Corea: infezioni fungine post-raccolta sulle nuove cultivar di kiwi

Dal momento che l'actinidia è soggetta a danni da gelo durante l'epoca di raccolta e al verificarsi di infezioni post-raccolta, il National Institute of Horticultural and Herbal Science (NIHHS) della Corea ha sviluppato nuove cultivar, Gamrok (polpa verde, 2013), Redvita (polpa rossa, 2012), Goldone (polpa gialla, 2011), che superino questi limiti. Rispetto alle cultivar esistenti, gli studi sulle malattie delle nuove cultivar sono molto limitate, così i ricercatori dell'Università Nazionale di Gyeongsang (Jinju, Corea) hanno studiato le infezione fungine nelle nuove cultivar.

"Abbiamo verificato il livello di resistenza delle nuove cultivar alle infezioni fungine che si sviluppano durante la conservazione post-raccolta. In un primo esperimento, le cultivar Hayward, Gamrok, Goldone e Redvita sono state conservate a 0~1°C per un mese e poi lasciate maturare a 16°C per due settimane. Le nuove cultivar sono state confrontate con la varietà esistente Hayward – hanno spiegato i ricercatori - In un secondo esperimento Hayward e la nuova cultivar Gamrok sono state conservate a 0~1°C per sei mesi e controllate mensilmente per lo sviluppo delle infezioni".


Sintomi di infezioni fungine post-raccolta su kiwi. (A) Alternaria alternata su Hayward, (B) Diaporthe sp. su Gamrok, (C) Diaporthe sp. su Redvita, (D) Botryosphaeria dothidea su Goldone conservati a 0~1°C per un mese e lasciati maturare a 16°C per 14 giorni. (E) sintomi esterni, (F) sintomi interni (G) sintomi esterni ed interni su Gamrok conservata a 0~1°C.

Dallo studio è emerso che, rispetto ad Hayward, i kiwi delle cultivar Goldone e Redvita hanno mostrato una maggiore resistenza alle infezioni fungine, mentre Gamrok è risultato più sensibile. Dalle analisi è risultato che i principali funghi responsabili dei marciumi post-raccolta sono Botryosphaeria dothidea, Phomopsis sp., Alternaria alternata e Nigrospora sp., e che il contenuto in solidi solubili (°Brix) e la consistenza del frutto sono significativamente correlati al manifestarsi delle infezioni fungine: a alto °Brix e bassa consistenza corrisponde un aumento dell'incidenza delle infezioni fungine. I risultati di questo studio sono stati pubblicati un mese fa sulla rivista scientifica Korean Journal of Soil Science and Fertilizer e sono importanti per fornire informazioni pratiche sulle nuove cultivar di kiwi.

Fonte: Min-Jung Kim, Youngho Kwon, Mi Hee Shin, Jin Gook Kim, Youn-Sig Kwak, Yong-Bum Kwack, 'Fungal Infection Occurrence on New Cultivars of Kiwifruit Correlated with Fruit Soluble Solids Content and Firmness', 2017, Korean Journal of Soil Science and Fertilizer, Vol. 50 (4), pag. 215-225.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto