Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Prodotto ora disponibile da Peru' e Sudafrica

Scarsa disponibilita' di calibri grandi di avocado sul mercato italiano

Di solito, le vendite di prodotti etnico-esotici nei mesi di gennaio e febbraio subiscono una battuta d'arresto. A marzo e aprile la tendenza è di ripresa o stabilità dei mercati.


Avocado. (Foto fornita da Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

Per quanto riguarda l'avocado, è appena iniziata la stagione della varietà Hass dal Perù. "Essendo i primi quantitativi in arrivo sui mercati, i calibri sono prevalentemente piccoli (18, 20, 22) e sono adatti ai mercati dell'Est e del Nord Europa. Sono limitate, al momento, le partite di dimensioni adeguate al mercato italiano, ossia 10, 12, 14 e 16. Da metà maggio, questa situazione verrà risolta - sostiene Giorgio Donnarumma, sales manager della milanese Nuovafrutta - Le campagne di Israele, Marocco e Messico sono terminate. Ad aver appena iniziato con avocado a buccia verde e Hass è anche il Sudafrica".


Avocado. (Foto fornita da Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

I lime hanno raggiunto prezzi sottocosto a inizio 2021, con una leggera ripresa nelle ultime settimane. "Venendo a mancare il canale della ristorazione e dei bar, la sola vendita al dettaglio nei supermercati non può compensare i quantitativi in arrivo sui mercati europei", spiega il sales manager.


Lime. (Foto fornita da Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

Mercato molto soddisfacente, per tutto marzo e ad aprile, per la papaya. Donnarumma sottolinea che si è arrivati a un raddoppio delle cifre, sia a livello di vendite che di prezzi. "Il mercato della papaya è stato soddisfacente dal punto di vista dei guadagni, meno in termini di qualità della merce disponibile. Con l'arrivo di meloni, angurie, nespole, le vendite di papaya si stabilizzeranno".


Papaya Formosa brasiliana. (Foto fornita da Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

Volge al termine la stagione dei mango peruviani, che è risultata non troppo soddisfacente sia a livello di qualità che di prezzi. "Una campagna segnata, a causa della pandemia, da noli aerei elevatissimi e voli difficili da trovare. Altalenante, con qualità dei mango non sempre all'altezza della situazione nel cambio di areale di produzione peruviano, da Piura a Casma. Ci sono state stagioni migliori, sicuramente".


Mango. (Foto fornita da Giorgio Donnarumma - Nuovafrutta)

Ora arriveranno i mango dalla Costa d'Avorio, la cui campagna durerà circa un mese. "Stagione molto veloce, con frutti molto buoni al consumo, ma esteticamente più brutti. I mango brasiliani, invece, hanno mantenuto una tendenza medio-bassa in questi primi mesi del 2021". Più avanti si proseguirà con i mango messicani.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto