esportazione indiana di prodotti ortofrutticoli della Kay Bee Exports. "La restrizione alle esportazioni di arilli di melagrana dall'India negli Stati Uniti risale a ottobre 2018. Ora, dopo un intervallo di quasi quattro anni, abbiamo riottenuto l'accesso al mercato statunitense, grazie agli instancabili sforzi profusi dalla NPPO (Organizzazione nazionale per la protezione delle piante) indiana e dall'APEDA, il consiglio per la promozione delle esportazioni dei prodotti ortofrutticoli".

I commercianti indiani di arilli di melagrana hanno molto lavoro da fare, perché sarà difficile riconquistare la quota di mercato che questi arilli avevano prima negli Stati Uniti, secondo Khakhar. "Gli Stati Uniti hanno la loro produzione domestica, oltre a importare da altri Paesi. Tuttavia, solo l'India può offrire una fornitura costante in termini di volume, qualità e aspetto, per tutto l'anno. La varietà di melagrane Bhagwa è rinomata per i suoi arilli morbidi e dolci, oltre al colore rosso intenso. Per raggiungere questo obiettivo è necessaria l'attuazione di buone pratiche agronomiche, insieme a un elevato livello di integrazione degli agricoltori". Due aspetti in cui la Kay Bee Exports ha una buona competenza.

"Una volta che una determinata origine rimane fuori da un mercato per diversi anni, come in questo caso, è difficile riconquistare rapidamente la sua quota di mercato. Contiamo sulla superiorità delle nostre melagrane in termini di gusto e qualità, per aiutarci a riconquistare una quota di mercato. Per quanto riguarda le melagrane indiane, gli Stati Uniti restano un mercato emergente rispetto a quello europeo, dove i frutti indiani sono già ampiamente disponibili e i loro benefici sono molto apprezzati. Prevediamo di acquisire gradualmente quote di mercato negli Stati Uniti, dove il consumo pro capite di arilli è più alto che negli altri mercati sviluppati", afferma Khakhar.

Nel complesso, l'India ha tutto ciò che serve per inviare arilli di melagrana in tutto il mondo, comprese le destinazioni più lontane, secondo Khakhar. "Diverse città degli Stati Uniti sono ben collegate ai principali aeroporti indiani, grazie ai vettori europei e mediorientali. Inoltre, la Kay Bee Exports dispone di una divisione interna di spedizione accreditata IATA. Questo è un vantaggio importante che ci consente non solo di ottenere una maggiore flessibilità e soluzioni di volo economiche dalle compagnie aeree, ma anche una perfetta conoscenza dei requisiti della catena del freddo di un prodotto come gli arilli. Infatti, la temperatura durante il trasporto è della massima importanza per garantire ai nostri clienti di ricevere un prodotto con il massimo livello di freschezza, senza comprometterne la shelf life".

Poiché i loro arilli di melagrana hanno tutte le certificazioni richieste dal mercato statunitense, Khakhar è ottimista sulla stagione in corso: "Gli arilli di melagrana indiana punteranno sulla qualità per riconquistare la loro quota di mercato negli Stati Uniti. Siamo fiduciosi che in futuro saremo in grado di far sentire la nostra presenza all'interno di questa categoria di nicchia".

"Al fine di fornire la migliore qualità di arilli ai clienti, abbiamo integrato la nostra produzione con le melagrane dei nostri frutteti. Queste non solo sono certificate Global GAP, ma sono anche accreditate secondo standard sociali ed etici. Inoltre, gli arilli vengono estratti in un'unità approvata BRC Grado AA+. Questo è il livello più alto possibile rispetto alla sicurezza alimentare e ai buoni processi di produzione in corso", conclude Khakhar.

Per maggiori informazioni:
Kay Bee Exports
Tel: +91 8879 000 973
Email: Export@kaybeeexports.com 
Web: www.kaybeeexports.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto