Abel Alarcón, della Brio Fruits

Le prime clementine Oronules incontrano un mercato ortofrutticolo più vuoto

A Valencia, la campagna delle clementine Oronules sta iniziando con un certo ritardo, ma con una minore pressione sul mercato da parte della frutta d'oltreoceano, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

"Quest'anno abbiamo iniziato direttamente con la varietà Oronules. Negli ultimi anni aprivamo la campagna con la Clemenrubi, ma quest'anno i calibri di questa varietà, che nella prima parte della stagione sono stati generalmente inferiori per tutte le varietà di clementine, sono troppo piccoli, e anche i livelli di succo sono bassi, a causa del caldo", afferma Abel Alarcón, direttore della Agrios Selectos, azienda conosciuta soprattutto per il suo marchio Brio Fruits. "Inoltre, questa varietà tende a scontrarsi maggiormente con la fine della campagna dei mandarini dell'emisfero australe, quindi sembra che sempre meno operatori stiano scommettendo sulla Clemenrubi".

Secondo il direttore dell’azienda con sede a Real de Gandía, a Valencia, "sembra che quest'anno il mercato potrebbe essere un po' più ‘vuoto’ di frutta d'oltreoceano, e questo ci consente di iniziare la campagna con maggiore ottimismo. Non ci sono le quantità degli scorsi anni e, allo stesso tempo, sembra che il consumo di mandarini e clementine abbia iniziato a crescere a settembre. Ci sono ancora i mandarini Orri e Nadorcott dell'emisfero australe, ma in quantità minori, dato che la domanda è stata buona".

"Per quanto riguarda le arance, la previsione è che non ci saranno tante sovrapposizioni, come è successo l'anno scorso con i frutti del Sudafrica, perché questo è il primo anno in cui la Commissione europea ha reso obbligatorio il trattamento a freddo all'arrivo nei porti europei, per evitare l’ingresso di parassiti, e ciò ha reso le esportazioni dal Sudafrica più difficili e costose. Spero che in futuro questa norma possa essere estesa ad altre specie di agrumi, poiché il rischio di ingresso di parassiti è ancora presente. Ne è un esempio il cotonet sudafricano, che sta mettendo a dura prova le clementine, e pure se è già stato un po' contenuto nelle aree già interessate, continua ad espandersi e a destare molta preoccupazione nel settore, visti i danni che provoca alla produzione e l'aumento del costo dei trattamenti fitosanitari necessari per combatterlo", afferma Abel Alarcón.

Al momento, secondo il produttore ed esportatore, le clementine stanno raggiungendo prezzi all'origine più cari, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. "Dobbiamo considerare che i costi sono più alti anche lungo tutta la filiera. Pure la frutta importata è più costosa, ma ci sono meno volumi, sia dall'estero sia dalla Spagna, con un calo di oltre il 10% rispetto alla scorsa stagione. Questa è una conseguenza sia dell'impatto delle condizioni meteo sia dell'abbandono dei terreni da parte dei piccoli coltivatori che non riescono a far fronte all'aumento dei costi di produzione. Per ora i calibri grandi sono scarsi per tutte le varietà e tutte le specie di agrumi, ma le piogge previste per questo mese potrebbero avere un effetto positivo sulle varietà tardive".

I volumi di clementine e mandarini dell'azienda valenciana continuano a crescere, guadagnando terreno sulle arance. L'azienda ha anche continuato a scommettere su varietà di arance pigmentate come Sanguinelli e Cara Cara. I suoi mercati principali sono in Germania, Francia, Belgio, Italia, Polonia e, occasionalmente, quelli esteri. "Dal 2021, siamo presenti nei supermercati spagnoli, dove prevediamo di continuare a crescere nei prossimi anni".

"Stiamo anche investendo nell’installazione di nuovi pannelli solari sul tetto del nostro magazzino. Utilizziamo i pannelli solari già dal 2009 ma, poiché quelli attuali sono più efficienti, li sostituiremo a quelli vecchi. Abbiamo investito anche in nuove telecamere a infrarossi che sono più potenti di quelle che già abbiamo e che ci permetteranno di scartare meglio i frutti con sintomi di marciume", conclude Abel Alarcón.

Brio Fruits ha partecipato al Fruit Attraction come espositore,padiglione 3, stand 3E10G.

Per maggiori informazioni:
Abel Alarcón
Agrios Selectos S.L. (Brio Fruits)
T: +34 962 868 000
brio@brio.es
www.brio.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto