Presentata a Fruit Attraction

Lubee, la nuova mela gialla biologica di Innatis

"100% biologica, 100% gialla e 100% coinvolgente". Così Alice Gianola, responsabile marketing e comunicazione del Gruppo Innatis, descrive la sua nuova varietà di club di mele, presentata alla recente edizione della fiera Fruit Attraction. Tenuta nascosta fino ad ora, la Lubee ha regnato sovrana nello stand del gruppo, tra le altre varietà, ovvero la Honey Crunch, la Lolipop, la Choupette, la Juliet e la Zingy.

Le sue caratteristiche la rendono una mela facile da gestire in agricoltura biologica e rispettosa della biodiversità.

Un inizio promettente con un lancio all'altezza delle aspettative: "Lo stand era davvero affollato. I nostri clienti erano presenti e abbiamo avuto molti commenti positivi dopo le degustazioni, ma anche sul nome e sull'universo grafico di Lubee. In effetti, abbiamo ricevuto due ordini subito dopo la presentazione".

Lubee è il risultato di 20 anni di ricerca da parte del breeder Gradilis e di 5 anni di riflessione sulla strategia commerciale e di marketing da adottare per rendere questa mela la nuova star dello scaffale delle mele gialle biologiche.

"Quando ci siamo rivolti a Gradilis stavamo cercando una mela gialla biologica per completare uno scaffale molto poco fornito. Ma ciò che ci ha conquistato immediatamente è stato il sapore. Sotto il suo aspetto di mela rustica, concentra tutte le qualità gustative che le nuove generazioni cercano. Quando la si addenta è una vera e propria esplosione di sapori. È molto dolce, tra i 17 e i 18 gradi Brix, con note di frutta esotica, molto croccante e succosa. È stato fantastico e siamo convinti che conquisterà i giovani consumatori".

Per quanto riguarda la produzione, si tratta di una mela relativamente "facile da produrre", secondo Matthieu Bouniol, product manager/sviluppatore di Gradilis. Inoltre, si adatta perfettamente all'agricoltura biologica in quanto è resistente alla ticchiolatura del melo e ad altre malattie e parassiti come gli afidi.

Sebbene la nuova mela gialla abbia ottime qualità di conservazione, il che è un punto positivo per l'esportazione, al momento è destinata solo al mercato francese. Sono già disponibili 250 tonnellate per questo primo anno di commercializzazione. La giornata di lancio del prodotto si è conclusa con una serata di festa a cui hanno partecipato 130 persone: "Ci siamo divertiti molto, abbiamo mangiato bene e ballato, l'atmosfera era rilassata, è stato un vero successo".

Per maggiori informazioni:
Alice Gianola
Innatis
alice.gianola@innatis.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto