Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Agricoop Bio: il top del limone siracusano IGP

La tipologia di limone cosiddetto "femminello siracusano" - con buccia a grana fine, ottima resistenza, abbondante succo, scarsi e piccoli semi - è un innesto diffuso soltanto in una ristretta area della Sicilia sud-orientale, tra i comuni di Siracusa, Avola e Noto. Le sue caratteristiche qualitative ne fanno uno dei limoni tra i migliori d'Europa, tanto da essere insignito del marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta).

In quest'area dell'isola, e precisamente ad Avola (provincia di Siracusa) opera dal 1989 la cooperativa Agricoop Bio che, nel volgere di pochi anni dalla fondazione, raggiunge una compagine composta da circa 150 soci.



Nel 1994 la cooperativa Agricoop Bio decide di dare una svolta alla produzione, iniziando a convertire tutta la produzione agrumicola da convenzionale a biologica tramite certificazione Bioagricert.


Il centro di lavorazione

Oggi ad Avola, l'azienda è una delle realtà più floride e meglio organizzate: composta da circa 200 soci, con circa 350 ettari di agrumeti biologici e circa 50 ettari convenzionali produce agrumi di prima qualità, per l'80% limoni e per il 20% arance.



Il centro di stoccaggio e confezionamento della cooperativa dispone di una compattatrice, due calibratrici, otto banchi d'impacco, due pesatrici meccaniche, un centro di condizionamento, ufficio contabile e riscontro merce.



La cooperativa Agricoop-Bio si avvale di uno staff tecnico qualificato, in grado di soddisfare le esigenze sia dei soci produttori che dei propri clienti.

Alla guida dell'azienda, il presidente Tommaso Caruso (nella foto a destra) che con un team selezionato segue tutti i processi dalla raccolta alla commercializzazione.

L'Agricoop Bio è una delle poche realtà nel territorio siracusano che si impegna esclusivamente alla promozione e commercializzazione del limone tipico locale. L'attenzione e la cura in tutti i passaggi della filiera sono massimi a garanzia e tutela dei nostri soci.

Ne parla con FreshPlaza lo stesso Tommaso Caruso.

"La campagna commerciale che è appena terminata è stata una delle migliori negli ultimi 5 anni, il prezzo del limone si è mantenuto sempre alto, e anche la qualità del prodotto è stata molto buona. In totale, abbiamo lavorato, confezionato e commercializzato oltre dieci milioni di chilogrammi di limone femminello siracusano con un fatturato di circa 6 milioni di euro".

"La nostra cooperativa lavora maggiormente con il mercato italiano, ma esporta anche in Germania, Francia, Inghilterra, Slovenia e Grecia. L'export assorbe il 30% della produzione totale".



"Sono tre le principali tipologie di confezionamento che il mercato ci richiede: il girsac (sacchetto in rete), l'impaccato (sfuso messo in linea) e la rinfusa in cartone".

"I canali di vendita sono molteplici, il 70% della produzione è commercializzata nella Gdo e all'ingrosso".



Anticipo della maturazione
"Il clima ha un'influenza molto rilevante sulla produzione; quest'anno per esempio si nota un'accelerazione nella maturazione del frutto e, a differenza della stagione passata, un aumento di quantitativi che, naturalmente se le richieste si manterranno costanti come la scorsa campagna, lasciano presagire un'ottima annata".



"In verità il nostro limone è disponibile tutti i mesi dell'anno; l'unica cosa che varia sono il tipo di prodotto e i quantitativi disponibili. La varietà principale è il Primofiore che copre un periodo che inizia da novembre e prosegue fino a maggio, mentre nel periodo che va da giugno a ottobre raccogliamo la varietà Verdello che però presenta quantitativi molto ridotti".



Comunicare l'eccellenza al consumatore
"Il Femminello Siracusano è uno dei migliori limoni a livello organolettico - prosegue Tommaso Caruso - e recenti studi hanno anche dimostrato come sia un toccasana a livello salutare. Il nostro principale obiettivo è quello di far capire al consumatore che il nostro limone è un'eccellenza esclusiva del nostro territorio e che, appena raccolto, arriva sulle tavole in 24/48 ore massimo, pertanto con un basso impatto ambientale rispetto a un limone proveniente da paesi come l'Argentina o il Sudafrica. Naturalmente tutto lo staff aziendale è impegnato a innalzare sempre più gli standard qualitativi per mantenere la nostra posizione commerciale e conquistare ulteriori mercati di fascia alta".



Contatti:
Agricoop Bio
C.da Mutubè snc
96012 Avola (SR)
Tel./fax: 0931 832404
Email: agricoopbio@simail.it
Email: agricoopbio@hotmail.it
Tommaso Caruso - cell. 393 6389737

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto