L'attività dell'OP Opas

Interventi per il miglioramento e la commercializzazione della viticoltura da mensa in Sicilia

Il progetto della misura 16.1 del PSR "Innovitis", iniziato nell'agosto del 2020, prevede una compagine articolata rappresentata da diverse aziende del territorio, con capofila l'OP Opas.

Il nuovo magazzino dell'OP Opas

L'OP, nell'occasione dell'inaugurazione di un nuovo magazzino, ha organizzato un seminario volto a costituire un momento di sintesi del progetto stesso.

Taglio del nastro, al centro il presidente dell'OP Nunzio Busacca

Realizzato grazie all'azione congiunta e sinergica di diversi partner, il progetto è stato affiancato, per la parte relativa alla ricerca, da: Università di Catania-Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (responsabile scientifico del progetto Elisabetta Nicolosi), CREA di Acireale, CSEI-Catania e con la consulenza dell'Università di Palermo.

Obiettivo fondamentale di "Innovitis" è quello di trasferire alle imprese socie dell'organizzazione nuovi ibridi di uva da tavola che l'Università aveva costituito anni addietro, a seguito di un precedente rapporto di collaborazione con l'Opas stessa.

Non meno importanti le altre azioni di trasferimento di innovazioni: sono stati trasferiti e recepiti dalle aziende partner del progetto, protocolli di coltivazione per il fuori suolo con la realizzazione di una serra idonea, protocolli di gestione del suolo per la razionalizzazione dell'uso dei mezzi tecnici, protocolli per l'utilizzo razionale della risorsa idrica, protocolli di gestione del grappolo mediante la tecnica dell'insacchettamento.

Giovanni Spata

Complessivamente, sono stati costituiti 1140 ibridi (ottenuti da 11 parentali in diversa combinazione d'incrocio), di cui 990 sono in fase di valutazione; alcuni dei quali ancora non produttivi, mentre altri 410 sono già stati valutati per due anni di seguito per le loro caratteristiche morfologiche e carpologiche. Sono state, cioè, valutate le caratteristiche della pianta e le caratteristiche dei frutti di questi ibridi.

Giovanni Verga

Nell'ambito di questi 410 individui, l'anno scorso sono state individuate 25 promettenti selezioni che sono state moltiplicate in maniera massiccia nelle aziende del territorio, afferenti sempre alla compagine descritta.

Gennaro Velardo

Si è cercato di ottenere più materiale possibile, al fine di effettuare osservazioni sul post raccolta, ossia su come queste varietà possano andare incontro a un processo di confezionamento e per trarre tutti quegli elementi che permettono di essere pronti per un lancio vero e proprio sul mercato.

Alessandra Gentile

Oggi lo stato di avanzamento del progetto mette gli attori coinvolti nelle condizioni, aspettando questa stagione produttiva, di avere 6 nuove varietà da registrare presso il CPVO (Community Plant Variety Office). Ovviamente, le varietà per prima cosa saranno a disposizione dei produttori dell'Opas: due selezioni a bacca bianca, due a bacca nera e due a bacca rosata.

Rosario Di Lorenzo

Nel corso dei lavori, inoltre, è stata avanzata l'idea di un nuovo marchio Igp regionale per l'uva da tavola siciliana, che vorrebbe accorpare ed ampliare le due Igp già esistenti di Canicattì e Mazzarrone.

Giovanni Sutera

L'ipotesi nasce dalle nuove condizioni che vedrebbero "l'agricoltura contestualizzata in uno scenario diverso, rispetto a quello che si avvertiva nei decenni passati. Oggi a farla da padrona sono i cambiamenti climatici, l'impoverimento delle falde acquifere e, probabilmente, la globalizzazione, che tutti giocano un ruolo strategico.

Vincenzo Falconi

"Inoltre, bisogna ovviare alla pressione della concorrenza estera e quindi avere una maggiore visibilità del prodotto all'origine, oltre ad una continuità nelle forniture che può essere raggiunta solo da una compagine produttiva più estesa".

Antonino Azzaro

Bisogna adesso capire come incardinare l'idea lanciata dal magazzino dell'OP Opas nel quadro normativo vigente.

Salvatore Barbagallo

Sono intervenuti: Giovanni Spata, sindaco di Mazzarrone; Giovanni Verga, sindaco di Licodia Eubea; Gennaro Velardo, presidente Italia Ortofrutta; Alessandra Gentile, Università degli Studi di Catania; Rosario Di Lorenzo, Università degli Studi di Palermo; Giovanni Sutera, IPA Catania; Vincenzo Falconi, direttore Italia Ortofrutta; Antonino Azzaro, Innovation Broker del Progetto Innovitis; Salvatore Barbagallo, presidente CSEI Catania; Nunzio Busacca, presidente Organizzazione Produttori Agricoli Siciliani - OPAS.

Per maggiori informazioni: 
OP Opas
Via Botteghelle, 65/B
95040 - Mazzarrone (CT) – Italy
+39 338 271 3756
info@opas-sicilia.it
www.opas-sicilia.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto