Dinamiche influenzate dalla crescita dei volumi e della qualita'

Aumenta la concorrenza nel commercio di uve da tavola

Il livello di competizione nel mercato globale dell'uva da tavola è un fattore indicato da molti commercianti sudafricani in questa stagione, con il Perù che raddoppia le esportazioni in Europa e l'India che ogni anno arriva sul mercato in anticipo.

"Non molto tempo fa, il mercato pre-natalizio in Europa e nel Regno Unito era soprattutto nostro", ha affermato Nico Kotze, direttore delle vendite del Gruppo Jupiter, che recentemente ha acquisito la Bonaire Fruit. "In passato, anche durante il periodo del capodanno cinese non c'erano molti altri viticoltori che fornivano uva da tavola. La competizione si è intensificata da quando sono cresciuti i volumi ed è migliorata la qualità degli altri Paesi. Le dinamiche dei mercati stanno cambiando, costringendoci a considerare tutte le opzioni, sin dall'inizio della stagione. Tuttavia, rimaniamo fiduciosi che la campagna del Sudafrica rimarrà stabile per prezzi e volume". 

La raccolta è cominciata nelle regioni dell'Hex e del Berg River. L'industria spera in calibri migliori sia a Boland sia a Orange River e in Namibia, dove, a detta di Nico, ci sono problemi di calibri in questa stagione per alcune varietà.

Le piogge invernali a Boland sono state più abbondanti rispetto agli ultimi anni, ma l'effetto della siccità sarà sicuramente ancora evidente. Supponendo un'altra buona stagione invernale, il vero balzo in avanti si avrà probabilmente solo nella prossima annata

Nico ha osservato che i prezzi nei mercati europei e del Regno Unito sembrano migliorare leggermente.

Migliore qualità dell'uva indiana
Un altro fattore indicativo per i commercianti sudafricani è il miglioramento della qualità delle uve da tavola indiane, come risultato di forti investimenti. L'India sta fornendo volumi stabili di uve da tavola bianche (in un periodo in cui il Sudafrica si sta muovendo verso quelle rosse, con l'inizio del raccolto di Boland) non solo verso l'Europa, ma anche verso Medio Oriente e Russia.

All'inizio della stagione, il Medio Oriente era un po' sottoapprovvigionato, ma ora là vengono venduti grandi volumi di uve da tavola indiane.

Le regioni settentrionali del Sudafrica non sono state in grado di capitalizzare pienamente la finestra commerciale che precede il capodanno cinese, per una serie di motivi tra cui una stagione tardiva, i calibri e le mancate spedizioni.

Come risultato della stipula di alcuni trattati commerciali, quest’anno gli Stati Uniti sono più attivi su mercati asiatici come Singapore, Malesia, Vietnam e Thailandia. Il mercato interno statunitense esercita una forte spinta sulla propria produzione, il che ha prodotto delle opportunità nel mercato cinese per un’uva da tavola di buona qualità e dal calibro giusto.

Per maggiori informazioni:
Nico Kotze
Jupiter Group
Email: nicok@jupitermarketingltd.com
Web: www.jupitermarketingltd.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto