Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il bilancio di Macfrut al ritorno dalla missione in Africa

Alla scoperta dell'ortofrutta di Etiopia e Uganda

La presentazione di Macfrut in East Africa, con tappe a Dar es Salaam in Tanzania, Addis Abeba in Etiopia e Kampala in Uganda, è stata anche l'occasione, per la delegazione di cui facevano parte il presidente Renzo Piraccini ed Enrico Turoni del Consorzio Cermac, per visitare alcune aziende produttrici, supermercati e mercati.

ETIOPIA
Azienda Almeta Impex
Almeta Impex è un'impresa agricola di 90 ettari, situata a Koka a circa 90 km da Addis Abeba sulla strada per Awash, a un'altitudine di 1500 metri: conta superfici di 15 ettari coltivate a uva da tavola senza semi, 12 ettari di uva da vino e il resto ortaggi (broccoli, fagiolini, cavolfiori, cavolo cinese, lattuga lollo bianca e rossa). Esporta gran parte della produzione in Medio Oriente e Golfo Persico.



Con l'uva si ottengono due produzioni all'anno. La prima va da inizio marzo fino a metà aprile; la seconda da inizio settembre fino a metà ottobre. Vista la temperatura costante, il riposo vegetativo viene stimolato con la mancanza di irrigazione.



Tutta l'azienda è irrigata con tubi gocciolanti. L'acqua viene prelevata dal fiume Awash che dista circa 3,5 km e inviata a una stazione di pompaggio. Piove pochissimo, cosa per cui si registrano pochi problemi fitosanitari.




Tra le produzioni, anche una grande quantità di fagiolini e piselli per l'export in Gran Bretagna.

Nell'azienda lavorano 300 operai che guadagnano circa 3,5 dollari al giorno. Molto materiale per il confezionamento confezionamento, anche italiano, viene acquistato dall'Egitto. Lo scorso anno, il titolare ha partecipato a Macfrut e ritornerà anche nell'edizione 2018 con il responsabile tecnico dell'azienda per contattare buyer interessati ai suoi prodotti e per vedere le ultime novità del settore.

Ethio Veg Fru
Situata nei pressi dell'azienda precedente, coltiva 130 ettari di ortaggi. E' nata come società mista olandese-etiope, ma ora la proprietà è del socio locale mentre quello olandese si occupa della commercializzazione. La produzione viene esportata principalmente nei Paesi Bassi da novembre a maggio e, per il fagiolino extra fine, tutto l'anno. Nel periodo estivo l'export è orientato verso i paesi del Golfo Persico.



Qui si producono tutte le tipologie di fagiolini, meloni, cocomeri e peperoncino.
Il fagiolino è molto sensibile al vento, per cui ogni 15 metri vengono poste delle file di mais in funzione frangivento. L'azienda impiega 1000 operai pagati a cottimo in base alle quantità raccolte.



Il proprietario possiede anche un'altra azienda di 100 ettari che produce ortaggi e fiori (l'Etiopia è un grande produttore di fiori e di rose, in particolare).



Gruppo di produttori di fragole
Nell'area di Menagesha, a 45 km da Addis Abeba, a un'altitudine di 2500 metri, il clima è pressoché costante, con minime notturne sui 6/8 gradi e massime sui 25 gradi: la fragola trova qui il suo habitat ideale.



In questa zona sette produttori, spinti dal giordano Abdel-Majid Hashlamoon, che già conosceva la coltura, hanno impiantato fragole da cinque anni. Attualmente sono 100 gli ettari coltivati, ma in poco tempo diventeranno 200, visti i buoni risultati. La coltivazione avviene su substrato di lava, con i nutrienti apportati mediante fertirrigazione. Le varietà prodotte sono St Andres e Monterey.



L'azienda acquista le piantine in Italia, Spagna e Usa. La produzione complessiva si aggira sulle 7.000 tonnellate ed è costante tutto l'anno. Da maggio a ottobre si esporta nei paesi del Golfo, da novembre a gennaio in Inghilterra e da febbraio ad aprile in Sudafrica. Per il confezionamento, vengono utilizzati cestini di produzione italiana e cartoni comprati in Egitto.



Lo scorso anno Abdel-Majid è stato a Macfrut; nel 2018 anche altri del gruppo lo seguiranno.

UGANDA
Azienda Tropical Dinasty
L'azienda confeziona principalmente peperoni piccanti, che in parte vengono prodotti dal titolare nell'azienda agricola e in parte acquistati da altri agricoltori. Settimanalmente vengono lavorate circa 25 tonnellate, destinate per la maggior parte ai paesi del Golfo e al Belgio.



L'azienda sta ottenendo la certificazione Global GAP. Parteciperà a Macfrut 2018 per cercare siluzioni tecnologiche, in quanto ha in programma di ampliare il magazzino, oltre a cercare nuovi compratori.

Afri-Fresh grossista importatore


La ditta Afri-Fresh è un'azienda grossista ugandese che importa prodotti alimentari freschi e ortofrutta. Ha gli uffici nei pressi di una piattaforma refrigerata dove stocca i pallet dei contenitori importati e dispone anche di un piccolo spazio per confezionare in vassoi mele e frutta estiva.



Fornisce supermercati, hotel e ristoranti. Il direttore è un indiano, Jai Bhojwani. Importa soprattutto da Sudafrica (mele, arance e frutta estiva), Egitto (uva senza semi, clementine e arance) e Spagna (frutta estiva). Il kiwi e le mele italiane vengono importate dal Sudafrica o da Dubai. Sarà presente al prossimo Macfrut per contattare esportatori di mele, uva senza semi e kiwi.

Tre catene di supermercati


(A) Shoprite - Catena sudafricana di alta qualità che possiede quattro punti vendita molto grandi in Uganda e ha in programma diverse nuove aperture. Molto frequentata dal ceto medio-alto. Molto presente il prodotto d'importazione. Prezzi molto alti.



(B) Capital Shoppers Supermarket e Millennium - Punti vendita di medio- piccola dimensione con una qualità standard e offerta di ortofrutta soprattutto locale.



Il resoconto del viaggio in Africa
A seguito di questo reportage e del precedente sulla Tanzania (cfr. FreshPlaza del 12/12/2017) si può trarre un bilancio della missione Macfrut nell'East Africa.

Si è concluso con una buona partecipazione di imprese e associazioni ortofrutticole locali il tour di presentazione di Macfrut 2018 del presidente di Cesena Fiera Renzo Piraccini e del presidente del Consorzio Cermac Enrico Turoni, in East Africa, con tappe a Dar es Salam in Tanzania, Addis Abeba in Etiopia e Kampala in Uganda.


 
"Sono particolarmente soddisfatto per la calorosa accoglienza che abbiamo ricevuto e del grande interesse per la fiera Macfrut - conclude Renzo Piraccini - La scorsa edizione erano presenti, come espositori, 8 aziende etiopi e 7 aziende ugandesi, grazie al grande lavoro svolto dall'ufficio ICE di Addis Abeba diretto da Simona Autuori. I positivi riscontri avuti sono la premessa per una partecipazione ancora più numerosa per Macfrut 2018, nonché della partecipazione di aziende anche dalla Tanzania".


 
In East Africa la produzione ortofrutticola è in forte sviluppo, per soddisfare prima di tutto la crescente domanda interna in conseguenza dell'incremento demografico, ma anche rivolta all'export verso altri paesi africani, oltre che l'area del Golfo Persico e l'Europa.

Tante le principali produzioni dell'area: frutta tropicale (banane, ananas, mango e avocado), orticole (peperoncini, fagiolini, okra, mini ortaggi, patate dolci), frutta (meloni, cocomeri, fragole).


 
"Tutti questi Paesi guardano all'Italia come fornitore di tecnologie per il campo e il post raccolta - afferma Enrico Turoni - ma anche il packaging può trovare uno spazio di apllicazione, in specie sui prodotti destinati all'export come fragole e fagiolini".
 
In aumento (anche se al momento si tratta di quantitativi ancora modesti destinati alle fasce di reddito più elevate), le importazioni di mele e kiwi, da Europa, Sudafrica e Nuova Zelanda.

Per maggiori info:
Cesena Fiera
Via Dismano 3845
47522 Cesena (FC) - Italy
Tel.: +39 0547 317435
Fax: +39 0547 318431
Email: info@macfrut.com
Web: www.macfrut.com 

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto