La svalutazione della Sterlina incide sul commercio di arance rosse siciliane

Quest'anno, l'andamento del commercio europeo di agrumi è stato caratterizzato da una presenza piuttosto ingombrante della Spagna, a causa degli elevati volumi di produzione. Diametralmente opposta la situazione invece per l'arancia rossa siciliana che, dopo aver segnato un calo fisiologico delle rese, ha subito un drastico colpo a seguito delle alluvioni di fine ottobre/inizi di novembre 2018.

"Le quotazioni del Tarocco siciliano seguono logiche di mercato a sé stanti, in quanto prodotto unico nel suo genere - ha chiarito Sara Grasso, export manager della siciliana Oranfrizer - Eppure quest'anno la ridotta presenza sugli scaffali e la concomitante abbondanza dei prodotti spagnoli, proposti a prezzi nettamente inferiori, ha inciso sulla scelta dei consumatori".

"La competizione si è particolarmente acuita in Gran Bretagna (anche per l'effetto Brexit - ndr), complice il cambio sfavorevole - ha continuato la manager (nella foto accanto) - che ha ulteriormente favorito il prodotto a più basso costo spagnolo, peraltro percepito come referenza storica anche in Norvegia, dove i consumi hanno seguito un percorso analogo. La sfida per gli esportatori siciliani, da qui a fine stagione, è quindi quella di riuscire a proseguire con forniture costanti, ovvero di assicurarsi che il prodotto continui a stare sugli scaffali dei supermercati europei".

"Il nostro punto di forza sta sicuramente nella percezione che il consumatore informato ha rispetto all'arancia rossa Tarocco, cioè quella di un prodotto premium, meritevole di un prezzo diverso, più alto, da quello dei competitor iberici e in generale di tutti gli altri".

In questo contesto si è registrata la prima fornitura via nave - pari a due container - di arance rosse siciliane alla Cina, il cui arrivo è previsto nei prossimi giorni. Fin qui, nonostante le difficoltà per i volumi produttivi, "la stagione commerciale è andata piuttosto bene, anche se le previsioni vedrebbero la chiusura della stagione alla fine di aprile, con circa un mese di anticipo rispetto agli anni scorsi".

Diversa la situazione per quanto concerne le spremute di arancia. Intanto bisogna precisare che vi è una grande differenza tra i succhi concentrati e le spremute di agrumi. Nel secondo caso parliamo infatti del prodotto che Oranfrizer ottiene dalla mera spremitura degli agrumi, in particolar modo di arancia rossa e limone.

"L'unico trattamento cui viene sottoposta la spremuta, non alterata in alcun modo - ha tenuto a precisare la manager - è la pastorizzazione e il successivo congelamento. Il trattamento termico a - 18 °C è riservato soltanto ai mercati oltremare, raggiungendo una conservabilità di 2 anni. Invece la spremuta semplicemente pastorizzata è destinata al mercato europeo e soprattutto a quello italiano. In quest'ultimo caso. i prodotti vanno mantenuti in frigo a 5 °C e hanno una durata di circa 60 giorni".

"In Europa la presenza predominante di succhi ottenuti da semilavorati di origine spagnola - oltre alla incapacità di discernimento da parte del consumatore nella valutazione tra un prodotto reidratato, con l'aggiunta di conservanti, aggiustatori di sapidità, zuccheri, coloranti etc. - non rendono competitivo il nostro prodotto spremuto, che invece rimane molto apprezzato in Italia".

Le spremute congelate Oranfrizer sono molto apprezzate nei mercati nordamericani, indonesiani e nipponici. "Per quanto riguarda le nostre spremute - ha concluso Grasso - da qualche tempo con il mercato americano e, proprio in questi giorni, con quello giapponese sono state avviate ulteriori interessanti interlocuzioni, in particolare per il mix di melagrana e arancia rossa. Si tratta di un connubio molto gradevole al palato che riesce ad esaltare, da una parte, il gusto deciso della melagrana e, al contempo, il sapore morbido dell'inconfondibile Tarocco".

Questa spremuta mix, ricca di antiossidanti, grazie ai suoi contenuti nutraceutici, si colloca tra i superfood sempre più ricercati dagli estimatori dell'alimentazione salutistica, un trend vincente che ormai si registra su scala mondiale.

Contatti:
Oranfrizer
C.da Gagliola S.P. 28/I Km 1,300 
95048 Scordia (CT)
Tel.: +39 0957937111
Fax: +39 0957937192
Email: oranfrizer@oranfrizer.it
Web: www.oranfrizer.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto