Pannitteri: "Energia elettrica con accisa ridotta"

OP Rosaria: il punto sulla campagna agrumicola

"Il ministero dell'Agricoltura deve darci una mano con misure concrete. Una proposta? L'energia elettrica consumata dalle aziende agricole dovrebbe essere trattata alla stregua del 'gasolio agricolo', cioè godere di un'accisa ridotta". 

Ha le idee chiare Aurelio Pannitteri, patron di OP Rosaria, l'Organizzazione di Produttori agrumicoli della Piana di Catania, su come il governo dovrebbe supportare le aziende in questa congiuntura sfavorevole, che sta mettendo alla prova tante realtà produttive di tutto lo Stivale: "Le aziende agricole sfamano il Paese, non vanno considerate alla stregua di aziende che producono beni o servizi non indispensabili".

Aurelio Pannitteri, presidente di OP Rosaria

Pannitteri fa il punto sulla campagna agrumicola: "Per OP Rosaria non è stata una campagna facile: prima le condizioni climatiche disastrose, poi i super-rincari dell'energia e delle materie prime. Ma nonostante tutto, non è andata male. Il prodotto, proprio perché scarso a livello di volumi, è stato di grande pezzatura e di qualità ottima".

La campagna, iniziata le prime settimane di novembre con l'Arancia Bionda Rosaria e continuata nei mesi a seguire con le varie referenze di Arancia Rossa Rosaria, durerà ancora circa un mese o poco più. Da fine marzo, la varietà in produzione è la Tarocco Gallo. Poi, da dopo Pasqua, sarà il turno della varietà tardiva Tarocco Meli, dolcissima. Insieme, Gallo e Meli chiuderanno la stagione delle Arance Rosaria, intorno al 10 maggio.

Riguardo ai listini, Aurelio Pannitteri afferma di avere avuto una buona risposta dalla Gdo: "La distribuzione ha cercato di venirci incontro. Come dico spesso, in tasca a noi produttori arriva sempre poco, ma devo ammettere che ho visto un impegno da parte della distribuzione a fare la sua parte".

Parlando di Fruit Logistica, la kermesse berlinese che ha chiuso i battenti il 7 aprile, alla quale quest'anno ha partecipato da visitatore, il presidente di OP Rosaria dichiara: "Sono soddisfatto dell'andamento della fiera. Certo, non è stata quella di due anni fa, ma ha dato un buon segnale di ripartenza. Quest'anno ho partecipato da visitatore, perché ad aprile la campagna arance si avvicina al termine, e non avrebbe avuto senso avere lo stand. Ma dal prossimo anno, in cui tornerà a febbraio, spero di tornare in prima linea come espositore".

In relazione ai programmi a breve termine dell'OP, il presidente afferma che "i primi di maggio saranno messi a dimora altri 20 ettari di piante di arance Tarocco".

----

OP Rosaria nasce nel 2008 per iniziativa di un gruppo di operatori della filiera agrumicola della piana di Catania. Opera su un territorio che varia dai 1.000 ai 1.500 ettari e ha come scopo la valorizzazione delle produzioni di agrumi della Sicilia orientale. Il suo marchio, Rosaria, decisamente tra i più noti a livello nazionale per quanto riguarda il mondo ortofrutticolo, è sinonimo di qualità, territorialità e unicità. 

Per maggiori informazioni:
Aurelio Pannitteri
OP Rosaria - Pannitteri & C. srl 
S.P. 135 - km 0,3
95032 Belpasso (CT) - Italia
+39 095 7913562/3
info@pannitteri.it
www.aranciarosaria.eu


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto