Avvisi





Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La testimonianza di Simone Bernardi, Ceo di Lagnasco Group

Le vendite online? Una scoperta interessante in periodo Covid-19

Finale interessante della stagione 2019/20 per mele e kiwi, con un aumento di volumi movimentati e prezzi, specialmente sul mercato interno. Qualche risultato in più rispetto allo scorso anno per le drupacee, considerati i quantitativi inferiori generali. Campagna del mirtillo positiva, nonostante alcuni problemi legati alle piogge che hanno impattato la tenuta del prodotto; il mercato è però risultato molto interessante, con consumi importanti.

Così riassume Simone Bernardi (foto a lato), amministratore delegato di Lagnasco Group, consorzio di cooperative con sede a Lagnasco, in provincia di Cuneo, che continua: "Come tante altre realtà del settore, durante il lockdown ci siamo trovati ad affrontare le chiusure dei vari porti, i rallentamenti logistici, la problematica degli incassi. Il mercato interno ci ha però dato una grande soddisfazione, in quanto il consumo di ortofrutta in generale è aumentato. In concomitanza dell'emergenza sanitaria, mele e kiwi si sono venduti bene poiché sono prodotti con una conservabilità maggiore".

Vendita online di mele
"Prima della quarantena eravamo già in procinto di partire con un test di vendita online, grazie a una nostra pagina dedicata. Durante l'emergenza, ci siamo resi conto che è un progetto con ottime potenzialità e che per noi, specie in alcuni frangenti, ha funzionato davvero. Sicuramente si tratta di un'opportunità per il futuro, in particolare per un rapporto più diretto con il consumatore finale, segmento nuovo per noi specializzati in B2B".

Bernardi sottolinea quanto sia necessario avere delle competenze specifiche nella vendita online. "Siamo tornati sui banchi di scuola, se vogliamo spiegarlo così. Inoltre, c'è stato bisogno di comprendere le dinamiche, uscire dagli schemi e pensare diversamente. Ci siamo scontrati, ad esempio, con la questione del pricing: non solo una cifra da cui ottenere un ricavo, bensì una vera indagine psicologica, discorso che colossi come Amazon conoscono alla perfezione. E' stato necessario un servizio di customer care e mantenere una coerenza di brand".

Nello sviluppo delle vendite online, il Ceo di Lagnasco Group spiega che non è stata sfruttata la catena del freddo, ma "abbiamo spedito tramite corriere tradizionale. Non ci sono state contestazioni e tutti gli obiettivi che ci eravamo preposti inizialmente sono stati soddisfatti: il primo era comprendere come funzionava questo mondo, in termini di ordini, logistica e formazione dei prezzi. Rispetto ai container ai quali siamo abituati, si tratta di volumi più limitati e cercare di cambiare la mentalità interna al nostro gruppo è stata una delle grandi sfide".

Tra le novità per la prossima stagione commerciale, la collaborazione con JoinFruit (cfr. FreshPlaza del 30/04/2020), con Brio e l'ingresso nei mercati di Vietnam, Taiwan e Thailandia con la mela Eplì. "Nutriamo grandi aspettative, perché il nostro è un prodotto dolce e fresco, resistente alla manipolazione e alle ammaccature, cosa che semplifica la gestione del prodotto nel trasporto e sul punto vendita", conclude Bernardi.

Contatti
Lagnasco Group
Via Santa Maria 2
12030 Lagnasco (CN)
Tel.: +39 0175 282117
Email: info@lagnascogroup.it
Web: www.lagnascogroup.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto