Carlo De Riso chiede una legge speciale per la manutenzione e il risanamento dei muretti a secco

In dirittura d'arrivo la campagna di commercializzazione del limone Costa D'Amalfi Igp

"Siamo giunti ormai quasi a chiusura della campagna di commercializzazione del limone Costa D'Amalfi Igp. Nonostante le innumerevoli difficoltà incontrate nel periodo di giugno e luglio a causa delle temperature elevate, che hanno comportato una forte cascola e una ridotta shelf-life del prodotto (che per filosofia aziendale non subisce trattamenti in post raccolta), abbiamo commercializzato all'incirca il 40% di merce in più rispetto al 2020, anche se, di contro, i prezzi sono stati più bassi". E' quanto dichiara Carlo De Riso.

Effetto della cascola

Il Cav. Carlo De Riso, Amministratore della Costieragrumi, - azienda riferimento della Costa D'Amalfi, che aggrega circa 200 produttori iscritti all'OP Costieragrumi e al circuito di tutela del Limone Costa d'Amalfi Igp - fa il punto della stagione limonicola che è in dirittura d'arrivo e su un'estate estremamente impegnativa.

"Abbiamo avuto buoni riscontri commerciali - dice De Riso - grazie alla Grande Distribuzione Organizzata, attenta alla qualità dei limoni certificati e che, organizzando promozioni e offerte, ci ha permesso di immettere sul mercato, in brevi periodi, notevoli quantità di prodotto. Mentre il consumatore finale ha risposto acquistando in modo attento e consapevole; tant'è vero che sono molte le recensioni di apprezzamento e gradimento pervenuteci per il prodotto offerto nei punti vendita. Al termine della stagione limonicola del Limone Costa d'Amalfi Igp, continueremo comunque a fornire prodotto convenzionale, rigorosamente italiano, con buccia edibile".

In foto, il dissesto dei muretti a secco

In Costa d'Amalfi, per via dell'orografia del luogo, connotata da terrazzamenti lungo le pendici che affacciano sul mare, tutte le attività nei giardini di limoni vengono eseguite rigorosamente a mano: a partire dalla manutenzione, fino alla raccolta e al trasporto a spalla. Quest'ultimo è stato a dir poco massacrante, per via delle temperature elevate di questa estate.

"Le difficoltà che incontriamo - conclude De Riso - mi portano a rivolgere un sentito appello, se non un grido di allarme, ai nostri politici, affinché si riesca a elaborare e attuare una legge speciale per la manutenzione e il risanamento dei muretti a secco della Costa d'Amalfi, che contengono i vari terrazzamenti, prima che tale carenza possa causare vittime e tragedie, in conseguenza di avversità atmosferiche purtroppo non più gestibili negli ultimi decenni".

"Vivendo ogni giorno in questo luogo, mi permetto di sottolineare la forte preoccupazione verso un territorio fragile. Mi rivolgo pertanto al nostro Ministro dell'Agricoltura Stefano Patuanelli e all'Assessore all'Agricoltura Regione Campania Nicola Caputo, che in visita in Costa d'Amalfi insieme al direttore generale della FAO, Qu Dongyu, hanno potuto apprezzare in prima persona le nostre bellezze paesaggistiche, culturali e culinarie, ma anche toccare con mano quelle che sono le criticità di questo territorio, patrimonio mondiale dell'Umanità. Noi, in veste di Organizzazione di Produttori, siamo disponibili a illustrare la situazione a chi di competenza, affinché ci si renda conto di quelli che sono i rischi idrogeologici, per intervenire e mitigare, laddove non sia possibile eliminare, il rischio di eventi catastrofici".

Per maggiori informazioni:
Costieragrumi De Riso S.r.l      
Via Pioppi, snc - Loc. Tufo
84010 - Minori - (SA)
+39 089 877788
info@costieragrumi.it
www.costieragrumi.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto