Sophoclis Michaelides, Bio-Ilios Ltd

Il freddo ha avuto un effetto minimo sulla campagna greca degli agrumi biologici

La commercializzazione degli agrumi greci è iniziata particolarmente bene quest'anno. "Tuttavia, la recente ondata di freddo, con neve e temperature fino a -10 °C  ha avuto un notevole impatto sulla produzione, motivo per cui dobbiamo fare i conti con quantità inferiori e una fine anticipata della stagione", riferisce Sophoclis Michaelides, amministratore delegato della società di importazione specializzata Bio-Ilios Ltd, con sede a Tubinga (Germania).


Coltivazione di agrumi greci

Le ultime arance Valencia da produzione biologica greca dovrebbero arrivare sul mercato tra circa un mese. "Abbiamo già finito con i Minneola e anche le clementine della varietà Nova si stanno rapidamente esaurendo. I limoni biologici greci, invece, saranno forniti fino ad aprile", riferisce Michaelides.

La concorrenza nel settore del biologico è particolarmente agguerrita sul mercato dei limoni, aggiunge l'importatore. "Fortunatamente, quest'anno siamo riusciti a stare al passo con l'Italia in termini di prezzi, motivo per cui, nel complesso, possiamo guardare indietro a una campagna dei limoni soddisfacente. Vale la pena ricordare che, soprattutto per i limoni biologici sono in corso molte trattative sul mercato interno greco".

Come per molte altre categorie di prodotti, i prezzi degli agrumi biologici sono stati già abbastanza alti durante tutta la stagione. "In generale, i livelli delle quotazioni sono nettamente superiori a quelli dell'anno scorso - continua Michaelides - Una questione che ci sta molto a cuore è che, alla fine, il coltivatore ottenga un prezzo equo per il proprio prodotto, soprattutto perché, per le piccole aziende della Grecia, i costi di produzione sono relativamente elevati rispetto a Paesi concorrenti come Spagna e Italia. Finora siamo soddisfatti di quello che siamo riusciti a fare in questa stagione".

Kiwi bio in crescita
Parallelamente agli agrumi biologici, i kiwi bio stanno dando forma all'attuale attività di mercato. Michaelides afferma: "I nostri kiwi biologici vengono raccolti a partire da ottobre-novembre e conservati in magazzini a temperatura controllata, dopodiché possono essere commercializzati fino a maggio, a seconda dell'area di coltivazione. Le vendite di quest'anno sono piuttosto lente rispetto all'anno scorso, con prezzi proporzionalmente elevati. In effetti, dal mio punto di vista, non si può escludere che alcune cooperative si siano adagiate sulla loro produzione".

Indipendentemente dall'attuale situazione pandemica, i prezzi sono aumentati costantemente negli ultimi anni, secondo Michaelides. "Le quotazioni per le materie prime europee e neozelandesi sono ora più o meno uguali. In generale, credo che il kiwi abbia raggiunto il limite di prezzo".

A lungo termine, secondo Michaelides, il kiwi biologico greco avrà una tendenza al rialzo. "L'Italia ha perso quote di mercato sia nei kiwi convenzionali che biologici, a causa della moria nelle principali aree di coltivazione. Fino a gennaio viene commercializzata principalmente la varietà di kiwi Tsechelidis; nella seconda metà della stagione, dovrebbe dominare il mercato la Hayward, conosciuta in tutto il mondo".

Frutta biologica in aumento
Tutto sommato, l'industria della frutta biologica ha il vento in poppa. "La pandemia ha portato i prodotti biologici sempre più all'attenzione dei consumatori, soprattutto nel primo anno. In generale, tuttavia, c'è anche una tendenza sociale verso un'alimentazione sana, che a sua volta ha un effetto positivo sulla commercializzazione della frutta biologica - afferma Michaelides - Oltre al nostro mercato di vendita principale, il commercio di alimenti biologici a livello nazionale, siamo stati in grado di collocare più merci nella vendita al dettaglio. Tuttavia, la nostra principale preoccupazione resta quella di fornire il commercio specializzato di alimenti naturali e di aumentare le vendite attraverso i canali disponibili, ove possibile".

Immagini: Bio-Ilios Ltd.

Per maggiori informazioni:
Sophoclis Michaelides
Bio-Ilios GmbH
Lustnauer Kirchplatz 6
72074 Tubinga - Germania
Tel.: +49 7071 407 85 1 -17
Fax: +49 7071 407 85 1 -20
Email: info@bio-ilios.com 
Web: www.bio-ilios.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto