Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Juan-Ivan Smuts (Lucerne Agri Investments)

I coltivatori di soft citrus della regione del Boland aprono alle Valencia e agli avocado

Nella zona di Robertson, nel Capo Occidentale (Sudafrica), presso le aziende della Lucerne Agri, si stanno raccogliendo limoni, clementine e Nova e, considerati i pochi danni causati dal vento durante la stagione di crescita, il raccolto è buono e i packout sono alti.

"Non ci sono certezze sui prezzi di mercato", osserva Juan-Ivan Smuts, amministratore delegato della Lucerne Agri, azienda agricola di quasi cento anni, che coltiva una gamma completa di frutta e verdura. "I porti sono ancora nel caos, ma quello che ci colpisce di più è il tasso di cambio della nostra valuta: il Rand ha raggiunto il suo massimo dal 2019".

Nella regione del Boland sono stati piantati soft citrus e limoni, e quest'anno si sono aggiunte le arance Valencia per distribuire il rischio. "Riscontriamo del potenziale in alcuni tipi di Valencia tardive, e la nostra area di coltivazione è molto tardiva. Questa sarà la nostra prima iniziativa su Valencia", dice Juan-Ivan, sottolineando che la scorsa stagione ha dimostrato che ci sarà sempre spazio per le arance, considerato il loro apporto di  vitamina C.

Oltre tre decenni di rapporti con i clienti
Presto l’azienda passerà ai mandarini di metà stagione e finirà con i Nadorcott che, come il mandarino Leanri di metà stagione, sono per lo più commercializzati in piattaforme per il trading, come i marchi ClemenGold e Halo.

"Con le vaste piantagioni di agrumi che ci sono in tutto il Sudafrica, è sempre più importante per noi avvicinarci il più possibile al cliente finale", spiega Juan-Ivan. "Il nostro obiettivo sarà sempre quello di trovare gli acquirenti giusti per ogni singolo frutto che forniamo, e questo è possibile grazie a un team interno di marketing e di supporto che, insieme al team di AnB PM, si assicura che il frutto locale venga inserito anche in programmi sostenibili".

Juan-Ivan continua: "La diversificazione della nostra attività aiuta sicuramente a introdurre nuove linee per i retailer, considerati i nostri rapporti con alcuni clienti che risalgono a oltre 35 anni e grazie alla nostra ampia gamma di prodotti".

I pomodori compensano la deludente stagione delle drupacee
La Lucerne Agri è uno dei maggiori produttori di pomodori del Sudafrica.

Nel Capo Occidentale, la stagione terminerà tra circa tre settimane, ma quest'anno il programma di vendita al dettaglio dei pomodori della Lucerne Fresh continuerà attraverso una partnership con coltivatori a contratto delle aree di produzione invernale del Mpumalanga Lowveld, così come dell'East London.

Alcuni mesi fa è stato avviato un impianto di confezionamento/valore aggiunto a Johannesburg per i pomodori coltivati da produttori a contratto del nord, che consentirà all’azienda di confezionare un vasto assortimento di altri prodotti coltivati dal gruppo.

Un mese fa, la pioggia caduta a fine estate nel nord del Paese, ha creato un gap nei volumi dei pomodori.

"I prezzi dei pomodori sono stati fra i più alti che abbiamo mai avuto", afferma Juan-Ivan, aggiungendo che non sono stati totalmente esenti dall'effetto climatico, poiché un autunno freddo ha chiuso la stagione in anticipo. "Anche la nostra produzione non è stata quella a cui siamo abituati, fortunatamente i prezzi hanno compensato".

Per le drupacee è successo il contrario: "La raccolta è stata ottima, la qualità e i calibri eccellenti ma, purtroppo, si è verificato un eccesso di fornitura sul mercato mentre la domanda è stata assolutamente scarsa in Europa, ma anche nel Sud-est asiatico e nel Regno Unito".

E' stato uno degli anni più freddi registrati nell'emisfero boreale che, insieme ai ritardi nelle spedizioni e concentrazione delle navi nei porti, hanno influito negativamente sul mercato. La maggior parte della frutta viene venduta sul mercato all'ingrosso, ma la chiusura del settore della ristorazione ha avuto un effetto devastante sulle vendite di drupacee.

Finestra di vendita tardiva per gli avocado del Capo
La Lucerne Agri ha acquisito una nuova azienda a Stormsvlei, vicino a Riviersonderend, dove sono i primi a coltivare avocado su larga scala.

La prima fase delle loro piantagioni di avocado si estenderà a 100 ettari, quasi tutti di varietà Hass, per la finestra tra ottobre e novembre, quando il mercato locale dell'avocado risulta molto interessante.

"Abbiamo trovato un equilibrio tra il sistema ad alta densità e quello convenzionale e, poiché si tratta di un nuovo progetto, lo abbiamo sviluppato in modo un po' più convenzionale. La nostra piantagione riflette molto di più gli spazi delle coltivazioni di agrumi, rispetto alla tradizionale spaziatura adottata per gli avocado. Coltiviamo molte drupacee, quindi siamo abituati alla potatura e alla manipolazione. Con piantagioni più ravvicinate dovremmo essere in grado di prelevare prima volumi più elevati e tenere sotto controllo i volumi sugli alberi".

Quest'anno il primo raccolto di Hass già piantato, sarà di circa 30 ettari.

"Quindi vogliamo vedere come utilizzare una o due cultivar all'inizio e una o due alla fine della stagione dell'avocado, per ampliare un po' questa finestra, insieme alla manipolazione della potatura", spiega Juan-Ivan.

"Intorno a Robertson ci sono alcuni vecchi lotti di avocado, ma considerati i nuovi sviluppi nel sistema d'irrigazione, nelle tecniche di potatura e nella genetica dell'avocado, abbiamo l'opportunità di coltivare questi frutteti senza troppi problemi".

Per maggiori informazioni:
Juan-Ivan Smuts
Lucerne Agri Investments
+27 23 004 1306
ji@lucerneagri.co.za
lucernefresh.co.za/home


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Facebook Twitter Linkedin Instagram Rss

© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto