Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Crescita record per i pistacchi

Nella stagione 2016/17 la produzione mondiale di frutta secca a guscio superera' 4 milioni di tonnellate

Le stime per la produzione 2016/17 di frutta a guscio (arachidi escluse) dicono che si sforerà quota 4 milioni di tonnellate, 4,02 per l'esattezza, contro i 3,8 della passata stagione, con un aumento quindi del 5,8%. A renderlo noto è l'INC – International Nut & Dried Fruit Council, l'associazione di settore che raccoglie 700 imprese del settore in 70 paesi del mondo, e che recentemente ha pubblicato il suo Global Statistical Review sulla produzione di frutta secca e a guscio.

Dai dati emerge che, per la prossima campagna, il prodotto più performante saranno i pistacchi, la cui produzione crescerà nel mondo del 37%, fino a una quota di poco al di sotto delle 704mila ton. Più della metà di queste (si stima 363mila ton) verranno dagli Stati Uniti che così si confermano leader del settore.


Raccolta di mandorle negli Stati Uniti. (Foto d'archivio)

Più moderata invece la crescita nella produzione di arachidi, che crescerà di un 1,8%; un dato che però comprende anche la parte di arachidi destinata all'industria di trasformazione per la produzione appunto di olio di arachidi. Considerando solo le arachidi fresche, la produzione arriverà a 24 milioni di ton. In questo campo, i due maggiori produttori mondiali sono Cina e India, che nel settore stanno investendo parecchio in termini di nuove piantumazioni: nei due paesi le superfici così coltivate sono cresciute rispettivamente del 15 e del 28%.

Alla voce frutta secca (come le prugne secche, etc etc) le stime dell'INC dicono che per la prossima stagione la produzione arriverà a quota 2,9 milioni di tonnellate, con una crescita del 4,4% rispetto alle 2,7 milioni di ton prodotte nel 2015/16. Qui si prevede che i prodotti che cresceranno di più saranno le albicocche secche e i cranberries secchi, con una crescita del 12% per entrambi i prodotti.

In base anche a quanto detto sopra, emerge come il leader nel settore siano gli Stati Uniti, in particolare la California nonostante il quarto anno consecutivo di siccità. Molti agricoltori sono stati in grado di usare con più efficienza l'acqua e i benefici si stanno vedendo: utili importanti, ma anche aumento nelle piantumazioni di mandorle, pistacchi e noci.

Nella classifica dei leader nella produzione di frutta a guscio e secca, agli Stati Uniti seguono Cina e Turchia. La prima sta eguagliando gli States nella produzione di noci, grazie all'introduzione di varietà ad alta resa. La seconda sarà invece leader mondiale, nella campagna 2016/17, nella produzione di nocciole: si stima ne produrrà più di 317mila ton, il 70% della fornitura mondiale.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto