Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Tango Fruit rafforza le sue attività promozionali, cresce in Italia ed entra in Portogallo e Regno Unito

"I prezzi all'origine sono remunerativi da fine febbraio, sebbene abbiano risentito della crisi"

Grandi manifesti nei reparti della frutta di alcuni ipermercati, presentazioni e packaging personalizzati e differenziati, display nei mercati all'ingrosso, degustazioni nei supermercati di quartiere servite da hostess con il brand del marchio, decorazioni con l'immagine dell'ape sorridente ben visibile, lotterie, promozioni sui social media: per questa campagna, il marchio Tango Fruit ha moltiplicato la sua attività promozionale.

Lo ha fatto per prepararsi al lancio in nuovi mercati, ovvero Portogallo e Regno Unito, e per consolidare la propria presenza in quelli in cui lavora da anni (Spagna e Italia). Più di recente, ha anche lanciato una campagna pubblicitaria sui media specializzati e generalisti per evidenziare le caratteristiche della varietà, con protagonista l'insetto impollinatore e lo slogan 'Seedless... is the solution'.

Per quanto riguarda la stagione di commercializzazione europea della varietà Tang Gold, il bilancio è in generale "moderatamente positivo", secondo José Pellicer, direttore R&S di Eurosemillas, che aggiunge: "Nei momenti più difficili, abbiamo continuato a impegnarci nella promozione del marchio e nella cura del prodotto, concentrandoci sulle qualità del nostro mandarino".

Nel complesso, secondo i dati forniti dall'azienda di certificazione di questo mandarino (Cyberagrópolis), a fine gennaio quasi l'80% della produzione spagnola aveva già un acquirente e a fine febbraio il volume già etichettato era del 50% superiore a quello dello stesso periodo del 2021. "L'interesse per la fornitura di questo mandarino di qualità senza semi ha consentito di chiudere la maggior parte delle attività all'origine del Tang Gold a prezzi inferiori rispetto alle stagioni precedenti, ma comunque redditizie per tutta la filiera ", dice José Pellicer.

Il piano promozionale attuato nei negozi ha anche contribuito a far assorbire tutta la frutta spagnola, nonostante l'aumento del raccolto di quest'anno di circa il 30%, che si è attestato intorno alle 125mila tonnellate.

"È un fatto importante in una campagna difficile come quella attuale, segnata da un crollo generale dei prezzi degli agrumi, in particolare delle arance, causato da diversi fattori, tra cui la domanda limitata, la crisi energetica, i problemi logistici, l'aumento dei costi di plastica, carta e cartone, o la guerra tra Ucraina e Russia", dice il direttore della Tango Fruit, Juan José de Dios. "Da fine febbraio/inizio marzo, la percentuale di Tang Gold rimasta invenduta è risultata già molto bassa, il che dimostra che il mercato riconosce l'eccezionale valore della fornitura senza semi".

Il marchio Tango Fruit è stato lanciato in Portogallo nell'ultima settimana di gennaio in 35 ipermercati e 60 negozi in tutto il Paese, comprese le isole di Madeira e le Azzorre. Nella seconda settimana del 2022, il brand è arrivato anche sugli scaffali di una delle principali catene di supermercati inglesi, ottenendo ottimi risultati nella categoria seedless. In Spagna, Tango Fruit viene fornito ai consumatori tramite Carrefour e, per quanto riguarda l’Italia, è in essere un accordo con Spreafico. Il prodotto è già presente nei principali mercati all'ingrosso, così come nelle più grandi catene di distribuzione del Paese.

I brand manager saranno presenti al Fruit Logistica (Berlino, 5-7 aprile) per prepararsi all'inizio della prossima stagione nell'emisfero australe.

Per maggiori informazioni: tangofruit.es


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto