Azienda turca punta a diventare leader nel settore indiano delle mele nell'arco di tre anni

Sul mercato indiano c'è molta concorrenza, quando si tratta di mele. Un esportatore turco ha l'obiettivo di diventare il più grande fornitore di mele in quella regione. Tuttavia, l'Iran e la Polonia sono degni concorrenti, entrambi con valide specialità in determinate varietà. Fortunatamente per i turchi, il loro raccolto sembra essere di buona qualità, quest'anno, secondo quanto afferma l'esportatore.

Alper Kerim, proprietario dell'azienda esportatrice turca di mele Demir Fresh Fruits, afferma di essere nel mezzo della stagione melicola, già da un paio di mesi: "Abbiamo iniziato le nostre operazioni di esportazione con la varietà Gala quasi due mesi fa. Naturalmente esportiamo anche altre cultivar, come Red Delicious, Granny Smith, Golden, Fuji, che hanno seguito la Gala. La stagione sta prendendo vigore e il periodo di alta stagione arriverà a gennaio e febbraio 2022. I volumi sono quasi gli stessi dell'anno scorso, ma la qualità è nettamente migliore, soprattutto in termini di colorazione, che risulta essere di un livello superiore. Quest'anno faremo fatica a trovare mele di grado XF. Sembra che siano tutte di qualità superiore".

L'esportatore si concentra sul mercato indiano e incontra concorrenza da paesi come l'Iran e la Polonia, spiega Kerim. "Demir Fresh Fruits è il terzo più grande esportatore di mele in Turchia e il nostro mercato principale è l'India. In tale mercato l'industria melicola turca compete con l'Iran e la Polonia. Per la varietà Red Delicious, il nostro più grande concorrente è l'Iran e, quando si tratta di mele Gala, anche la Polonia è un grande rivale per noi. L'Iran dispone di grandi volumi, quest'anno, e spedisce molto al mercato indiano. Dall'altro lato, le mele di Washington hanno un'alta aliquota fiscale in India e gli elevati prezzi delle mele in Europa influenzeranno positivamente le mele turche".

Anche se il mondo sta sperimentando grandi problemi logistici, Kerim non sta incontrando particolari difficoltà, in questo senso. Il problema più grande è affrontare l'aumento dei costi di produzione, come spiega: "I prezzi delle mele sono piuttosto stabili, simili all'anno scorso. Questo è dovuto alla perdita di valore della valuta turca rispetto al dollaro americano. Tuttavia, i nostri costi sono aumentati molto, rispetto alla stagione precedente. I costi di produzione e i prezzi del materiale d'imballaggio sono più alti, il che a sua volta influisce sui nostri prezzi di vendita. In termini di logistica, stiamo andando bene. Abbiamo impegni e programmi fissi con i nostri clienti, per cui abbiamo tutto il tempo del mondo per sederci e parlare con le compagnie di navigazione prima dell'inizio della stagione. Questo si è tradotto in garanzie da queste linee per tutta la stagione, il che ci aiuta a continuare le nostre operazioni in modo regolare".

Grazie alla collaborazione con l'importatore indiano di prodotti freschi IG International, Kerim spera di diventare il più grande fornitore di mele turche sui mercati indiani entro un paio d'anni: "Il nostro rinomato marchio, DeBa, sta diventando ogni giorno più famoso, in India, grazie alla nostra qualità sostenibile. Abbiamo iniziato i lavori di promozione con il nostro più grande partner in India, IG international. Il nostro obiettivo è quello di diventare il migliore e più grande marchio di mele turche sul mercato indiano nell'arco di tre anni", conclude.

Per maggiori informazioni:
Alper Kerim
Demir Fresh Fruits
Tel: +90 532 514 2080
Email: alper@dff.com.tr 
www.dff.com.tr 


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto