Avvisi



















Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Leon de Kock – Grape Alliance

Le vendite al dettaglio di uva procedono come al solito, ma quale sara' il prossimo mercato a chiudere?

Secondo Leon de Kock, amministratore delegato di Grape Alliance, l'azienda sta notando un certo vigore nell'arrivo degli ordini da Europa e Regno Unito mentre riesce a compensare la carenza del raccolto di Orange River, dovuta ai danni della pioggia, con le uve di Hex River.

E' stata una stagione un po' movimentata nella Valle di Hex River.

"Il grado zuccherino si sta sviluppando più gradualmente rispetto all'anno scorso. Non siamo in ritardo, non certo come lo è stata Orange River, diciamo che siamo più o meno in linea con le previsioni. Tutte le cultivar, comprese le uve Crimson con le quali prevediamo di cominciare a breve, stanno maturando più lentamente e il fatto che siano più distribuite rispetto all'anno scorso si può considerare una buona cosa".

Nei suoi vigneti a Hex River l'azienda sta imballando la varietà rossa Arra29 e la varietà bianca Arra 15 (nella foto qui sopra). La stagione namibiana della società si è sviluppata senza alcun problema, con una qualità costante e volumi consistenti.

Il vento e le restrizioni sulla produttività al porto di Città del Capo dovute alla pandemia hanno portato l'azienda a imballare uve, che originariamente erano destinate a due navi, sulla Maersk Luz, che ha subito un ritardo di due settimane a Città del Capo.

La nave ha destinazione Rotterdam, con 12 giorni di ritardo e un carico delle prime uve di Hex River destinate a Europa e Regno Unito. Non stiamo certo gioendo di questo, ma la prendiamo con filosofia.

"La domanda di uve è stabile e anche se il prezzo è diminuito dopo Natale come succede sempre, è rimasto più stabile di quanto ci si potesse aspettare per il periodo", sostiene Leon.

"Attualmente il grande rischio è dato dalla chiusura dei mercati a causa della pandemia. Ciò sta generando un po' di incertezza. Ma il semplice fatto di poter  soddisfare gli ordini che arrivano a causa dei volumi più bassi da Orange River - e le uve di cui disponiamo sono decisamente sufficienti - ci mette in una buona posizione".

Il 70% delle uve della società vengono inviate in Europa e Regno Unito. Un aspetto degno di nota è che nel commercio al dettaglio, dove i dati relativi alle vendite settimanali mostrano un aumento anno su anno - al contrario di quanto è successo durante il primo lockdown - la situazione sta procedendo in maniera normale.

Il commercio procede come al solito durante il post-Brexit
Questo periodo di post-Brexit presenta delle differenze? "Le cose sembrano diverse solo agli europei, ma per noi l'attività non è cambiata in quanto siamo abituati ai documenti e alle certificazioni fitosanitarie, che accompagnano il commercio internazionale, quindi per noi la situazione non ha niente di nuovo".

Forse il trasporto all'interno del Regno Unito è un po' più lento del normale, ma De Kock lo attribuisce alla pandemia, non alla Brexit e in ogni caso, come dice, è trascurabile rispetto al ritardo maturato dalla nave.

Uve Arra29 in fase di imballaggio a Hex River per Grape Alliance (foto fornite da Leon de Kock)

L'azienda non ha riscontrato casi di Covid-19 nei suoi centri di imballaggio; l'unico nella sede centrale è stato prontamente isolato senza ulteriori infezioni.

Per maggiori informazioni
Leon de Kock
Grape Alliance
Tel.: +27 23 354 8152
Email: leon@grapealliance.co.za
Web: www.grapealliancemarketing.co.za


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto