Marchio di qualita' per il melone della Maremma Viterbese

Un apposito bollino garantirà ai consumatori la qualità del melone di Pescia Romana, frazione di Montalto di Castro (Viterbo). E' una tante novità rese possibili dall'inaugurazione dell'Impianto Arsial che ha appunto per mission la valorizzazione qualitativa del melone prodotto nella Maremma Viterbese.

Attraverso una sofisticata apparecchiatura, allestita dall'Agenzia regionale negli impianti della cooperativa ''Il Chiarone'', si potranno determinare le caratteristiche interne di ogni singolo frutto senza aprirlo. Tra l'altro, Arsial ha messo a disposizione dei produttori una strumentazione portatile che può essere impiegata sia in magazzino che sul campo per monitorare il momento ottimale di raccolta.

''Con questa iniziativa - ha detto il commissario dell'Agenzia Fabio Massimo Pallottini - contribuiremo a migliorare la produzione e a ridurre i costi. Nello stesso tempo i consumatori potranno acquistare meloni di qualità certificata a prezzi più contenuti''.

A Pescia Romana, su una superficie di 350 ettari, si producono circa 1.500 tonnellate di melone in coltura protetta e anticipata. Nell'intero comprensorio, invece, la produzione arriva a circa 5.000 tonnellate. Le aziende del settore, quasi tutte a conduzione familiare, sono oltre 400.

Ogni anno, a Pescia Romana, divenuta una delle località di vacanza più apprezzate della costa laziale, viene organizzata una Sagra del melone. L'altra coltura d'eccellenza del territorio è l'asparago verde. Entrambe hanno ottenuto il marchio di qualità.

Fonte: ansa.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto