Dati BLE, dal 26 novembre al 2 dicembre 2018

Mandarini: aumento della domanda e della qualita'

Nel report di mercato del BLE (Agenzia Federale tedesca per l'Agricoltura e l'Alimentazione) per la 48ma settimana del 2018, si legge che per quanto riguarda le clementine è la Spagna a dominare la scena. L'Italia ha inviato qualche lotto, mentre Grecia e Portogallo non molti. Gli articoli marocchini hanno completato la gamma, che, in ogni caso, non è stata molto convincente in termini di calibro, sapore o aspetto e quindi non è potuta essere commercializzata del tutto. Per i mandarini Satsuma, le importazioni turche hanno integrato l'offerta spagnola.

Generalmente le vendite hanno mostrato un'accelerazione quando da una parte la domanda è aumentata e dall'altra la qualità dei prodotti è migliorata. Tuttavia, come risultato dell'ampia disponibilità, spesso i distributori hanno dovuto ridurre i prezzi. Ad Amburgo, nel frattempo, il prezzo delle offerte in imballaggi retati sono aumentati. Qui, i sacchi in juta da 1,5 kg hanno generato molta attenzione. A Berlino, nel segmento delle clementine, hanno avuto un grande impatto sulle vendite le enormi quantità di resi provenienti dai retailer.

Mele
L'offerta di mele è stata abbondante. Nel complesso la domanda è stata piuttosto positiva. I frutti piccoli e rossi sono stati piuttosto popolari per scopi decorativi, grazie ai prezzi bassi.

Pere
L'Italia ha dominato in questo segmento, con le pere Santa Maria e Abate Fetel. In generale il commercio è stato tranquillo. Disponibilità e domanda si sono bilanciate in qualche modo. Pertanto, le vendite sono state stabili e i prezzi sono rimasti quasi gli stessi.

Uva da tavola
Le importazioni di uva da tavola brasiliana e peruviana sono aumentate notevolmente. La loro qualità è stata convincente e i clienti hanno apprezzato i lotti provenienti dall'emisfero sud.

Arance
Per quanto riguarda le arance, la Spagna ha chiaramente dominato la scena con le sue Navelina. In generale, la domanda è aumentata a seguito del clima autunnale. Tuttavia, i commercianti non hanno potuto usare questo a loro favore per incrementare i prezzi dal momento che l'offerta è aumentata troppo.

Limoni
Le consegne dei limoni Primofiore spagnoli e quelle dei limoni turchi Interdonato non sono cambiate particolarmente rispetto alla settimana precedente. La vendita è aumentata a livello locale grazie a un clima più freddo.

Banane
I mercati sono stati sufficientemente riforniti di banane. A seconda del luogo, l'assortimento è stato ampio o limitato, con molti marchi di diverse origini. La domanda è stata piuttosto tranquilla, ma costante.

Cavolfiore
Per quanto riguarda i cavolfiori è sembrato che la fornitura da Germania, Belgio e Paesi Bassi stesse diminuendo, mentre l'importanza dei lotti italiani e francesi ha mostrato un notevole aumento.

Lattuga
La lattuga iceberg è arrivata quasi esclusivamente dalla Spagna; solo sporadicamente ci si è imbattuti in alcuni lotti locali. La fornitura è aumentata e in alcuni mercati i prezzi sono diminuiti di conseguenza.

Cetrioli
Per quanto riguarda i cetrioli, il mercato è stato dominato da Spagna e Grecia. La domanda non molto elevata è stata soddisfatta con facilità. A volte i commercianti sono stati costretti a ridurre i prezzi per evitare la creazione di grandi scorte.

Pomodori
L'assortimento di pomodori è stato corposo grazie alle forniture provenienti da Spagna, Belgio, Italia, Marocco e Paesi Bassi. L'offerta è aumentata ed è stata sufficiente a soddisfare la domanda, che è migliorata per determinati prodotti.

Peperoni
Per quanto riguarda i peperoni sembra che al momento il mercato sia dominato dalla Spagna. I prezzi del prodotto spagnolo, olandese e belga hanno spesso attirato l'attenzione, ma si basavano su una disponibilità limitata.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018