Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Focus sul mercato mondiale dell'avocado

Dopo i prezzi elevati sul mercato europeo, l'equilibrio tra domanda e offerta di avocado sembra in ripresa. Le quotazioni elevate di inizio stagione erano dovute a carenze. Ora che c'è più offerta e la richiesta è più piatta del normale, i prezzi sono di nuovo stabili. Presenti diverse origini sul mercato, quali Israele, Spagna, Colombia, Marocco e Repubblica Dominicana, e diverse varietà.

Negli Stati Uniti, il Messico domina ancora il mercato in questo periodo dell'anno, anche se altre nazioni come la Repubblica Dominicana e la Colombia stanno aumentando la loro quota di mercato. In Cina la popolarità continua a crescere e, oltre all'offerta di avocado cileno, sul mercato appaiono le prime importazioni dalla Nuova Zelanda.

Paesi Bassi: vendite tranquille in vista di Natale
Secondo gli importatori olandesi, il fatto che l'avocado possa essere considerato l'oro verde a Natale non è un problema, quest'anno. Secondo loro, le vendite della maggior parte dei calibri procedono in maniera tranquilla, in parte grazie ad un'ampia offerta. L'aspettativa è che il mercato sia un po' meno ingolfato nel nuovo anno.

Belgio: la situazione del mercato si riprende
Dopo un periodo di scarsa offerta e di prezzi estremamente elevati per l'avocado, l'offerta è nuovamente aumentata e le quotazioni sono calate leggermente. Secondo un commerciante belga, i prezzi sono tornati a un livello normale. Gli avocado sono diventati incredibilmente popolari in Belgio in pochi anni, ma a causa delle alte quotazioni degli ultimi mesi, alcuni consumatori li hanno trovati troppo costosi. I prezzi più alti per la varietà Hass hanno decretato un aumento anche delle quotazioni e delle vendite dell'avocado a buccia verde.

Germania: il mercato naviga in acque più calme
L'avocado Hass è ancora onnipresente sul mercato tedesco: questa varietà è importata principalmente da Cile, Messico, Sudafrica e Perù. Inoltre, altre varietà e origini compaiono qua e là: ad esempio, la Carla della Repubblica Dominicana, caratterizzata da grosso calibro (oltre 1 kg di peso del frutto) e offerta all'ingrosso al prezzo di 2 euro al pezzo.

Fino a un mese fa, il mercato dell'avocado ha dovuto far fronte a notevoli carenze e i prezzi sia per l'avocado pronto da mangiare che per quello a buccia verde erano il doppio del normale. Nel frattempo, il commercio si è calmato e le quotazioni si sono stabilizzate.

Francia: mercato in ripresa grazie all'offerta di avocado spagnolo
La situazione del mercato in Francia è stata in disequilibrio il mese scorso, con prezzi elevati, a volte intorno a 25 euro a collo. La stagione spagnola era appena iniziata e i primi avocado sul mercato non erano ancora di buona qualità. Al momento, però, il mercato si sta riprendendo, poiché è presente un maggior numero di avocado provenienti da diversi Paesi di produzione. I prezzi sono scesi a circa 10 euro a collo. La qualità degli avocado spagnoli sta migliorando. A causa delle manifestazioni, in Francia il consumo di avocado è in calo.

Italia: aumento dei prezzi in vista del Natale
Insieme al mango, l'avocado in Italia è il prodotto che ha visto la maggiore crescita negli ultimi anni. In particolare, negli ultimi due anni la domanda è cresciuta in maniera esponenziale. All'inizio i buyer non sapevano molto sull'avocado, ma ciò è cambiato nel frattempo e ora scelgono i prodotti con più cura. La varietà Pinkerton è in crescita, così come la Hass Gold Selection. La maggior parte degli avocado attualmente proviene da Spagna e Israele. La domanda è in crescita nel periodo che precede il Natale e così anche il prezzo del prodotto, che può essere di circa 15 euro per confezione da 4,5-5 kg. Molti ristoranti lo richiedono per inserirlo come ingrediente nei loro piatti. L'avocado è sempre più utilizzato anche nei cocktail e nelle preparazioni a base di frutta.

Spagna: pressione sui prezzi a causa della grande offerta
Nell'ultima settimana di novembre è iniziata la raccolta dell'avocado spagnolo nell'Axaquía (Malaga), la più importante regione di coltivazione di avocado del Paese. Le rese sono superiori allo scorso anno, con superfici coltivate rimaste simili. Tuttavia, si prevede un volume maggiore a causa dell'espansione della superficie nel resto della Spagna (Cadice, Huelva e Valencia) e dell'entrata in produzione di nuovi impianti. La superficie spagnola è ora di circa 15.000 ettari. Per un'ulteriore espansione nei prossimi anni, i coltivatori spagnoli guardano al vicino Portogallo.

Gli avocado spagnoli sono arrivati su un mercato europeo con un'ampia offerta da altri paesi, come Cile, Colombia, Repubblica Dominicana, Messico, Israele e Marocco, e sette diverse varietà. L'ampia offerta e la differenziazione riducono i prezzi di mercato. All'inizio, in Spagna si aggiravano intorno ai 3-3,50 euro/kg (prezzo all'origine), ma ora sono diminuiti e si spera che si stabilizzino a 2 euro/kg (prezzo all'origine). Il consumo in Spagna è in aumento e alcuni supermercati hanno visto decuplicare le vendite in 5 anni. La crescita in termini di consumo è importante per lavorare le grandi quantità di avocado.

Marocco: volume in crescita del 150%
La superficie coltivata ad avocado in Marocco è cresciuta di oltre il 150% rispetto all'anno scorso. La qualità è la stessa del prodotto spagnolo e il Marocco trova maggiori opportunità di esportare avocado sul mercato europeo.

Repubblica Dominicana: l'avocado a buccia verde diventa tropical avocado
Oltre all'avocado Hass c'è una grande quota di frutti a buccia verde, la cui stagione è iniziata in ottobre. Il volume è uguale agli anni precedenti. Anche se la domanda di avocado a buccia verde è in aumento, si vuole migliore il posizionamento di questa varietà. I principali distributori l'hanno quindi ribattezzata in "tropical avocado" per aumentare le vendite. I consumatori reagiscono positivamente a questo. A breve la Repubblica Dominicana vuole esportare avocado in Cina.

Messico: volumi più piccoli a Michoacán ma il Paese rimane leader
Il Messico mantiene ancora la sua posizione numero uno nella produzione e nell'esportazione di avocado. Il Paese coltiva avocado tutto l'anno, con una bassa stagione nei mesi estivi. Il raccolto di Aventajada a Michoacán è diminuito a novembre e il normale raccolto invernale si è fermato. I volumi sono stati più limitati rispetto al normale a causa delle piogge. Il principale mercato di esportazione dello stato è quello statunitense, dove la domanda ha raggiunto il picco a febbraio in concomitanza del Superbowl. I coltivatori di Jalisco esportano in altri continenti. Ci sono alcune sfide per i coltivatori messicani nell'esportare in Europa perché devono affrontare rigorosi standard in termini di limiti massimi di residui di fitofarmaci, certificazioni e calibri.

Colombia: espandere la coltivazione dell'avocado e aumentare la quota di mercato
La coltivazione dell'avocado sta crescendo nel Paese sudamericano e si spende molta energia per espandere la superficie e aumentare la quota di mercato. Si stanno anche trovando nuovi mercati di esportazione. All'inizio, gli avocado colombiani sono andati principalmente in Europa, ma recentemente anche in Cile, Arabia Saudita e Giappone.

Perù: fisiologico il calo dei volumi, la superficie cresce
Quest'anno, come per molti altri prodotti, è stato un anno di riposo per gli avocado peruviani. Tuttavia, questa situazione è fisiologica e non allarmante.  Negli ultimi anni, la coltivazione dell'avocado è cresciuta e la stagione si sta allungando nel Paese. La campagna cade nei mesi estivi, quando in Messico è bassa stagione. Questo permette al Perù di servire il mercato americano con i suoi avocado. Anche il Perù vuole espandere la sua quota in Europa, dove ora ha circa il 30%.

Sudafrica: produzione attuale destinata al mercato interno
Il volume sudafricano proviene attualmente dalle regioni che iniziano la raccolta tardiva ed è destinato solo a rifornire il mercato interno. Il prezzo è di circa 27,97 ZAR/kg (1,75 euro) ed è quindi inferiore di circa 0,06 euro rispetto alla settimana scorsa.

Cina: popolarità crescente
L'avocado sta diventando sempre più popolare nel mercato cinese. Sempre più consumatori scoprono questo frutto, ma è necessaria una promozione ancora maggiore. Molte persone devono ancora abituarsi ad aggiungerlo alla loro dieta. Attualmente, le vendite di avocado non procedono così bene. Il prezzo è fluttuante; al momento ci sono molti avocado cileni e messicani sul mercato. Quest'anno è stata la prima volta che gli avocado della Nuova Zelanda sono stati esportati in Cina in gran numero. A ottobre è arrivata la prima spedizione. Il prezzo dell'avocado neozelandese era allo stesso tempo molto più alto di quello del Messico e del Cile, per via di una qualità superiore.

Sempre più supermercati e negozi di frutta vendono avocado pronti da mangiare perché sono molto popolari tra i consumatori. Sempre più ristoranti usano il frutto nei loro piatti, il che è un buon modo per promuoverlo ulteriormente tra i consumatori cinesi. Oltre all'importazione, la Cina è anche impegnata nella coltivazione dell'avocado. Procede bene in diversi luoghi, come il Guangxi e lo Yunnan, e si prevede che gli avocado cinesi saranno disponibili tra qualche anno. Questo avrà un grande impatto sul mercato dell'avocado in Cina, in particolare sui frutti importati.

Stati Uniti: la domanda dovrebbe aumentare per gli avocado messicani
Attualmente il mercato statunitense è ben fornito di avocado provenienti dal Messico. I calibri sono 48 e 60, con una percentuale crescente di frutti di seconda categoria, che rappresentano oggi il 35% del mercato.

Il Messico attualmente domina il mercato nordamericano, anche se c'è una piccola offerta di avocado cileno. L'inizio della stagione californiana è previsto tra un mese. Le aspettative sono migliori rispetto all'anno scorso, dove ci sono stati molti problemi con il clima. Probabilmente la California inizierà in anticipo se ci saranno problemi con l'approvvigionamento di avocado messicano per via delle condizioni meteorologiche o politiche.

La domanda di avocado è attualmente inferiore al normale. Ottobre e novembre sono tradizionalmente i mesi in cui la richiesta è più bassa rispetto al resto dell'anno; verso Natale la domanda ricomincia ad aumentare. Pertanto, attualmente sul mercato ci sono prezzi bassi. Il trasporto può ancora diventare una sfida durante le vacanze quando ci sono pochi camion disponibili e le frontiere possono essere chiuse. Tuttavia, gli stock di avocado negli Stati Uniti sono al momento sufficienti.

Australia: il consumo di avocado è in aumento
I consumi e la produzione sono in aumento in Australia. Nel Paese si consumano oggi in media 3,8 kg di avocado a persona e la produzione è cresciuta fino a 85.546 tonnellate nella stagione 2018/19 rispetto alle 77.032 tonnellate di quella 2017/18. Entro il 2025, Avocado Australia prevede che il volume crescerà fino a 115mila tonnellate. Poco più di 3.000 tonnellate sono destinate all'esportazione; i principali mercati sono Singapore, Hong Kong e Malesia.

Nuova Zelanda: tre milioni di cartoni destinati all'esportazione
Nella stagione 2018/19 sono state raccolte 31.424 tonnellate di avocado da 3.795 ettari nel Paese. Secondo i dati di New Zealand Avocado, sono stati esportati quasi 3 milioni di cartoni.


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto