Acerplant: il vivaismo professionale va verso un approccio tecnologico e sostenibile

Trapianti 2021: crescono le superfici di pomodoro da industria in Campania

"Il coronavirus ha influito leggermente sul vivaismo hobbistico, se non lo scorso marzo con l'inizio della pandemia; poi tutto è stato regolare. Per il vivaismo professionale si notano invece delle flessioni dovute all'andamento incerto dei mercati, legato agli effetti della pandemia. Per questa campagna primaverile, operando al centro sud-Italia, la programmazione colturale è focalizzata su solanacee (pomodoro, peperoni e melanzane) per il 70%, e per la restante parte cucurbitacee (zucchino e meloni) e asteracee (gamma di lattughe e scarole). Abbiamo registrato un incremento di richiesta di varietà ibride di pomodoro da industria e di San Marzano Dop, soprattutto per i trapianti in Campania". E' quanto spiega Francesco Pirolo di Acerplant, vivaio situato ad Acerra (Napoli).

Negli ultimi tempi, sia l'agricoltura in genere che il vivaismo in particolare stanno andando verso un orientamento sostenibile, dove l'uso degli input chimici è ridotto, prediligendo strategie alternative di lotta integrata. "Infatti, si allineano con questo orientamento anche i produttori, i quali richiedono varietà resistenti, soprattutto per le principali virosi che stanno attaccando le produzioni".

"Il vivaista - prosegue Pirolo - deve saper dosare bene le variabili produttive, mitigando dove possibile quelle climatiche. Tant'è vero che disponiamo di un sistema di monitoraggio dei parametri ambientali che fornisce un orientamento sui processi decisionali e sul metodo produttivo, allo scopo di ridurre gli interventi chimici. Quotidianamente monitoriamo la temperatura sotto serra, quella del substrato, l'umidità relativa, il pH, la conducibilità elettrica della soluzione nutritiva, in modo da avere piante sane, equilibrate e compatte".

Il vivaio Acerplant nasce ad Acerra (Napoli) nel 1989, per opera dei fratelli Pirolo, Francesco e Raffaele, i quali venendo dall'esperienza di produttori agricoli nell'azienda di famiglia, si sono lanciati con entusiasmo in una nuova realtà imprenditoriale. Inizialmente, le superfici interessate ammontavano a 4000 mq di serre, oggi invece sono 11000 mq.

"Un aspetto che assume fondamentale importanza per un vivaista è evitare la "filatura". Dal canto nostro, in primis dosiamo in modo equilibrato l'apporto di luce, di acqua, di nutrienti e usando un giusto pg mix del substrato".

La mission aziendale è guardare a una gestione sostenibile a basso impatto ambientale, minimizzando gli input chimici. L'approccio è quello di un'agricoltura 4.0, che possa coniugarsi bene con una gestione integrata. In funzione di ciò, Pirolo dice: "Confidiamo molto nel notevole lavoro di miglioramento genetico (no Ogm) che le case sementiere stanno portano avanti in questi anni; in più, siamo convinti che gli insetti utili rappresentino un valido aiuto per ridurre i trattamenti chimici, e ultimi, non per importanza, c'è un maggiore orientamento verso l'uso di microrganismi utili, in funzione del loro antagonismo con i patogeni terricoli e poiché sono in grado di aumentare l'efficienza d'uso dell'acqua e dei nutrienti. Inoltre, stiamo convertendo parte del vivaio al biologico, in funzione dell'elevata richiesta ricevuta".

L'80% del fatturato aziendale è incentrato sul vivaismo professionale, ma la restante parte è dovuto al vivaismo hobbistico, che negli ultimi tempi sta diventando un settore in forte crescita. "Stiamo ampliando le referenze dedicate all'hobbistica, introducendo anche altre varietà, non solo orticole".

"Il nostro obiettivo per il futuro - conclude Pirolo - è quello di predisporre impianti serricoli sempre più performanti alle esigenze di controllo climatico, data l'estrema variabilità ambientale dovuta al cambiamento climatico. L'intento è costruire serre con una gronda più alta e con aperture automatizzate, in modo da poter gestire meglio i parametri ambientali quali umidità, temperatura e luce. Per ulteriori novità, seguiteci su Agricultural-Service/Acerplant ".

Contatti:
Acerplant Dei F.lli Pirolo
Via Tommaso Albarella, 2
80011 Acerra (Na) - Italy
Tell: (+39) 081 520 6927
Cell: (+39) 340 4720500 Angelo Pirolo
Cell: (+39) 333 6316765 Raffaele Pirolo
Email: acerplant@libero.it
Facebook: Agricultural-Service/Acerplant
Instagram: acerplant


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2021

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto