Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La pera Elliot non teme il colpo di fuoco batterico

Da un programma di ricerca sulla tolleranza al colpo di fuoco batterico (Erwinia amilovora), il prestigioso campus di Davis dell'Università della California ha sviluppato la pera Elliot. E' stata introdotta dai vivai Escande per la sperimentazione a partire dall'inizio degli anni Novanta e in Marocco dal 2008.

"La varietà - ha spiegato Benoit Escande di Escande Plants - offre grandi vantaggi: l'ottima adattabilità alle zone con basso riposo invernale (200- 300H), l'alta tolleranza al colpo di fuoco batterico, la produzione elevata (50 ton per ettaro), la conservazione e l'eccellente sapore. Infatti, Elliot è una pera succosa, molto gustosa, morbida e croccante allo stesso tempo".



Il contenuto zuccherino è alto, spesso supera i 15 gradi Brix. La raccolta parte alla fine di agosto e i frutti si conservano fino a primavera in celle frigorifere a temperatura negativa. "Una volta fuori dalle celle, la sua conservabilità è notevole. Alcuni dei frutti diventano di un bel color ramato, altri mantengono il dorato. Pertanto la sua commercializzazione può avvenire senza problemi da metà settembre ad aprile".



"A differenza di altre varietà impattate dal colpo di fuoco batterico, sullo stesso lotto di terra gli impianti esistenti di Elliot non hanno subito danni fino ad oggi".

Con un'esperienza di oltre 20 anni e test precedentemente condotti nei centri di sperimentazione, Escande può fornire tutte le informazioni tecniche per impianti di successo.

Per maggiori informazioni:
Marie-Noëlle Kelly
Escande Plants SARL
Tel.: +33 (0)5 53 71 22 13
Fax: +33 (0)5 53 40 87 26
Web: www.pepinieres-escande.com

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto