Il ruolo delle varieta' club nello sviluppo di Star Fruit

Lo scorso giugno la società francese Star Fruits ha celebrato il suo 50esimo anniversario. Star Fruits ha un portfolio che comprende quasi 200 varietà tra pesche, nettarine, albicocche, susine, ciliegie, pere e mele. In Europa, la società è responsabile anche dei programmi organizzati intorno ai marchi Pink Lady®, Joya®, Metis® e Sanguines®. Sono proprio le attività relative a questi marchi che hanno accelerato lo sviluppo della società.

Denis Richard, direttore del dipartimento varietale, ha spiegato come il programma Pink Lady® continui il suo sviluppo strategico in Europa e nel resto del mondo, basato su un marketing massiccio e sull'investimento in qualità da parte dell'intero settore, ma anche sui valori della società e sugli obiettivi volti a soddisfare le aspettative sociali.

Per supportare questi programmi, oltre a rinforzare la sua presenza globale nell'attività di sviluppo varietale, Star Fruits ha messo insieme una squadra, ancora in crescita, di 20 collaboratori che comprendono le diverse abilità necessarie a raggiungere tali obiettivi multidisciplinari.

Una rete globale
Anche Denis lavora per Star Fruits da marzo dell'anno scorso. Egli è responsabile dello sviluppo delle licenze varietali che comprendo le relazioni con gli sviluppatori, la protezione del materiale vegetale e lo sviluppo commerciale delle varietà. "Lavoriamo su scala globale. Siamo presenti in tutti i continenti grazie a varie collaborazioni nel contesto di AIGN, associazione internazionale di vivaisti".

Fin dall'inizio Star Fruits conserva una relazione stretta con gli sviluppatori varietali. "Siamo in un settore in cui tutti si conoscono. Il nostro obiettivo è creare valori nel settore e condividerli con gli sviluppatori, allo scopo di assicurare innovazioni per il futuro".

Tendenze di mercato
Le caratteristiche di una nuova varietà vengono scelte diversi anni prima che essa possa essere commercializzata. E' ancora difficile prevedere come si svilupperà il mercato. "Fortunatamente, per diversi anni gli sviluppatori hanno preso decisioni sagge - spiega Denis - Vediamo sempre più varietà molto gustose e dotate di una resistenza genetica maggiore alle fitopatie, come per esempio le mele resistenti alla ticchiolatura. Cerchiamo anche di orientarci verso alberi che non richiedano molta manodopera. Il prodotto deve risultare attraente per il consumatore, ma anche redditizio per il produttore. Noi cerchiamo di individuare un equilibrio tra questi due fattori".

Conservabilità
Un altro aspetto d'interesse è ottenere frutti che possiedano una conservabilità più lunga. "I paesi che esportano molto sono interessati a varietà con un elevato potenziale di conservazione - spiega Denis - I piccoli produttori che vendono sul mercato locale non hanno gli stessi vincoli e possono affidarsi su altre caratteristiche per attrarre il consumatore. Ogni varietà ha i suoi punti di forza. C'è anche posto per le varietà a media conservazione, ma che arrivano presto sul mercato. In altre parole, ci sono diversi prodotti per ogni segmento".

Buone prospettive
"Stiamo assistendo a un'ampia espressione della genetica per quanto riguarda le specie arboree, cosa che ci fornisce varietà promettenti da programmi di sviluppo molto diversi. Questo crea una diversità maggiore sul mercato e apre buone prospettive per il settore, soprattutto in termini di una migliore resistenza ai parassiti".

Per maggiori informazioni:   
Denis Richard
Star Fruits
145 Avenue de Fontvert 
84 130 Le Pontet 
France
Email: denis.richard@star-fruits.com  
Web: www.star-fruits.com


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto