La produzione agrumicola di Valencia potrebbe diminuire di oltre l'8 per cento nella prossima stagione

Secondo diverse fonti del settore, nella prossima campagna, la Comunità Valenciana produrrà poco meno di 3 milioni di tonnellate di agrumi, vale a dire oltre l'8% in meno rispetto ai 3,26 milioni di tonnellate raccolti nella campagna 2021/22.

Secondo le stesse fonti, la riduzione della produzione riguarderà tutti i tipi di agrumi. La produzione di arance potrebbe diminuire di quasi 150mila tonnellate rispetto agli 1,64 milioni di tonnellate raggiunti nell'anno precedente, mentre la produzione di mandarini potrebbe diminuire di quasi 100mila tonnellate rispetto agli 1,33 milioni di tonnellate prodotti nel 2021.

Il settore agrumicolo attribuisce questa diminuzione della produzione a due fattori fondamentali. In primo luogo, la resa è influenzata dalla produzione alternata. Ma ci sono ragioni meno circostanziate, come il progressivo abbandono dei terreni coltivabili, in particolare delle aziende agricole più piccole e meno redditizie.

"Di conseguenza, altre Comunità autonome che hanno optato per grandi proprietà produttive, come l'Andalusia e la Murcia, hanno sottratto terreno alla Comunità Valenciana", ha dichiarato una fonte.

Questa minore produzione e l'imposizione del trattamento a freddo sulle esportazioni di agrumi sudafricani nell'Ue porterebbero a un aumento dei prezzi. "Il Paese africano sta dirottando parte della sua produzione verso il Sud-Est asiatico, il che contribuirebbe a decongestionare il mercato europeo e ad aumentare la domanda di arance spagnole", hanno dichiarato le fonti.

Fonte: elperiodicomediterraneo.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto