Il commento di Sergio Sainz (Cuna de Platero)

Fragole e piccoli frutti: c'e' ancora mercato?

"Quest'anno le fragole hanno un sapore eccezionale grazie all'escursione termica tra giorno e notte e alla mancanza di umidità, fattori che le fanno maturare lentamente. Questo incentiva il consumatore a comprare di più, come ci riferiscono le catene di supermercati", ha dichiarato Sergio Sainz, direttore commerciale di Cuna de Platero, parlando dell'attuale stagione delle fragole. "Sebbene le vendite siano buone e i prezzi accettabili, non possono sopperire all'attuale carenza di frutti. Rispetto allo stesso periodo della stagione precedente, il volume disponibile è inferiore di circa il 50%", ha aggiunto.

Cuna de Platero è stata fondata, oltre 25 anni fa, da coltivatori che avevano già esperienza nella coltivazione delle fragole. L'anno scorso, la società ha dichiarato un fatturato di 100 milioni di euro. La cooperativa possiede attualmente 900 ettari di coltivazioni: 600 ettari di fragole, 200 di lamponi, 150 di mirtilli e 10 ettari di more.

Quest'anno prevede di vendere 45.000 ton di fragole, più di 2.500 ton di mirtilli e oltre 2.000 ton di lamponi. "Abbiamo volumi sufficienti per vendere i nostri frutti ai mercati e ai clienti di nostra scelta, senza eccedenze", ha affermato Sainz.

La cooperativa ha nuovi stabilimenti per ricevere, imballare e spedire i frutti. Sono dotati di un sistema integrato computerizzato e robotizzato che condivide tutte le informazioni, per ogni ordine e durante tutte le fasi del processo. "Con questa nuova tecnologia, siamo migliorati in termini di efficienza, qualità e velocità, riducendo allo stesso tempo lo stress per i dipendenti", ha affermato Sainz.

Usando il modello di marketing Global Berry Partner, l'azienda è in grado di garantire una fornitura regolare, per tutto l'anno, dei suoi quattro piccoli frutti. Da dicembre a maggio, le fragole vengono coltivate principalmente a Huelva; da giugno a novembre, nel nord della Spagna, nella provincia di Ávila. La coltivazione del lampone a Huelva dura quasi tutto l'anno, grazie alla varietà Adelita. Per quanto riguarda i mirtilli e le more, l'azienda integra la propria produzione di Huelva con frutta importata, consentendole di rifornire i propri clienti tutto l'anno.

"Vogliamo offrire ai nostri clienti un buon servizio, ed è per questo che siamo sempre alla ricerca di nuove formule", ha affermato Sainz.

Le fragole che sono attualmente sul mercato provengono da diversi Paesi e hanno anche prezzi diversi. "Non soffriamo molto della concorrenza egiziana, poiché Huelva ha destinazioni ben definite. Stiamo addirittura sostituendo i frutti provenienti da altre fonti, sfruttando i vantaggi logistici dell'importazione dei nostri, nonché della qualità, sostenibilità e sicurezza alimentare che offriamo".

Ci sono sempre più possibilità di coltivare frutta biologica, secondo il direttore commerciale. "Anche se abbiamo sempre considerato la possibilità di coltivare frutta biologica, non siamo riusciti a capire quanto fosse importante, ma questa tendenza sembra consolidarsi. Vediamo che molte catene di supermercati stanno già dividendo i loro reparti di vendita in convenzionale e biologico. Coltivare piccoli frutti biologici non è facile, sono necessari molti strumenti e noi vogliamo essere sicuri che sia redditizio per i nostri coltivatori. Ma è un obiettivo che continueremo a perseguire in futuro".

Cuna de Platero spedisce la maggior parte dei suoi frutti ai mercati europei e registra una crescita nei Paesi del Mediterraneo, specialmente in Spagna. "Prima di concentrarci sui mercati al di fuori dell'Ue, c'è ancora abbastanza potenziale di consumo da raggiungere in Europa, dove, per generare più domanda, dobbiamo ancora migliorare la nostra comunicazione".

"L'aspettativa di vita nei Paesi europei del Mediterraneo è in aumento, per le abitudini più sane. Le persone non vogliono solo vivere più a lungo, ma anche meglio, e questa tendenza è molto diffusa in Spagna, dove la domanda di piccoli frutti è in aumento", ha concluso.

Per maggiori informazioni:
Sergio Sainz  - export manager
Cuna de Platero 
Camino de Montemayor, s/n. Moguer, Huelva - Spagna
Tel.: +34 959372125
Cell.: +34 606828659
Email: sergiosainz@cunadeplatero.com
Web: www.cunadeplatero.com


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto