Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Serbia: la raccolta delle mele inizierà nelle prossime settimane

Quest'anno, la Serbia prevede un raccolto di mele compreso tra 530 e 540 mila tonnellate. In generale, quest'anno ci saranno molte più mele sul mercato globale.

La Fiera dell'Agricoltura di Novi Sad è iniziata il 18 settembre
L'88ma Fiera Internazionale dell'Agricoltura di Novi Sad, la più antica fiera sull'agricoltura dei Balcani occidentali, è iniziata il 18 settembre e ha ospitato espositori provenienti da 17 Paesi. A causa della pandemia globale di Covid-19, l’edizione dello scorso anno era stata rinviata di un anno. Quest'anno, la tanto attesa manifestazione si è svolta, con le dovute precauzioni per garantire la sicurezza e la salute di espositori e visitatori.

La fiera ha ospitato il settore della meccanizzazione agricola, mostre di bestiame, numerosi seminari e incontri B2B. Il Padiglione arancione rappresenta l'agricoltura olandese e ospita una dozzina di aziende di diversi settori agricoli.

Previsto un buon raccolto di mele, vendite impegnative
I frutticoltori dovrebbero iniziare la raccolta delle mele nelle prossime settimane. In questa stagione, la raccolta partirà leggermente in ritardo, a causa della primavera fredda.

La siccità e le alte temperature estive non hanno danneggiato i raccolti, perché i frutticoltori hanno applicato nuove tecnologie di irrigazione. Secondo il prof. Zoran Keserović, la Serbia produrrà in questa stagione tra le 530mila e le 540mila tonnellate di mele.

"Si prevede che la quantità di mele sul mercato globale sarà maggiore, quest'anno. Nell'Unione europea, la resa sarà del 10% superiore rispetto allo scorso anno, con una stima di circa 11,1 milioni di tonnellate. La sola Polonia produrrà 4,15 milioni di tonnellate di mele", ha detto Keserović.

"In Russia, la produzione di mele raggiungerà 1,4 milioni di tonnellate", ha aggiunto il professore. “Sono 200mila chilogrammi in più rispetto alla scorsa stagione, mentre in Cina si prevede che la resa sarà di 43 milioni di tonnellate. Ci sarà un aumento delle rese per molte varietà come Gala, Idared, Jonagold, Red Delicacy".

Keserović consiglia ai frutticoltori serbi di vendere non appena riescono a ottenere un prezzo di 30 centesimi di euro al chilogrammo per le vendite all'ingrosso. "Se il prezzo è superiore a 30-35 centesimi di euro, dovrebbero vendere immediatamente". Keserović ha anche affermato che le mele della varietà Gala, la cui raccolta è ancora in corso, hanno un ottimo prezzo all'ingrosso di 50-55 centesimi di euro.

In Serbia, ci sono molte mele invendute della scorsa stagione, perché gli agricoltori erano riluttanti a vendere, prevedendo un incremento del prezzo. Poiché ciò non è accaduto, molti frutticoltori non hanno ottenuto dei buoni introiti, e la situazione non è destinata a migliorare, poiché quest'anno si prevede una resa record di mele in tutto il mondo.

Fonte: Agroberichtenbuitenland


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto