La domanda di mirtilli serbi supera le aspettative

I mirtilli della Serbia stanno godendo di una crescente popolarità, secondo quanto afferma un esportatore di piccoli frutti. La scorsa stagione è stata un successo per la sua azienda, e le sfide dettate dalla pandemia l'hanno costretta a migliorare le sue operazioni. Ora la società ha intenzione di lanciare un progetto a residuo zero.

Dejan Stajić, proprietario e fondatore dell'azienda d'esportazione di bacche serba Berry4U, afferma che l'anno scorso è stata una stagione di mirtilli di successo.

"Siamo rimasti molto soddisfatti. Ci siamo impegnati molto per rendere la scorsa stagione più che positiva. Tutte le sfide determinate dalla pandemia ci hanno reso più forti, perché abbiamo dovuto lavorare di più, impegnarci di più per trovare operai per la raccolta e per il trasporto e abbiamo avuto molte più scartoffie da sbrigare. Abbiamo imparato molto e abbiamo continuato a lottare per ottenere i risultati migliori. La domanda di mirtilli serbi supera le nostre aspettative. La nostra qualità e il periodo di raccolta stanno mettendo i mirtilli serbi in cima alla lista".

Nell'ultimo anno, i mercati in cui Berry4U ha esportato i propri mirtilli si sono ampliati. "L'anno scorso i nostri mirtilli sono stati inviati a Dubai attraverso la Germania, i Paesi Bassi, l'Inghilterra e l'Austria - dice Stajić - Ora stiamo lavorando duramente per far sì che il nostro prodotto venga commercializzato in Francia e in Scandinavia. Sono fermamente convinto che avremo successo anche in questi mercati".

Il prossimo passo per Berry4U è quello di fornire un prodotto che sia privo di residui di agrofarmaci. "Nella nostra strategia di sviluppo e di monitoraggio delle tendenze attraverso l'innovazione abbiamo intenzione di lanciare un progetto a zero residui, con l'obiettivo di certificare una parte della piantagione come priva di residui di agrofarmaci. Si tratta di un tipo di produzione sempre più popolare e la domanda di prodotti, che quindi garantiscono la sicurezza alimentare, è più alta".

Stajić è ottimista sul futuro dei piccoli frutti serbi, in generale, basandosi sulla sua esperienza con i suoi partner stranieri. "Abbiamo grandi aspettative per i nostri frutti. Non solo per i mirtilli, ma per tutti i i piccoli frutti che coltiviamo e vendiamo nel mondo. Abbiamo raggiunto la qualità migliore per i nostri prodotti grazie a molta dedizione e duro lavoro. La Serbia è un Paese con molta terra fertile e di qualità. Si è scoperto che i mirtilli prosperano nelle nostre terre e vediamo del potenziale. La domanda di mirtilli dalla Serbia cresce ogni anno, perché i nostri soci stranieri ormai sanno che il nostro marchio è sinonimo di qualità".

Per maggiori informazioni:
Dejan Stajić
Berry4U
+46 737 811 707
+381658117177 
dejanstajic@berry4u.com 
www.berry4u.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto