Israele: in aumento la produzione di melagrane

Dopo i problemi qualitativi dell'anno scorso che hanno limitato la produzione di melagrane in Israele, è previsto che la produzione di questa stagione supererà i volumi dell'anno passato. Dopo il termine della raccolta della varietà Wonderful, i confezionatori sono impegnati nei preparativi per l'esportazione dei frutti.



"L'anno scorso abbiamo avuto dei problemi di qualità che hanno limitato le rese", ha riferito Yoav Nakash, di Galilee Export. "Quest'anno invece il raccolto risulta buono, la qualità è soddisfacente e i frutti presentano un bel colore rosso".

Nakash stima che la produzione di questa stagione risulterà tra il 10 e il 20% superiore rispetto a quella della stagione scorsa. A seconda di come andranno le cose, la produzione complessiva in Israele potrebbe essere compresa tra le 20.000 e le 30.000 tonnellate. Oltre a maggiori quantità di frutta, Nakash ha riferito che i frutti sono più grandi e potranno essere venduti bene sul mercato russo.

"Il 35% circa delle nostre esportazioni è destinato alla Russia, dove viene acquistata principalmente la frutta con un peso dai 700 grammi ad 1 kg", ha spiegato Nakash. I buyer europei preferiscono invece frutti più piccoli; perciò i frutti troppo grandi per essere venduti in Europa vengono spediti in Russia. Questo dovrebbe aiutare gli esportatori israeliani a competere con quelli turchi che hanno ottenuto buoni profitti dalle loro esportazioni di melagrane. Sebbene la qualità della frutta turca sia migliorata negli ultimi anni, il mercato per le melagrane è cresciuto talmente tanto che c'è ancora abbastanza spazio per tutti.



"Abbiamo un vantaggio sulla Turchia, vale a dire il fatto che possiamo conservare il prodotto più a lungo", ha riferito Nakash. "Tuttavia, anche in Europa il consumo è aumentato perché le persone sono consapevoli dei benefici per la salute dei frutti di melograno, perciò tutti ne ricavano dei vantaggi". I frutti di calibro superiore ottenuti quest'anno potrebbero anche aiutare gli spedizionieri ad espandersi in Asia, visto che i buyer asiatici tendono a preferire i frutti di dimensioni più grandi.

Galilee Export sta cercando di approfittare di questi mercati asiatici, in modo particolare di Cina, Hong Kong e Sri Lanka. Il fatto che le melagrane sopportino bene il viaggio è un grande vantaggio per raggiungere questi mercati, visto che potrebbero volerci fino a sei settimane via mare.

Galilee Export ha raddoppiato la sua produzione ogni anno negli ultimi tre anni. L'anno scorso, la società ha confezionato e spedito circa 3.000 tonnellate di melagrane, ma con il supporto dei nuovi coltivatori che si sono aggiunti alla cooperativa, quest'anno ha disposto 5.000 tonnellate per le esportazioni.

Datteri Medjoul
Oltre all'espansione del suo programma per le melagrane, Galilee Export nutre grandi speranze per il programma dei datteri Medjoul. Data la loro dolcezza e i molteplici benefici per la salute, la loro popolarità è in aumento tra i consumatori. Il fatto che il prodotto possa essere conservato fino a due anni dà inoltre agli esportatori maggiore flessibilità in termini di commercializzazione del prodotto in nuovi mercati.

"Credo che il mercato dei datteri sia solo agli inizi e credo che sia molto quello che possiamo fare i Medijoul", ha riferito Nakash. "Quest'anno ne venderemo 1.000 tonnellate e il programma è di incrementare i volumi fino a 4.000 tonnellate nell'arco di cinque anni".

Per maggiori informazioni:
Yoav Nakash
Galilee Export
Tel.: +972 36539020
Email: yoav.n@galil-export.com
Web: galilee-export.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto