Papaya extra large fornita tutto l'anno da un’azienda specializzata panamense

La papaya, nota anche come "frutto degli angeli", aggiunge un tocco esotico a molti piatti e bevande. Rispondendo alla crescente domanda europea, un'azienda specializzata con sede a Panama, la Panafruit S.A., sta per presentare agli europei la sua varietà unica: la Hawaiian Big Papaya. Il frutto è disponibile tutto l'anno e, per offrire agli acquirenti tempi di distribuzione più ampi, l'azienda sta valutando come opzione anche il trasporto aereo.

La Panafruit è un'azienda a conduzione familiare che esporta papaya da oltre 20 anni. Inizialmente, produceva una varietà conosciuta come Tainung, ma l'azienda ha sviluppato un programma di miglioramento genetico da cui è recentemente scaturito un nuovo ibrido: Hawaiian Big Papaya, appunto.

Mayan Safi, direttore dell’impianto di confezionamento, spiega cosa rende speciale questa varietà: "Hawaiian Big Papaya è un ibrido tra le varietà taiwanesi e hawaiane e produce un frutto saporito, dolce e leggermente più grande della media. E' un marchio registrato negli Stati Uniti e a Panama".

Safi parla di un ulteriore vantaggio della papaya panamense: "Molti Paesi sono soggetti a cambiamenti stagionali e a temperature variabili. A Panama, c'è solo una leggera differenza tra estate e inverno. Questo significa che le nostre piante di papaya sono produttive tutto l'anno".

La Panafruit gestisce l'intera catena di fornitura, dalla semina all'imballaggio, fino alla spedizione. "Una volta che il frutto è pronto, lo raccogliamo, lo laviamo e lo trattiamo, quindi lo trasportiamo via terra a Panama City", dice Safi. "Da lì, tradizionalmente lo spediamo via mare negli Stati Uniti e in Canada. Ma ora stiamo esplorando nuovi mercati e nuove opzioni di spedizione. Ad esempio, man mano che ci espandiamo sul mercato europeo, valutiamo la possibilità del trasporto aereo. La papaya ha una durata di conservazione che va da 21 a 28 giorni, se viene mantenuta la catena del freddo. La spedizione via mare in Europa richiede 14 giorni, quindi è un'opzione disponibile, ma il trasporto aereo significa che possiamo consegnare più velocemente il prodotto ai nostri clienti, consentendo loro un lasso di tempo più ampio per la distribuzione in tutta Europa".

Un'altra nuova sfida per la Panafruit è l'agricoltura biologica. Per soddisfare i requisiti di frutta certificata bio, l'azienda ha avviato una piantagione completamente nuova. "E' un investimento a lungo termine perché, prima di ottenere la certificazione, dobbiamo dimostrare per cinque anni la conformità allo standard richiesto", afferma Safi. "Ma fornire papaya biologica significa che possiamo raggiungere un mercato completamente nuovo, in Europa".

La Panafruit sta effettuando importanti investimenti anche in altre aree, per andare incontro agli acquirenti europei. Ad esempio, l'azienda è attualmente in procinto di ottenere la certificazione GlobalGAP + GRASP. L’iter è stato ritardato a causa della pandemia, ma Safi spera che sia ultimato a dicembre 2020.

Seguire un’alimentazione più salutare è una tendenza molto forte, tra i consumatori europei, e il Covid-19 la spinge a livelli ancora maggiori. Questo significa che i frutti come la papaya, con alti livelli di vitamina C, sono molto richiesti. All'inizio la Panafruit ha subito delle conseguenze, a causa della pandemia, dovendo chiudere per alcune settimane all'inizio del 2020. "Ciò ha influenzato il ciclo di maturazione e raccolta", spiega Safi. "Ma ora applichiamo le misure e le procedure necessarie a mantenere i nostri lavoratori in sicurezza, garantendo la qualità che i nostri clienti si aspettano".

L'azienda di famiglia è impegnata a gestire qualsiasi situazione si presenti, guardando avanti e stando al passo con le esigenze del mercato. "Migliorando la nostra infrastruttura e aumentando il nostro personale, possiamo mantenere un'alta qualità e costruire solide partnership con i clienti, continuando anche a portare benefici alla nostra comunità locale".

Scopri di più su Panafruit e altri affidabili fornitori dell'America centrale nella brochure Connecting Central America, oppure richiedi un incontro virtuale B2B, tramite la pagina dell'evento Virtual B2B Meetings. Puoi anche metterti in contatto o saperne di più tramite il sito web di Panafruit.

Panafuit è promossa dal Centro per la promozione delle importazioni dai Paesi in via di sviluppo (CBI) come parte dell'iniziativa CBI Connecting Central America. Questa iniziativa è cofinanziata dall'Unione europea e coordinata dal Segretariato per l'integrazione economica centroamericana (SIECA).

Per maggiori informazioni:
Maryan Safi
Panafruit
Mob: +507 6293-8697
Email: maryan.safi@panafruit.com.pa
www.panafruit.com.pa 

Arno van der Maden
Email: arno@nsdeltropico.com
Mob: +506 884 74 74


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto