Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Cesar Claramonte, direttore della Clasol:

"Sono passati diversi anni da quando sono state concluse transazioni di compravendita a prezzi così alti"

La prima parte della campagna spagnola di clementine e arance sta per concludersi, in anticipo rispetto al solito a causa della minore offerta di prodotti commerciali disponibili. I prezzi della frutta all'origine continuano la loro tendenza al rialzo, perché l'offerta è più limitata.

"Molte aziende hanno già terminato con le Clemenules, ma noi continueremo a fornire questa varietà, così come la Clemenvilla, per altre due settimane", ha dichiarato Cesar Claramonte, direttore della Clasol. "L'offerta di Clemenules è stata inferiore al previsto, a causa dei problemi legati ai parassiti, in particolare ai ragni. Il calo della produzione di Clemenvilla è stato molto più evidente, poiché le colture sono state fortemente colpite dall'Alternaria (Maculatura bruna), che provoca macchie nere sulla buccia del frutto. Le Clemenules di qualità vengono pagate a prezzi molto buoni, e i prezzi della Clemenvilla hanno registrato un ulteriore rimbalzo".


A sinistra, Cesar Claramonte, direttore della Clasol.

A gennaio, l'azienda castigliana, che ha la sede a Borriana e i magazzini in Murcia, inizierà la seconda parte della campagna con i primi mandarini Hernandina e Nadorcott. "Contrariamente a quanto accaduto lo scorso anno, nella seconda metà della stagione ci aspettiamo una fornitura molto più ridotta per le varietà di mandarini come, fra gli altri, Nadorcott, Tango e Orri. Ci saranno anche meno arance, ad esempio della varietà Lane Late, e un raccolto storicamente basso eValencia, sia nella Comunità valenciana che in Andalusia", ha dichiarato Cesar Claramonte.

In generale, i prezzi di arance e mandarini risultano tra il 15 e il 20% più alti rispetto alla stagione precedente. "Sono diversi anni che non si concludono transazioni di compravendita a prezzi così alti. I produttori che hanno abbastanza volumi nei loro campi otterranno un ottimo ritorno economico", ha aggiunto Cesar.

In Spagna, la scarsa disponibilità di agrumi coincide con un'offerta inferiore nella maggior parte dei Paesi del Mediterraneo. "Quest'anno l'Egitto ha una produzione inferiore di arance, mentre il Marocco ha molti meno Nadorcott. L'eccezione è la Grecia, che ha una produzione normale di Clemenules e Clemenvilla. In generale, prevediamo che in questa stagione, i produttori mediterranei riusciranno a mantenere dei buoni prezzi".


Cesar Claramonte

La Clasol ha appena ottenuto il certificato CEPYME 500 dalla Confederazione spagnola delle piccole e medie imprese, che la riconosce come una delle 500 aziende spagnole con la maggiore crescita nel 2022. L'azienda ha chiuso a ottobre la sua campagna 2022, con un fatturato di 36 milioni di euro e il suo prossimo obiettivo è superare i 45 milioni. I suoi prodotti principali sono agrumi, drupacee, meloni e angurie.

Clasol presenterà i suoi prodotti alla prossima edizione del Fruit Logistica 2023, a Berlino, in Hall 18, Stand C-23.

Per maggiori informazioni:
César Claramonte
CLASOL
Tel.: +34 964585947
Cell.: +34 634137441
cesar@clasol.com
clasol.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto