La linea dei Sughi Petti tra i Prodotto dell'Anno 2020

Pomodoro: la mancanza dei formati retail portera' i prezzi alle stelle

"Negli ultimi anni, la produzione del pomodoro da industria ha registrato un calo delle rese, a causa delle sempre più frequenti anomalie climatiche. Nel 2019 abbiamo lavorato 70mila tonnellate di pomodoro fresco, con un calo del 30% per via delle incessanti precipitazioni. Ci auguriamo che la campagna 2020 prometta buone rese in linea con i volumi del 2017. Al momento nel post Covid-19 le problematiche da affrontare sono connesse alla mancanza di scorte andate a ruba nella fase cruciale dell'emergenza sanitaria. In sintesi, mancano i formati retail, con la conseguenza che i prezzi sono volati alle stelle". Così riferisce a FreshPlaza Pasquale Petti, direttore generale dello stabilimento toscano Italian Food Gruppo Petti.

In foto, Pasquale Petti, direttore generale dello stabilimento toscano Italian Food Gruppo Petti. 

Quale membro della quarta generazione di imprenditori, Pasquale Petti ha rivoluzionato l'azienda di famiglia spostando la produzione dalla Campania alla Toscana e scommettendo tutto sulla riconoscibilità del brand e sull'innovazione di prodotto.

A 38 anni, egli è riuscito a posizionare il suo brand al terzo posto tra i big player del mercato italiano. Entrato in azienda a 25 anni, dopo varie esperienze all'estero, oggi guida l'impresa e lo stabilimento di Venturina Terme (LI) con 100 dipendenti, 250 stagionali e un fatturato in crescita progressiva.

"L'effetto della pandemia, a partire da settembre 2020, avrà un forte impatto sull'aumento dei prezzi, semplicemente perché acquistiamo pomodoro fresco a costi superiori. Dispiace dirlo, ma le aziende agricole stanno speculando sul prezzo alla produzione, con quotazioni superiori del 30% rispetto al solito".

Ecco perché, al momento, al Sud Italia non si riesce ancora a trovare un accordo con l'industria, anche a fronte di una proposta di incremento di prezzo rispetto allo scorso anno, a compensazione della straordinarietà della campagna (Covid-19, approvvigionamento idrico - cfr. anche precedente news).

La politica aziendale del gruppo, anche nell'ottica della sostenibilità ambientale e delle buone pratiche, storicamente seleziona produttori pure in base alla vicinanza dei campi allo stabilimento, non solo per risparmiare sul prezzo del trasporto, ma soprattutto per riconoscere un prezzo maggiore all'agricoltore. 

La linea dei Sughi Petti - 100% pomodoro toscano - è stata eletta Prodotto dell'Anno 2020 per la categoria sughi pronti. Si tratta di referenze preparate con pochissimi ingredienti naturali, senza conservanti o acidificanti. Petti è considerato un "premium price", ossia un prodotto che, nella sua categoria merceologica, propone un prezzo alto riconosciuto dai consumatori in termini di qualità, grazie alla selezione del prodotto in campo e alla cura nei processi di trasformazione.

Ultimi arrivati negli scaffali della grande distribuzione organizzata, i sughi pronti in formato vetro nei gusti: classico al pomodoro, sugo con basilico, sugo con origano. Sono disponibili in formato da 200 e 300 gr. Il sugo al basilico contiene polpa fine di pomodoro (90%), basilico (3%), cipolla aglio, olio extravergine e sale iodato.

L'ampia linea di referenze viene lavorata a bassa temperatura, con sale iodato protetto PreSal e una speciale lavorazione detta anche cold break (scottatura a temperatura controllata). Il pomodoro - dopo il lavaggio, la selezione ottica e poi la cernita manuale - viene triturato a temperatura ambiente e scottato in brovatrice, per poi passare direttamente alle successive fasi di trasformazione. Questo processo garantisce l'alta qualità del risultato in termini di gusto, preservando il colore rosso e le proprietà organolettiche del pomodoro, come fosse appena raccolto.

"Il marchio Petti - precisa Pasquale Petti - è il primo brand nel settore biologico in Europa per numeri di pezzi venduti, subito dopo troviamo Alce Nero. Il prodotto di punta della linea biologica è la passata di datterini bio da filiera toscana che abbiamo denominato Il Sublime disponibile nei formati bottiglia da 350 gr. e 500 grammi".

Nel 2015 ha lanciato "Il delicato BIO", versione biologica della passata extra fine. Da lì in poi, l'azienda ha implementato la linea biologica con versioni speciali dei principali prodotti, come "Il gran polposo Bio" e "L'essenziale Bio".

Particolarmente apprezzati i Datterini biologici toscani, dal sapore dolce che arricchiscono la linea "Il sublime" e "Gli speciali" o le tre prelibatezze gourmet "Il sano", "Il piccante" e "Il pregiato", gustose ed esclusive ricette aromatizzate rispettivamente allo zenzero, al Jalapeño e al tartufo bianco.

"La novità del marchio - conclude l'imprenditore - su cui stiamo lavorando è la nuova linea premium di salse innovative di pomodoro toscano con olio extravergine di oliva, che lanceremo a ottobre. Inoltre, nell'ottica della sostenibilità ambientale, dalla prossima campagna commerciale il marchio utilizzerà etichette plastic free di carta patinata lucida realizzate con carta riciclata e biodegradabile. Si tratta di un' innovazione importantissima nel settore alimentare delle conserve, da luglio le etichette saranno già in commercio in Italia per la nostra linea di bottiglie e vasi di vetro. Tengo a precisare, inoltre, che nel mercato dei rossi siamo posizionati al secondo posto nel segmento delle produzioni biologiche. Un impegno che assumiamo e in cui crediamo molto, parallelamente al rispetto della natura e dell'ambiente".

Contatti:
Italian Food Spa
Via Enos Cerrini, 67
57021 Venturina Terme (LI) Italy
Tel.: +39 0565 855150
Email: info@italianfoodspa.com
Web: www.ilpomodoropetti.com


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto