L'imballaggio EPS per estendere la shelf life dell'uva da tavola

Per quanto riguarda le uve, la difficoltà è che cominciano a deteriorarsi non appena vengono raccolte. Pertanto estendere la shelf life del prodotto è fondamentale per aiutare i punti vendita a risparmiare denaro e ridurre lo spreco alimentare.

Imballare e spedire le uve in contenitori in polistirolo espanso (EPS) incrementa enormemente la shelf life rispetto a quando si confeziona in scatole di cartone ondulato. Recentemente Richard Lindenmuth, direttore di Styroteck, ha parlato di questo imballaggio e di come possa essere utilizzato anche da altri settori.

Può spiegare cosa è un imballaggio EPS e come può contribuire a estendere la shelf life delle uve?
Il Polistirolo Espanso, conosciuto come EPS (da non confondere con lo Styrofoam) è un prodotto di schiuma leggera riciclabile al 100% e composto dal 98% di aria e dal 2% di plastica riciclabile.

Le uve confezionate in imballaggi EPS si mantengono fresche più a lungo e questo permette di estendere la shelf life fino a 120 giorni, contro gli appena 10 delle scatole in cartone ondulato. Come è possibile? Proteggendo le uve si riduce l'umidità all'interno dell'imballaggio e si conserva la catena del freddo. Il nostro imballaggio EPS è durevole e può sopportare colpi e movimenti; isolato in modo da creare uno schermo contro le temperature elevate e l'umidità; leggero e facile da spostare. I nostri contenitori assicurano che uve succose e di qualità raggiungano il reparto ortofrutticolo in modo che il cliente possa fare la sua scelta".



L'EPS non assorbe umidità, perciò la qualità viene mantenuta, mentre il cartone ondulato assorbe l'umidità e accelera il deterioramento. Gli imballaggi EPS possono essere impilati per lunghi periodi fino a un'altezza di 2 o 3 pallet, pur conservando la qualità delle uve, mentre il cartone ondulato può essere impilato fino a massimo 2 scatole di altezza e per brevi periodi di tempo dal momento che cominciano a sprofondare dopo una settimana (anche quelle rivestite).

La resistenza all'accatastamento è particolarmente importante quando le scatole di uva vengono impilate nei magazzini refrigerati perché un eventuale collasso alla base danneggerebbe il prodotto. Con gli imballaggi EPS ci sono meno residui chimici perché il materiale non assorbe il diossido di zolfo, mentre il cartone ondulato tende ad assorbirlo, creando la necessità di aggiungerlo. Solitamente i contenitori EPS vengono confezionati con meno materiale da imballaggio interno, perciò si possono raffreddare rapidamente ad aria come con il cartone ondulato. Il polistirolo espanso è leggero, con un peso di appena 500 grammi circa, e questo riduce il peso di trasporto, mentre il cartone ondulato ha un peso che varia intorno agli 800 grammi.

Perché è importante estendere la shelf life delle uve?
Oltre il 99% delle uve coltivate a livello commerciale negli Stati Uniti arriva dalla California e viene prodotto da maggio a dicembre. Le uve sono un grande business e un'economia reale. La stagione di pre-raccolta delle uve comincia il primo maggio e attualmente il 50% circa delle uve viene spedito in cartone ondulato con una shelf life di meno di 10 giorni e una perdita del 20%. Il polistirolo espanso è al secondo posto dopo il cartone ondulato, con un 35% di quota di mercato. La shelf life estesa permette ai negozi di risparmiare denaro perché il prodotto registra meno danni e perdite.

Perchè il polistirolo espanso è migliore per l'ambiente rispetto allo Styrofoam?
Il polistirolo espanso è riciclabile al 100% ed è composto dal 98% di aria e dal 2% di plastica riciclabile e ciò lo rende riutilizzabile per prodotti come elmetti da bici, tavole da surf, cornici. Al contrario di quel che si possa pensare, il polistirolo espanso occupa solo l'1% dello spazio in discarica, rispetto al 25% di carta e cartone. l'EPS non influenza l'ozono ed è totalmente privo di CFC - clorofluorocarburi, HCFC - idroclorofluorocarburi, HFC idrofluorocarburi e formaldeide.

Quali sono le applicazioni pratiche per questo imballaggio oltre all'uva?
"Il nostro imballaggio può essere utilizzato per molti tipi di piccoli frutti, come fragole e mirtilli. Inoltre, forniamo i nostri imballaggi anche per altri tipi di alimenti, oltre che al settore farmaceutico. Abbiamo la capacità di produrre rapidamente e senza la necessità di permessi aggiuntivi. Abbiamo una catena di fornitura e, cosa più importante, disponiamo di una forza lavoro qualificata".

Altro da aggiungere? 

"La nostra società è stata fondata da produttori di uva per altri produttori di uva e per il nostro cliente finale, il consumatore. Contiamo oltre 40 anni di esperienza e impegno nel trasporto di uve e prodotti ortofrutticoli freschi".

E' importante capire che, al contrario di altri frutti che maturano dopo la raccolta (come banane, pere, ecc), le uve cominciano a deteriorarsi immediatamente dopo la raccolta. A contribuire a tale deterioramento sono le alte temperature (temperature elevate e bassa umidità) dal momento di raccolta fino a quando raggiunge il punto vendita (le uve passano il 75% della loro vita in un camion).

Temperature elevate e una bassa umidità dopo la raccolta generano una perdita di acqua dai gambi e questo aumenta la velocità di deterioramento. La maggior parte della perdita d'acqua e dei danni alle uve è dovuta all'acqua assorbita dalla carta o dal cartone ondulato dell'imballaggio. Perciò, lo scopo del trattamento di post-raccolta per le uve è di limitare il deterioramento. Gli imballaggi in polistirolo espanso per l'uva da tavola di Styrotek fanno proprio questo.

Per maggiori informazioni:
Styrotek, Inc
Tel.: +1 (661) 725 4957
Web: www.styrotek.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto