Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Focus sul mercato mondiale dell'ananas

L'offerta globale di ananas è scarsa e imprevedibile, soprattutto a causa di problemi di spedizione. Con la fine dell'estate europea anche la domanda è in calo. In Nord America l'offerta è stata costante ma limitata, sempre a causa di problemi di spedizione. La domanda è stata buona durante l'estate. Nell'emisfero meridionale, il Sudafrica ha registrato un'offerta ridotta a causa della siccità che ha colpito una delle regioni di coltivazione; ora le forniture stanno tornando in linea. La Festa di metà autunno dovrebbe incrementare le vendite di ananas in Cina. In Australia, dove l'approvvigionamento proviene al 100% da coltivatori nazionali, si registrano buoni rendimenti per le nuove varietà.

Paesi Bassi: buoni domanda e prezzi, dopo un calo all'inizio dell'estate
Il mercato olandese dell'ananas può contare su una buona domanda. "Abbiamo registrato un piccolo calo all'inizio dell'estate, dalla fine di giugno all'inizio di luglio, ma poi il mercato si è ripreso. È stato imprevedibile, con molte carenze e prezzi elevati, ma in generale la domanda è stata molto buona, soprattutto per un periodo estivo", osserva un importatore olandese. "C'è stata una carenza soprattutto nei formati grandi, ma ora l'offerta sta ricominciando a crescere. I prezzi si aggirano ancora intorno ai 12,50 euro, un prezzo piuttosto alto, ma dato l'aumento dei costi, era necessario un aumento dei prezzi".

Italia: vendite in calo a fine estate
Il mercato dell'ananas in Italia sta registrando un leggero calo dei prezzi. Un importatore di ananas del nord Italia afferma che, in estate, i prezzi degli ananas sono stati più brillanti mentre ora sono in leggero calo. "Nella prima settimana di settembre il mercato è in fase di rallentamento. Il prodotto viene dal Costarica ed è di ottima qualità. I consumi comunque sono in fase di diminuzione e rimarranno medio-bassi fino ai primi di dicembre: in prossimità delle feste natalizie ci sarà una corsa all'acquisto, con forte richiesta e prezzi in aumento".

Anche secondo un grossista calabrese l'ananas è un prodotto che riesce a trovare facile mercato durante l'estate, soprattutto nella Grande distribuzione organizzata e nel segmento Horeca. "Nei mesi estivi, le temperature elevate spingono al rialzo le vendite all'ingrosso di frutti esotici, come l'ananas. Al momento, la commercializzazione sta procedendo molto bene, e si spera che questa tendenza possa proseguire. Il prodotto, di calibro 7, è importato dall'Ecuador. I prezzi raggiungono un livello di 1,50-1,60 euro/kg".

Secondo l'osservatorio continuativo GfK Consumer Panel, quasi 9,6 milioni di famiglie ha acquistato ananas nell'anno terminante a luglio 2022, cioè oltre il 37% della popolazione. Gli ananas di agricoltura biologica mantengono nel tempo il proprio numero di famiglie acquirenti intorno a 1,7 milioni.

Francia: prezzi molto alti per gli ananas di Costa Rica e Costa d'Avorio
Secondo un importatore di Rungis, il mercato dell'ananas è molto difficile in questo momento. Le temperature sono state relativamente fredde in Costa Rica e Costa d'Avorio, quindi il mercato ha subito un forte aumento. Con l'aumento del prezzo del carburante e dei container, i prezzi dell'ananas sono in aumento, arrivando fino a 13 euro per confezione. Per quanto riguarda la colorazione, "non abbiamo quello che vogliamo perché abbiamo per lo più colorazioni 1-2 quando vorremmo 2-3. E le poche merci con colorazione 2-3 possono raggiungere i 14 euro a confezione". In termini di domanda, con la fine della campagna delle drupacee i consumatori iniziano a rivolgersi a prodotti più invernali e si buttano sull'ananas".

Germania: situazione difficile dell'offerta, mercato ad alto prezzo
In Germania il mercato dell'ananas è caratterizzato da prezzi elevati e da una situazione di offerta difficile. La Costa Rica domina l'attuale offerta in vendita. A causa della ristrettezza dell'offerta, al momento alcuni marchi premium e prodotti pre-maturati possono essere commercializzati solo in piccole quantità. "Gli effetti della pandemia sono particolarmente evidenti nel caso delle merci trasportate per via aerea. Nei centri di imballaggio all'origine manca il personale, che non può essere incrementato da un giorno all'altro. Lo stesso vale per gli alti costi di trasporto, con i quali stiamo ancora lottando", afferma un grossista specializzato.

Nord America: il trasporto marittimo frena l'offerta di ananas
Sul mercato nordamericano le forniture di ananas sono stabili, anche se limitate. Uno spedizioniere fa notare che alcune delle più grandi compagnie di spedizione di frutta tropicale non stanno inviando molte forniture. "Hanno navi enormi e quando spedivano banane, ad esempio, e avevano dello spazio in più, lo riempivano di ananas e queste diventavano forniture extra una volta qui - dice - Ora invece portano qui gli ananas di cui hanno bisogno per il contratto, ma non le enormi quantità di frutta che portavano prima".

Questo modello di spedizione si sta verificando da almeno sei mesi, con la frutta in gran parte proveniente dalla Costa Rica. (Anche se attualmente anche il Messico sta inviando alcuni ananas).

Nel frattempo la domanda è stata buona per il frutto tropicale. "Nelle ultime settimane è calata, ma se il prezzo è quello giusto, la gente acquista. Abbiamo abbassato un po' il prezzo e la gente sta comprando di nuovo", dice lo spedizioniere, sottolineando che l'ananas può dipendere dal prezzo, dato che non è un prodotto di base per le famiglie come, ad esempio, lo sono mele o patate.

Tuttavia, negli ultimi mesi questo recente andamento delle spedizioni ha mantenuto il mercato relativamente forte, tra i 17 e i 20 dollari. "Dicono che durerà altre sei settimane, fino a ottobre. Potremmo avere un po' di volume in più e vedere il prezzo scendere un po'. Ma non mi aspetto che il mercato arrivi a 7-8 dollari come in passato", afferma lo spedizioniere.

Sudafrica: volumi di ananas bassi, ma si prevede una ripresa a breve
L'offerta di ananas sul mercato sudafricano dovrebbe aumentare nella settimana 37. "L'offerta è stata scarsa nelle ultime due settimane, ma è una situazione temporanea. I coltivatori di ananas stanno attraversando un periodo di siccità a Hluhluwe, nel KwaZulu-Natal, che sta influenzando le dimensioni. Ci sono molti più frutti piccoli che arrivano sul mercato, non molti calibri 8 e 10. La maggior parte sono calibri 12", dice un commerciante di ananas al mercato dei prodotti freschi di Johannesburg.

I prezzi all'ingrosso vanno da R50 (2,9 euro) a R80 (4,6 euro) per una cassetta da 8 kg di ananas calibro 10, R70 (4,06 euro) per il calibro 12. Il prezzo non è male, aggiunge il commerciante, ed è in leggero aumento rispetto alla settimana scorsa.

Alcuni dei maggiori coltivatori di ananas del Sudafrica inizieranno a consegnare al mercato entro la settimana 37. La domanda di ananas di solito aumenta con il ritorno delle temperature estive e gli ananas esportati nelle isole dell'Oceano Indiano, dove il turismo è in ripresa, ricevono prezzi elevati. Tanto per dirne una, FreshPlaza ha ricevuto notizie di prezzi fino a R500 (29 euro) per gli ananas sudafricani esportati alle Seychelles.

Sud America: prime esportazioni di ananas in Israele
La Costa Rica ha esportato i primi ananas in Israele come nuovo mercato di esportazione. Gli ananas sono arrivati in ottime condizioni a Tel Aviv.

Il ministro del Commercio estero della Costa Rica, Manuel Tovar Rivera, e le autorità agricole israeliane hanno festeggiato insieme l'arrivo degli ananas costaricani in Israele. Il coltivatore ed esportatore costaricano Upala Agrícola è la prima azienda ad aver completato i requisiti e le certificazioni necessarie per raggiungere il mercato israeliano.

L'obiettivo è quello di far crescere costantemente il mercato, soddisfare i requisiti e dimostrare a Israele che la Costa Rica è in grado di fornire le specifiche desiderate di ananas. La Costa Rica si unisce alla Repubblica Dominicana che annovera Israele tra i suoi principali mercati di esportazione di ananas.

Repubblica Dominicana: concentrarsi sull'aumento delle esportazioni ai livelli pre-pandemici
I coltivatori e gli esportatori della Repubblica Dominicana riferiscono che la domanda di ananas da parte di Israele è tornata ai livelli pre-pandemici. Tuttavia, a causa dell'aumento dei costi di spedizione, dell'aumento globale dei costi degli agrofarmaci e di altri fattori produttivi, il paese non è in grado di soddisfare la domanda in questo momento.

La piccola nazione insulare si sta concentrando anche sul ritorno delle esportazioni di ananas ai livelli pre-pandemici in altri mercati come l'Europa, soprattutto perché gli orari delle compagnie aeree sono tornati alla normalità, con voli più frequenti. Ciò consente di trasportare un maggior numero di ananas sui mercati mondiali, grazie al ritorno del turismo nella Repubblica Dominicana.

Cina: la Festa di Metà Autunno incrementa le vendite di ananas
Lo scorso marzo agli ananas taiwanesi è stato vietato l'ingresso nella Cina continentale a causa di "parassiti dannosi" che potrebbero compromettere il raccolto. Secondo il Consiglio dell'Agricoltura di Taiwan, l'isola produce 420mila tonnellate di ananas all'anno, di cui il 10% è stato esportato in Cina un anno fa. Il divieto ha favorito altri mercati di esportazione verso la Cina, tra cui la Malesia.

La Cina produce ananas nelle province di Guangdong, Hainan, Taiwan e Guangxi. La produzione totale di Guangdong e Hainan insieme rappresenta l'85% della produzione nazionale. La Cina si appresta a celebrare la Festa di metà autunno. Si tratta di un periodo solitamente buono per la frutta e la frutta importata e un'opportunità per gli ananas filippini e malesi. Ad agosto è stato annunciato che gli ananas indonesiani hanno ottenuto l'accesso al mercato cinese.

Australia: le nuove varietà hanno un alto rendimento per i coltivatori
Il mercato australiano dell'ananas è alimentato al 100% dalla produzione nazionale. I coltivatori che producono tre delle ultime varietà commerciali di ananas di origine locale stanno ricevendo rendimenti significativamente più elevati, secondo un'azienda di prodotti freschi responsabile della distribuzione e della commercializzazione di questi frutti. Anche se la coltivazione di queste varietà comporta un costo aggiuntivo sotto forma di royalty, le aziende agricole che hanno piantato le varietà Aus-Jubilee, Aus-Carnival e Aus-Festival stanno registrando profitti maggiori.
 
"Guardando i rendimenti dell'anno scorso, al netto delle royalties, le colture hanno ottenuto risultati migliori rispetto alla varietà Gold standard, che a sua volta ottiene risultati migliori rispetto alla varietà liscia standard. Credo che dipenda dal mese la differenza di valutazione del prezzo, ma in alcuni mesi è superiore del 28%. Cerchiamo sempre di avere un prodotto di qualità superiore e l'Aus-Jubilee è probabilmente la più popolare (e la prima rilasciata), soprattutto durante l'inverno e stiamo ottenendo una buona trazione".

Le prime piante sono state piantate a Yeppoon, nel Queensland centrale, su scala molto ridotta. Il numero di piante è cresciuto da appena 16 a oltre due milioni e mezzo di oggi. L'obiettivo delle tre varietà è quello di creare un punto di differenza sul mercato, in modo che i consumatori cerchino il frutto per nome, consentendo ai coltivatori e ai grossisti di avere un maggiore potere di determinazione dei prezzi.

Secondo l'Australian Horticulture Statistics Handbook di Hort Innovation, per l'anno conclusosi a giugno 2021 sono state prodotte 71.084 tonnellate di ananas (con un aumento dell'8% rispetto all'anno precedente), per un valore di 46,8 milioni di dollari, di cui il 34% è stato inviato alla trasformazione. Tutta l'offerta rimane sul mercato interno australiano, senza importazioni o esportazioni. A livello di vendita al dettaglio, il 40% delle famiglie australiane ha acquistato ananas freschi, con una media di 1,1 kg ogni volta che si è recato al supermercato.


Data di pubblicazione:
© /



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto