Nella stagione 2022/23, la produzione spagnola di limoni dovrebbe raggiungere 1,150 milioni di tonnellate

"La sfida è garantire una transizione ordinata tra i due emisferi, in modo da prevenire quanto accaduto l'anno scorso"

La prima stima del raccolto dell'Associazione Interprofessionale del limone e del pompelmo di Spagna (AILIMPO) per la stagione 2022/23 dei limoni indica che la produzione in Spagna sta raggiungendo le 1.150.000 tonnellate. Ciò comporta un aumento del 2% rispetto al bilancio provvisorio della stagione 2021/22, che dovrebbe chiudersi con un volume complessivo di 1.130.000 tonnellate.

Questa prima stima dovrà essere confermata a fine settembre e dipenderà dall'evoluzione delle condizioni meteo e dall'impatto dell'entrata in produzione di nuove piantagioni, dal momento che la superficie coltivata a limoni è aumentata di 12.900 ettari negli ultimi 7 anni, da 37.500 ha a 50.400 ha (+34%), secondo i dati ufficiali del Ministero spagnolo dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione (MAPA).

"Alla fine di settembre effettueremo un'altra stima del raccolto, che riporterà la stessa quantità di frutti, anche se resta da valutare l'impatto delle ondate di caldo di questa estate sui calibri", afferma José Antonio García, direttore di Ailimpo.

Nella campagna 2022/23, la Spagna continuerà ad essere il principale esportatore di limoni freschi, nonché il secondo produttore mondiale di succo di limone, olio essenziale e scorza disidratata.

L'inizio della stagione 2022/23 dipenderà anche dalla vendita degli stock dell'emisfero australe a settembre. "Quest'anno l'Argentina ha spedito più limoni in Europa, recuperando il terreno perso in Sudafrica. La sfida e la responsabilità degli esportatori europei, sudafricani e argentini, principalmente, è quella di lavorare per garantire una transizione ordinata tra i due emisferi ed evitare così che si ripeta la situazione dell'anno scorso", dice il direttore di Ailimpo.

Nello scenario attuale, la Spagna inizierà la stagione in una data che consentirà una transizione corretta e garantirà la fornitura di limoni di prima qualità. "Prevediamo di iniziare la raccolta a partire dall'ultima settimana di settembre. Raccomandiamo ai coltivatori di far certificare le loro aziende agricole da GlobalGAP e Grasp, nonché di concentrarsi su colture con minore fabbisogno di irrigazione e fertilizzanti".

Ailimpo è un'organizzazione interprofessionale spagnola con sede a Murcia, ufficialmente riconosciuta dal Ministero dell'agricoltura e dalla Commissione europea, che rappresenta gli interessi economici dei produttori di limoni e pompelmi, cooperative, esportatori e industriali in Spagna.

La Spagna è il leader mondiale nelle esportazioni del fresco e il secondo nella classifica dei Paesi di trasformazione, con un fatturato annuo di 800 milioni di euro, generando più di 23.000 posti di lavoro diretti e oltre 350 milioni di euro di fatturato nelle industrie ausiliarie.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto