Da questa settimana (48ma del 2010) è attiva in Nuova Zelanda una nuova compagnia no-profit, creata allo scopo specifico di gestire l'emergenza PSA (batteriosi del kiwi). Il consiglio di amministrazione è composto da rappresentanti dell'azienda Zespri, fornitori di tecnologie post-raccolta, produttori di kiwi e funzionari del ministero neozelandese dell'agricoltura.

Una delle prime priorità della nuova società, sarà quella di definire un pacchetto di assistenza finanziaria per i coltivatori. Zespri ha infatti dichiarato che se i produttori saranno costretti ad eradicare le piante di actinidia, non saranno lasciati senza supporto economico, al fine di coprire non soltanto i costi di espianto, ma anche i mancati ricavi produttivi.

Per maggiori informazioni sulla batteriosi dell'actinidia in Nuova Zelanda, si rimandano i lettori ai precedenti articoli pubblicati su FreshPlaza:

Sospetto cancro batterico dell'actinidia riscontrato anche in Nuova Zelanda

Nuova Zelanda: aggiornamenti sul focolaio di batteriosi del kiwi

Nuova Zelanda: sospesi per il momento i trattamenti rameici contro la batteriosi del kiwi

Nuova Zelanda: l'eradicazione della batteriosi del kiwi non sara' una passeggiata

Nuova Zelanda: subito misure d'intervento contro la batteriosi del kiwi

Nuova Zelanda: incontri urgenti organizzati da Zespri sulla batteriosi del kiwi

Nuova Zelanda: uno spray bio per contrastare il cancro batterico del kiwi