Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Arancia Rossa di Sicilia Igp: la stagione 2022/23 inizierà ufficialmente il 19 dicembre

La stagione agrumicola siciliana è cominciata da diverse settimane, sebbene l'arancia rossa di Sicilia faccia registrare qualche ritardo a causa delle condizioni climatiche non ancora favorevoli alla pigmentazione del prodotto. Ne abbiamo parlato in un'intervista con Gerado Diana, presidente del Consorzio di tutela dell'Arancia Rossa di Sicilia IGP, per comprendere meglio le proiezioni sulla campagna agrumicola in Sicilia e sulle dinamiche che si stanno delineando.

Gerardo Diana

"Le tendenze che riguardano la nostra campagna sono difficili da definire, al momento - ha detto il presidente Diana - perché inizieremo con la raccolta e la commercializzazione dell'arancia Moro non prima del prossimo 19 dicembre. La pigmentazione del prodotto è legata all'escursione termica. In questo periodo, abbiamo avuto giornate molto calde e, solo da pochi giorni, registriamo temperature ed escursioni termiche idonee a far giungere a piena maturazione il frutto. Di certo c'è che abbiamo un grande punto di forza, quest'anno, con un prodotto veramente straordinario, di grande pezzatura, e che saprà reggere le sfide del mercato".

Venendo alle criticità e ai punti di debolezza su cui sta lavorando il Consorzio, Diana dichiara: "Da sempre siamo molto attenti all'ambiente e alle nuove soluzioni di packaging. Tanti nostri operatori sono alla ricerca di nuovi imballaggi, sempre più ecologici e riciclabili. Tutto ciò che è plastica, ormai, è passato di moda e si lavora su confezioni sempre più ecocompatibili, ecosostenibili. Su questo fronte, noi stiamo facendo un grande lavoro. Altro aspetto importante è quello di far passare forte e chiaro il messaggio che le piante sempreverdi, come l'arancio, con adeguate tecniche e procedure generano grandi benefici per l'ambiente, sottraendo anidride carbonica e conferendo sostanza organica al suolo. Gli aranceti sono i nostri boschi: svolgono un'essenziale funzione ecologica e possono essere la chiave di volta per una sostenibilità che crei valore per l'ambiente e per l'economia".

Alcuni numeri del Consorzio

"Siamo, inoltre, impegnati a capire cosa ci riservi la riforma dei marchi DOP e IGP che si sta discutendo al Parlamento europeo - ha proseguito il presidente - Tale riforma riguarda la riclassificazione di più di 3400 prodotti tra Denominazioni di origine protetta e Indicazioni geografiche protette. Si tratta di un settore che muove 71 miliardi a livello europeo, 17 per la sola Italia. Abbiamo un patrimonio agroalimentare unico e abbiamo il dovere di farlo conoscere ancora di più e meglio al mondo intero e di difenderlo dalle contraffazioni e dai tentativi di screditarne la salubrità. Il mercato per l'arancia rossa IGP è globale. Dobbiamo però aumentare sempre più quote di mercato in Europa: Francia, Germania, Svizzera. Consolidate queste posizioni, saremo pronti a conquistare anche altri mercati extraeuropei. L'obiettivo è pure quello di riconquistare quote di mercato in Italia, dove il prodotto IGP si vende solitamente da Roma in su. Stiamo lavorando per far sì che il valore del nostro prodotto possa essere percepito anche nel centrosud".

Innovazione, formazione, ricambio generazione, integrazione tra gli anelli della filiera, giusta remunerazione e promozione delle tipicità. Gerardo Diana risponde alla domanda su come si traducano nella realtà dell'arancia rossa: "Per quanto riguarda promozione e integrazione degli anelli della filiera, il Consorzio è stato presente e lo sarà ancora su radio e tv nazionali. La collaborazione con due multinazionali del calibro di Coca Cola e McDonald's ci ha dato una visibilità straordinaria. La cooperativa Libera Terra produce confetture a base di Arancia Rossa di Sicilia IGP, dedicata al commissario Beppe Montana, ucciso dalla mafia nel 1985. Legare i prodotti IGP e l'arancia rossa a una linea di produzione che ricorda la figura di Beppe Montana inorgoglisce non solo noi come consorzio, ma credo che debba inorgoglire tutti i siciliani onesti. Abbiamo 270 etichette autorizzate a utilizzare il nostro marchio: questo, per noi, è molti importante. Per un frutto stagionale come il nostro agrume, infine, i prodotti a base arancia rossa sono i nostri alleati nei mesi in cui non è disponibile il prodotto fresco".

Per maggiori informazioni:
Gerardo Diana
Consorzio di Tutela
Arancia Rossa di Sicilia IGP
Via San Giuseppe la Rena 30/B
95121 Catania (CT)
Sede operativa:
Via Passo del Fico S.P. 70/I C/da Jungetto,
C/o MAAS Corpo B Catania
+39 095 507681
aranciarossadisicilia@gmail.com
www.tutelaaranciarossa.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto