Avvisi





Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dati rapporto semestrale USDA

Il mercato europeo degli agrumi sara' rifornito principalmente da Marocco e Sudafrica

Si stima che nella stagione 2019-20 la produzione di agrumi dell'Unione europea risulterà in calo dell'11%, fino a 10,4 milioni di tonnellate. Questa previsione è del 4% più elevata rispetto alle stime precedenti. La flessione prevista in termini di produzione totale è dovuta alle condizioni climatiche avverse registrate in Spagna, il principale fornitore di agrumi dell'Ue. Questi i dati riportati nel rapporto semestrale USDA.

Il calo nella produzione di agrumi Ue potrebbe incrementare le importazioni comunitarie. In ogni caso, le esportazioni restano stabili per via di una domanda interna più elevata registrata in Ue.
Canada, Medio Oriente e Cina restano i mercati d'esportazione strategici dell'Ue per quanto riguarda gli agrumi.

Spagna e Italia sono i maggiori fornitori agrumicoli dell'Ue. Seguono Grecia, Portogallo e Cipro. Per la stagione 2019/20 è stata prevista un calo nella produzione totale di agrumi, ma con una qualità eccellente dei frutti.

Il consumo di agrumi è aumentato durante l'emergenza legata al coronavirus. Le persone volevano, infatti, alimenti che rafforzassero il sistema immunitario. In Ue, tale aumento nel consumo di agrumi si è andato a combinare con una bassa offerta di agrumi e ciò ha fatto aumentare i prezzi degli agrumi spagnoli (e non solo) nelle prime 16 settimane del 2020.

La produzione di arance in Ue per la stagione 2019/20 dovrebbe raggiungere 6,1 milioni di tonnellate, vale a dire quasi il 9% in meno rispetto all'anno scorso (anche se più elevata del 6% rispetto alle stime iniziali). Anche in questo caso, tale declino è previsto principalmente in Spagna, che è il principale fornitore di arance dell'Ue. Ancora una volta, la flessione è dovuta a condizioni climatiche sfavorevoli. La Spagna ha affrontato pesanti piogge in autunno e in primavera.

Negli ultimi 9 anni, la produzione di arance totale dell'Ue è diminuita di quasi il 13%. Inoltre, si coltiva l'8% in meno di mandarini. Ci si aspetta anche un calo nella produzione di limoni del 16%.  Probabilmente la produzione di pompelmi dell'Ue diminuirà dell'11% fino a 96.000 ton.

Ciò sarà dovuto al netto calo previsto per la Spagna, che è anche il principale fornitore di limoni e pompelmi dell'Ue. A livello europeo, la superficie coltivata complessiva per i limoni e i pompelmi continua ad aumentare. Dal 2011 è aumentata dell'8%, ma quest'anno non sono state registrate rese più elevate.

Le importazioni di agrumi in Ue dovrebbero aumentare leggermente per la stagione 2019/20. Questi agrumi arriveranno principalmente da Marocco e Sudafrica.

Le principali destinazioni dell'export Ue sono Svizzera, Norvegia e Canada. Si è registrato un notevole aumento nelle esportazioni in Cina e Medio Oriente. Le esportazioni agrumicole Ue dovrebbero conservare una tendenza al rialzo nei mercati strategici, tra i quali troviamo Canada, Medio Oriente e Cina.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto