Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La stagione delle drupacee inizia lentamente in Svizzera

I consumatori chiedono a gran voce nuovi prodotti freschi

Il tradizionale cambio di stagione per la frutta nel commercio al dettaglio svizzero è già in corso. I primi meloni e le prime drupacee spagnoli sono già disponibili sugli scaffali, ma il freddo nelle zone di produzione sta avendo un effetto notevole sulla fornitura, secondo Michele Lomma, direttore di Rodi Fructus AG, una società di importazione di frutta con sede a Basilea (Svizzera).

L'annata di commercializzazione 2021 procede lentamente, spiega Lomma. "Le vendite sono buone, ma per niente paragonabili all'anno scorso. Soprattutto all'inizio della crisi del coronavirus in marzo e aprile abbiamo venduto quantità record di agrumi", ricorda il commerciante di frutta.


Michele Lomma consiglia e fornisce i rivenditori svizzeri da molti anni.

Inizio lento della stagione delle drupacee
Rodi Fructus AG è nel mezzo della transizione stagionale. "La gente è ansiosa di provare nuovi prodotti freschi, come le drupacee dalla Spagna", dice Lomma. Tuttavia, l'offerta è piuttosto limitata a causa dell'ondata di freddo nelle zone di produzione. "A Murcia, normalmente la zona più soleggiata della Spagna, il freddo e le piogge hanno avuto un effetto notevole sulla produzione di questi frutti, quindi l'inizio della stagione è stato ritardato di due settimane".

Anche la qualità interna delle drupacee non è ottimale. "Normalmente non avremmo offerto albicocche di questa qualità", spiega Lomma. "La qualità e l'offerta di pesche e nettarine sono leggermente migliori, perché ci sono state meno incidenze di grandine nella principale zona di coltivazione, l'Andalusia".

Transizione perfetta per i meloni
Oltre alle drupacee, Rodi Fructus AG ha iniziato a fornire anche meloni spagnoli. I meloni Galia, i meloni gialletti e le angurie sono già disponibili in quantità limitate da una settimana. Il primo Charentais di Murcia arriverà a breve. "Speriamo nel bel tempo per poter offrire il melone Charentais con un valore Brix minimo di 13-14".

Nonostante l'ondata di freddo nel Mediterraneo, non c'è stata carenza di meloni sul mercato svizzero, secondo Lomma. "Siamo stati in grado di colmare il divario con i prodotti marocchini e abbiamo potuto iniziare senza problemi con i prodotti spagnoli subito dopo la fine della stagione d'oltremare".

Nel complesso, il commerciante è soddisfatto della passata stagione d'oltremare. "Ci sono stati ritardi nella fornitura di meloni e ananas durante l'alta stagione, ma poi la situazione si è alleggerita. I prezzi dei meloni d'oltremare sono stati relativamente normali e stabili per tutta la stagione".

Per maggiori informazioni:
Michele Lomma
Rodi Fructus AG
Bäumlimattstrasse 14
Postfach 253
4313 Möhlin (Svizzera)
+41 61 855 57 57 
info@rodifructus.ch 
www.rodifructus.ch


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto