Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Canada

L'industria delle mele della Valle di Okanagan ha bisogno di resettare

E' tempo di cambiare. Questo è il pensiero attuale dell'industria melicola nella Valle di Okanagan, una regione ricca di frutteti della British Columbia, in Canada.

"Stiamo attraversando una fase di grande cambiamento", afferma Bryan Key, direttore di categoria della Consolidated Fruit Packers Ltd. con sede a Kelowna, British Columbia. "Ci sono coltivatori che svolgono un ottimo lavoro nei frutteti. E poi ci sono quelli che non fanno il loro lavoro. Resettarsi quindi è un cambio della guardia".

Il ripristino si concentra sui coltivatori che producono frutta locale di alta qualità, a prezzi stabili sul mercato mondiale e non sui coltivatori che forniscono prodotti a prezzi più bassi, provocando una sottostima dell'intero settore nel suo complesso. "Ci sono tanti buoni coltivatori là fuori. Ma ci sono anche molti coltivatori che non svolgono il loro lavoro e riducono i profitti", afferma Key, che lavora nel settore da 24 anni. "Stiamo cercando di costruire un settore in cui un coltivatore dica Cosa posso coltivare per te? a differenza di quelli che invece dicono Beh, non posso fare di meglio".

Perché è necessario?
Questo tipo di resettaggio è atteso da tempo, considerato ciò a cui stanno assistendo i coltivatori della regione. "Molti coltivatori della Valle hanno una media di meno di 40 bins per acro, quando i nostri migliori coltivatori hanno in media 80-100 bins per acro", afferma Key.

E la previsione di Key è particolarmente significativa. "Quando ho iniziato a lavorare nel settore, c'erano 10 milioni di casse di mele nella Valle di Okanagan. Ora ce ne sono 3,5 milioni", afferma. "E perché i prezzi sono bassi? Non ha senso. Per me la domanda dei clienti al dettaglio per il prodotto locale non è mai stata così alta".

Foto: Frutteto di Dorenberg 

"E' tuttavia un cambiamento che non avverrà dall'oggi al domani", afferma Key. "Quest'anno ci sarà un po' di confusione, il prossimo anno non prevedo un grande movimento" dice Key. "La transizione potrebbe essere abbastanza rapida".

Il futuro di Okanagan
Guardando al futuro, Key ha uno scenario solido del tipo di industria che vorrebbe vedere nell'Okanagan, sia nel prossimo futuro che nel lungo termine.

"I consumatori sono alla ricerca di un buon sapore nelle mele appena raccolte. Questo è ciò che stiamo cercando di ottenere. Vogliamo che i coltivatori facciano soldi: perché se li fanno, le giovani generazioni vorranno lavorare in questo settore".

Key aggiunge anche che questo rinnovamento del settore è un problema particolarmente urgente per i coltivatori canadesi. "Questi devono fare più soldi perché costa di più coltivare in Canada, rispetto agli Stati Uniti dove con 15-20.000 dollari puoi comprare un acro di terra. In Canada ci vogliono 150-200mila dollari e oltre. Il costo della manodopera è più alto qui e può solo continuare a salire. Come industria, ora dobbiamo avere una linea comune su tutte queste cose".

Con un occhio al cambiamento, Key guarda verso altre province canadesi, come l'Ontario, e al modello di coltivazione che hanno messo in atto nella loro industria melicola. "Vogliamo seguire l'esempio dell'Ontario. La British Columbia era più avanti in molte cose e con volumi più grandi, mentre ora in Ontario sono più grandi di noi", afferma Key. "Hanno pochi grandi spedizionieri che operano una concorrenza leale. Non c'è niente di sbagliato nell'essere dei buoni concorrenti, perché è salutare per il settore. E' la cattiva concorrenza che fa male".

Per maggiori informazioni
Bryan Key
Consolidated Fruit Packers Ltd.
Tel.: +1 (250) 868-1400
Email: bryank@cfp-ltd.ca
Web: cfp-ltd.ca


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto