VIS

Compiono 40 anni le confetture di frutta che portano la Valtellina sulle tavole degli italiani

Utilizzare solo la frutta migliore rispettando nel raccolto i ritmi stagionali della natura; realizzare prodotti che guardino al benessere e alla salute dei consumatori; tutelare l'ambiente, impegnandosi quotidianamente nella riduzione dei consumi di acqua ed energia. Poche semplici regole per riassumere la storia del successo di VIS, l'azienda nel cuore delle Alpi della famiglia Visini che celebra 40 anni di attività nella produzione e nella commercializzazione di confetture, marmellate, miele e specialità alla frutta di alta qualità.

Una ricorrenza che viene festeggiata in questi giorni con una serie di importanti novità: dal recente lancio dei Secchielli, che ha segnato l'ingresso dell'azienda nel canale professionale (in primis le pasticcerie), alla linea Natura e Tradizione, la confettura extra al 75% di frutta, che fino a ieri rappresentava la referenza gourmet, e che diventa adesso la referenza principale su cui VIS intende scommettere per i prossimi anni, fino alla nuova ricetta della linea Più Frutta Light con appena 6 kcal per porzione.

VIS: storia di una famiglia ad alta percentuale di frutta
La storia di VIS ha inizio nell'estate del 1982, quando Guido e Andrea Visini, che possedevano all'epoca un'azienda agricola in Valtellina, ottennero un raccolto di mirtilli, more e lamponi particolarmente abbondante. Nacque pertanto l'idea di affiancare alla tradizionale commercializzazione di frutta fresca la produzione di una linea di confetture. L'intuizione vincente però fu un'altra: quella cioè di voler offrire un prodotto che avesse una percentuale di frutta più alta di quelli che si trovavano all'epoca sul mercato, senza andare a discapito, ovviamente, della sua perfetta conservazione.

Le ricerche andarono avanti a lungo: l'obiettivo era quello di trovare una formulazione capace di equilibrare gli ingredienti in maniera ottimale, al fine di ottenere un prodotto che andasse incontro alle esigenze di quella fetta crescente di consumatori che chiedevano una confettura in cui la prevalenza della frutta fosse reale e percepibile in bocca, e quindi apprezzata tanto dai grandi quanto dai bambini.

Guido Visini, presidente di VIS

Nacque così la prima linea al 65% di frutta, disponibile inizialmente nei gusti mirtillo, more, lamponi, albicocche e fragole. Si trattò di una piccola grande innovazione che, di fatto, anticipò una tendenza che nel giro di alcuni anni, coinvolse l'intero settore delle confetture e delle marmellate.

Le confetture VIS iniziarono in breve tempo a oltrepassare i confini della Valtellina. Si trattò solo del primo passo, che però permise di realizzazione di un piccolo stabilimento di 500 metri quadrati, perfettamente integrato nel paesaggio alpino.

Negli anni '90 le confetture VIS entrarono per la prima volta in alcune catene della Grande Distribuzione del Nord Italia e, contestualmente a un ampliamento dello stabilimento, nasce Poesia di Frutta, un'esclusiva linea di confettura extra interamente dedicata ai gusti del sottobosco e caratterizzata, questa volta, dal 70% di frutta, sempre accuratamente selezionata e rivolta ai consumatori più esigenti che cercavano già allora un prodotto insieme genuino, equilibrato e sfizioso.

Intanto nel 1994 la "linea 65% di frutta" riceve il riconoscimento del Gambero Rosso come migliore confettura presente sul mercato italiano e per l'occasione, si arricchisce di nuovi gusti, che diventeranno nel giro di qualche anno ben sedici (tra questi particolarmente apprezzati il sambuco e la crema di marroni).

Dieci anni dopo, per soddisfare la crescente domanda, si rende necessario un ulteriore ampliamento dello stabilimento. Nello stesso periodo (siamo nel 2005) VIS ottiene la Certificazione di qualità ISO 9001 e con la volontà di continuare a innovare proponendo ai consumatori qualcosa di nuovo, nasce la linea di confetture extra "Natura & Tradizione", che diventa il top di gamma di casa VIS con ben il 75% di frutta. Contestualmente arriva anche la linea "Più Frutta Light": una gamma di prodotti con un basso apporto calorico e destinato a quella fascia di consumatrici e consumatori più attenti alla linea o che devono seguire un'alimentazione particolare.

Nel 2011 VIS inserisce nel proprio assortimento le Salse Dolci Piccanti, ideali per abbinamenti salati, dalle carni ai formaggi, e negli stessi anni è la volta del miele: nelle versioni acacia, tiglio, castagno e millefiori, quest'ultimo prodotto unicamente da apicolture della Valtellina.

Guido Visini, presidente di VIS, e Giorgio Visini, amministratore delegato 

Il miele millefiori VIS, nel 2021, si colloca al primo posto nella sua categoria secondo il test condotto da Altroconsumo su 22 referenze presenti in Gdo.

Risalgono agli ultimi mesi del 2021 altre due grandi novità: la prima è il restyling delle etichette delle sue storiche linee e, soprattutto, del logo. Quest'ultimo per comunicare in maniera immediata e diretta il legame del marchio col suo territorio comprende adesso anche il disegno di una vetta alpina che fa da sfondo alla scritta VIS, mentre la baseline pone giustamente evidenza alla data di nascita "dal 1982". L'altra novità riguarda, invece, l'ingresso nel mercato professionale con il lancio dei Secchielli: una linea di confetture al 70% di frutta dalla formulazione pensata espressamente per i professionisti della pasticceria.

La miglior frutta del mondo trasformata con il saper fare italiano
L'attenzione alla materia prima nei processi di lavorazione che mirano a mantenere intatte le caratteristiche della frutta migliore; la semplicità degli ingredienti trasformati rigorosamente senza il ricorso ad additivi chimici; i rigidi controlli effettuati durante tutto il processo produttivo all'interno di impianti 4.0 e la costante attività di ricerca effettuata da tecnici alimentari specializzati per offrire al consumatore un prodotto sano, genuino e goloso: sono questi i fattori che hanno permesso a VIS di crescere costantemente in questi quattro decenni. Si pensi solo che fra il 2016 e il 2021 l'azienda è passata da una produzione di 2,7 milioni a 3,5 milioni di vasetti, impiegando fino a 700 tonnellate l'anno di fragole, lamponi, frutti di bosco, mirtilli, albicocche, marroni e pesche (solo per citare le referenze più richieste).

Giorgio Visini, amministratore delegato di VIS

"Fin dall'inizio la nostra vocazione è stata quella di rendere i propri prodotti unici e riconoscibili sul mercato - afferma Giorgio Visini, amministratore delegato di VIS dal 2008 e seconda generazione di famiglia - Fin dall'inizio abbiamo voluto parlare a quei consumatori e a quei buyers che vogliono sentire in una confettura la frutta nella sua forma più genuina, un prodotto che fosse quanto più possibile davvero vicino a quello della tradizione. Non è un caso che sulle nostre etichette le parole natura, frutta e tradizione sono quelle che tornano più spesso".

L'incremento di 12 punti sul fatturato nel quinquennio 2016-2021 è anche la risposta alla sempre crescente fiducia che le grandi insegne della Gdo hanno dato all'azienda valtellinese: nell'ultimo anno il 20% della produzione è infatti destinata alle private label, in un mercato in cui confetture e marmellate hanno acquisito un ruolo crescente nelle abitudini alimentari degli italiani.

Proprio la maggiore attenzione a un'alimentazione più sana e naturale, la crescita di importanza della prima colazione nelle abitudini alimentari delle famiglie italiane, hanno orientato le scelte dell'azienda che ancora una volta, oggi, non rinuncia a differenziarsi. Nasce da qui, infatti, la decisione di posizionare da quest'anno Natura e Tradizione, confettura extra con ben il 75% di frutta, come linea principale dell'azienda: 18 differenti gusti (con la novità del limone), nuovo pack, nuovo vasetto e nuova grafica, 340 grammi di frutta ad alto quoziente di bontà e genuinità. 

In parallelo la linea Più Frutta Light viene proposta con una nuova ricetta… ancora più light: solo 6 kcal per porzione.

VIS: produzione sostenibile nel rispetto dell'ambiente e del territorio
In VIS confettura di qualità fa rima con attenzione all'ambiente. "Rispettare la natura è un caposaldo della filosofia della nostra azienda nata e cresciuta nel cuore delle Alpi" sottolinea Visini.

L'azienda che ha sede a Lovero, in Valtellina, in un'area rinomata per la sua biodiversità, ha sempre cercato di offrire un prodotto che fosse sinonimo di qualità, attenzione alla salute del consumatore e sempre frutto di scelte eco-sostenibili. 

La Certificazione Cycle4green, rappresenta la best practice più recente e testimonia il recupero in ottica green di 2,5 tonnellate di carta siliconata (in altre parole, la carta del rotolo delle etichette), che sono state recuperate e rilavorate per ottenere nuova carta da stampa. Con questo processo l'emissione di CO2 nell'ambiente si è ridotta di 4,8 tonnellate.

Nel 2016 VIS è stata la prima azienda di confetture in Italia ad abbandonare l'olio combustibile e a installare un nuovo impianto alimentato a GNL (gas naturale liquefatto), impiegato nei processi di sanificazione, pastorizzazione e cottura della frutta. Un cambio di passo nel segno della sostenibilità che ha favorito una maggiore efficienza nel controllo dei costi energetici annuali dell'azienda, consentendo di ridurre anche qui le emissioni di anidride carbonica e ossido di azoto nell'aria.

In parallelo VIS ha sempre curato il rapporto col suo territorio. Da un lato riducendo al minimo l'impatto ambientale del suo stabilimento che si sviluppa quasi interamente all'interno della montagna, dall'altro aprendosi alla comunità della Valtellina attraverso il sostegno ad attività culturali, sponsorizzazioni sportive e iniziative che promuovessero tra i ragazzi la corretta alimentazione e lo stile di vita all'aria aperta.

In questi ultimi dieci anni, VIS ha ottenuto altre importanti certificazioni tra cui nel 2012 il certificato BRC (Global Standard for food safety) con il grado A e il certificato IFS (International Standard for food safety) con il grado higher. 

I prodotti: qualità e bontà oltre le confetture
Negli ultimi cinque anni VIS ha consolidato il suo processo di export in Europa, in particolare Germania, Svizzera, UK, Francia e Spagna.

"In questi ultimi anni, ancor più dopo la crisi dovuta alla pandemia, nonostante le tante difficoltà abbiamo lavorato e investito per incrementare la quota di produzione destinata all'export - spiega ancora Visini - Anche rispetto a certi mercati, come UK e Francia, dove la cultura della confettura è consolidata, il prodotto italiano può competere a testa alta".

Oltre Natura e Tradizione, la confettura al 75% di frutta che, come detto, da quest'anno con le sue 18 referenze, diventa l'ammiraglia di casa VIS, l'azienda continua a proporre la linea Poesie di Frutta con il 70% interamente dedicata coi suoi 8 gusti ai frutti del sottobosco, anch'essa con un'etichetta tutta nuova.

Anche la linea Più frutta light è protagonista di un cambiamento importante. La nuova ricetta (al 70% di frutta) è, infatti, ancora più light: con 6kcal per porzione ha l'86% di kcal in meno rispetto alla media delle confetture di frutta più venduta (fonte: UnioneItalianaFood.it). Un risultato reso possibile dal ricorso a un dolcificante totalmente naturale, costituito da un mix di glicosidi steviolici (estratti dalle foglie della pianta di Stevia) ed eritritolo (ottenuto unicamente da materie prime vegetali). I gusti disponibili sono albicocca, pesca, amarene, frutti di bosco, lamponi, mirtilli e le due novità fragole e more. Il nuovo pack da 220 g presenta anche qui una grafica interamente rinnovata.

Accanto alle confetture, VIS propone anche la linea di Salse Dolce Piccante, in 4 varianti differenti, oltre a Frutta sciroppata e Mostarda di frutta.

Infine, VIS produce anche specialità dolciarie, come la Bisciola, tipico dolce Valtellinese realizzato in modo genuino e naturale, e la Torta di Grano Saraceno. Completano l'offerta Vis il miele, proveniente da apicoltori italiani altamente qualificati, e la Pesteda, un insaporitore tipico della tradizione valtellinese preparato con spezie ed erbe aromatiche di montagna, ideale per la carne alla griglia o per dare il tocco finale a una serata a base di pizzoccheri.

2021: i numeri di VIS
Capacità di produzione: 28.000 vasetti al giorno
Produzione annua confetture: 3.500.000 vasetti (30% in più rispetto al 2016) 
Quantità frutta impiegata in un anno: 800 tonnellate
Quantità frutta impiegata in un giorno: 4 tonnellate 
Fatturato 2020: 6,400 milioni euro
Crescita in percentuale dal 2016-2022: +13%
Superficie stabilimento produttivo: 7.000 m² coperti – superficie totale 20.000 m²
Principali paesi di esportazione: Germania, Spagna, Svizzera, UK, Belgio, Francia

Per maggiori informazioni: www.visjam.com


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto