Ottenere il massimo dalla pianta del kiwi: l'esperienza di una ditta francese

Dopo l'Italia e la Grecia, la Francia è il terzo maggiore produttore di kiwi in Europa. Uno dei protagonisti del settore è Kiwifruit Plus, che commercializza la sua frutta a marchio Clean Kiwi.

"Il Clean Kiwi è un kiwi coltivato senza l'uso di pesticidi e stoccato in centri refrigerati regolari senza utilizzare lo stoccaggio in atmosfera controllata. Ciò significa che la qualità del frutto al momento della raccolta deve essere ottima". A sostenerlo è Kathleen van Steen, che, in Belgio, commercializza i Clean Kiwi da 20 anni.

Una delle maniere per ottenere una simile è potare sia l'albero che diradare i frutti. "Vogliamo che ciascun ramo porti dai 4 ai 6 frutti solamente. Inoltre, abbiamo personalmente sviluppato una speciale struttura di supporto per gli alberi, in modo che l'incidenza della luce sia massima, cosa che va a beneficio della qualità e del tenore zuccherino del frutto".


Katleen Van Steen, Clean Kiwi

Senza uso di chimica
Anche se la produzione del kiwi avviene totalmente senza l'uso di principi attivi, è stata presa la decisione consapevole di non applicare un marchio di garanzia biologica per via delle normative restrittive e dei costi aggiuntivi.

"Qual è il valore aggiunto per me? - si chiede Kathleen - Garantiamo la qualità del prodotto". Quanto sia efficace prendere decisioni del genere diventa evidente se si osserva la fedeltà dei nostri clienti. Da anni riforniscono prevalentemente gli stessi grossisti in Belgio, Paesi Bassi, Germania e nel mercato domestico francese. "Grossisti che apprezzano il prodotto con cui lavoriamo da anni e che hanno anche una clientela fedele per questi kiwi". 

Email: info@zoetepolder.be


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto