Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Presentate a Interpoma 2010, si chiamano Gaia, Gemini, Renoir, Smeralda e Fujion

Buone per il consumatore, di facile gestione per il produttore: ecco le innovative varieta' di mela del CIV-Consorzio Italiano Vivaisti

In occasione di Interpoma, la fiera internazionale per la coltivazione, la conservazione e la commercializzazione della mela (Bolzano, 4-6 novembre 2010), il Consorzio Italiano Vivaisti - CIV ha presentato una nuova serie di varietà di mele che unisce ottime qualità organolettiche a un’eccellente resistenza naturale.

La gamma è in grado di soddisfare diverse esigenze quanto a caratteristiche del frutto ed epoche di maturazione, si adatta a essere coltivata in diversi ambienti e può affiancarsi alle varietà tradizionali. Le specificità agronomiche delle piante agevolano il lavoro del frutticoltore e ne massimizzano la redditività.

Le cinque nuove varietà - Gaia, Gemini, Renoir, Smeralda e Fujion i nomi scelti - hanno superato con successo la fase di sperimentazione, che ha visto il coinvolgimento del consumatore finale attraverso numerosi panel test, e sono pronte alla diffusione.


Gaia - Raccolta: +3 gg Gala
• Calibro superiore a Gala
• Forma rotonda, leggermente appiattita
• Colorazione intensa, rosso striata
• Ottimo sapore, croccante, con componenti aromatiche e zuccherine superiori a Gala
• Brix: 14,0
• Acidità: 4,5
CARATTERISTICHE DELLA PIANTA
• Albero facile da gestire
• Precoce messa a frutto
• Produttività elevata e costante
• Poco soggetto ad alternanza
• Resistente a ticchiolatura, mediamente sensibile ad oidio

Gemini - Raccolta: +8 gg Gala
• Frutto attraente, colore rosso rubino brillante
• Forma tronco-conica regolare
• Calibro grosso
• Buon sapore, fresco, con minori componenti aromatiche rispetto a Gala
• Brix: 12,5
• Acidità: 4,8
CARATTERISTICHE DELLA PIANTA
• Albero con ramificazioni corte, facile da gestire
• Precoce messa a frutto
• Produttività elevata e costante
• Resistente a ticchiolatura, mediamente sensibile ad oidio

Renoir - Raccolta: -7 gg Renetta
• Aspetto molto simile a Renetta
• Aroma intenso, molto dolce e buona acidità
• Caratteristiche gustative eccellenti per gli amanti delle mele "old fashion"
• Frutto ottimo da consumare già appena raccolto
• Buona conservazione fino ad Aprile
• Brix: 15,5
• Acidità: 8,0
CARATTERISTICHE DELLA PIANTA
• Portamento aperto
• Fruttifica bene su rami di due anni
• Buona produttività
• Autodiradante
• Resistente a ticchiolatura, mediamente sensibile ad oidio

Smeralda - Raccolta: -30 gg Granny Smith
• Colore verde smeraldo attraente
• Polpa gialla, di eccellente sapore, fine e croccante. Molto succosa
• Il sapore ricorda Granny Smith ma con maggiore componente zuccherina e aromatica
• Ottima conservabilità
• Brix: 13,5
• Acidità: 8,2
CARATTERISTICHE DELLA PIANTA
• Albero compatto con ramificazioni corte, facile da gestire
• Produttività elevata e costante
• Resistente a ticchiolatura
• Non ha mostrato sintomi di oidio

Fujion - Raccolta: -3 gg Fuji
• Simile a Fuji, colore rosso striato intenso
• Calibro e forma omogenei
• Polpa succosa, croccante, con una percezione di dolcezza molto intensa, generalmente superiore a Fuji
• Ottima conservabilità
• Brix: 16,0
• Acidità: 4,7
CARATTERISTICHE DELLA PIANTA
• Portamento aperto, di facile gestione
• Fruttificazione precoce e produttività elevata
• Scarsamente soggetto ad alternanza
• Raccolta più concentrata rispetto Fuji
• Si raccoglie generalmente in due soli passaggi
• Resistente a ticchiolatura, fino ad ora non ha mostrato sintomi di oidio

Trovare varietà dal sapore piacevole e coinvolgente, in linea con le moderne ed esigenti richiese del mercato, è stato l’obiettivo prioritario del programma di ricerca del CIV. La naturale resistenza alla ticchiolatura, la malattia fungina che più colpisce i frutteti in Italia e nel mondo, permette inoltre una coltivazione più sostenibile, facilitando il lavoro dei produttori e salvaguardando l’ambiente.

"Fin dalla sua costituzione il CIV - spiega il presidente Mauro Grossi - ha orientato l’attività di ricerca verso varietà resistenti, rispettose dell’ambiente, dal ridotto fabbisogno energetico, economicamente sostenibili, consapevoli che il produttore avesse bisogno di piante efficienti e di facile gestione. Con lungimiranza abbiamo deciso di andare alla ricerca di varietà dolci, anticipando la tendenza del mercato. La ricerca ha dato i suoi risultati: le varietà che presentiamo hanno una naturale resistenza e una rusticità che ne rendono possibile, da una parte la coltivazione a basso impatto ambientale, dall’altra una conservazione ottimale. Come nel caso di Modì®, la prima varietà resistente che il CIV ha introdotto sul mercato".

"Queste nuove varietà - chiarisce Grossi - non saranno gestite a club. Siamo aperti e disponibili a qualsiasi tipo di collaborazione per il loro sviluppo produttivo e commerciale. Già dalla prossima campagna avremo quantitativi sufficienti per fare i primi test di mercato".


Michelangelo Leis, breeder del CIV e Mauro Grossi, presidente CIV. (Foto: FreshPlaza)

"Le varietà che presentiamo - precisa Michelangelo Leis, breeder del CIV - sono il frutto di molti anni di ricerca. Sono geneticamente nuove, non si tratta quindi di mutazioni di altre varietà. La loro distintività è che sono resistenti alla ticchiolatura e allo stesso tempo dolci, mentre le varietà resistenti presenti oggi sul mercato sono per lo più acide e quindi non buone per la stragrande maggioranza dei consumatori. Inoltre, nelle prove di conservazione svolte finora non hanno mai evidenziato particolari fisiopatie. Come per Rubens® e Modì® abbiamo cercato poi caratteristiche innovative a livello gustativo, tali da poter essere pienamente apprezzate dal consumatore in ogni parte del mondo".

"Rispetto alle varietà standard - sottolinea Leis - queste sono piante dalla precoce messa a frutto e dalla produttività elevata e costante. Sono inoltre molto più facili da gestire, proprio per le caratteristiche dell’albero. La ramificazione aperta, i rami corti o che si piegano naturalmente, nel caso di Renoir anche l’autodiradamento, la raccolta in pochi passaggi, sono tutti elementi che, assieme alla resistenza alla ticchiolatura, si traducono in un minore impegno da parte del produttore, in un minor dispendio energetico e, in definitiva, in un minore impatto ambientale”.

Contatti:
Consorzio Italiano Vivaisti
S.S. Romea, 116
44020 San Giuseppe di Comacchio (FE) - Italy
Tel.: +39 0533 399431
Fax.: +39 0533 399441
E-mail: info@civ.it

-----
Il Consorzio Italiano Vivaisti - CIV è leader in Italia nell’innovazione varietale e nella produzione di materiali di propagazione certificati. Attivo dal 1983, con sede a San Giuseppe di Comacchio, in provincia di Ferrara, il CIV è composto dai tre vivai italiani leader nel settore: Vivai Mazzoni, Salvi Vivai, Tagliani Vivai. Attraverso la sinergia, l’esperienza e gli investimenti importanti nella ricerca, CIV è in grado di offrire prodotti all’avanguardia e più rispondenti alle esigenze del mercato. Nel complesso i tre vivai producono ogni anno circa 5 milioni di portinnesti, 3,5 milioni di piante di mele, pere e drupacee, 150 milioni di piante di fragola e 2 milioni di zampe di asparago. Producono inoltre, su richiesta dei clienti, altre specie minori di frutta. Il CIV, con grande lungimiranza, è impegnato da anni a selezionare varietà che possono fornire produzioni di alta qualità con ridotto fabbisogno energetico e basso impatto ambientale. CIV è un membro fondatore dell’International New-varieties Network (INN), un’associazione mondiale di vivai che promuove lo scambio, la valutazione e la commercializzazione di nuove varietà nelle principali aree di produzione nel mondo. Rubens® e Modì® sono due dei più significativi risultati espressi finora dal centro ricerche del CIV.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto